HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Il presidente dell'Ente Parco del Pollino in visita a Cersosimo

14/02/2014



E’ stato un incontro cordiale quello tra il presidente dell’Ente Parco Domenico Pappaterra e il sindaco di Cersosimo Pietro Gulmì. Un faccia a faccia atteso da molto, alla presenza del direttore Annibale Formica, del presidente della comunità del parco Sandro Berardone, di tecnici e di alcuni consiglieri dell’antico comune della Valle del Sarmeto. Una visita attesa, dalle importanti aspettative, visti i progetti che si vogliono portare avanti.“ La visita a Cersosimo si è dimostrata di grande interesse perché ho avuto modo di conoscere e di apprezzare alcuni simboli significativi che rievocano un importante identità che accompagna la vita della comunità”. Questo il primo commento a caldo del presidente Pappaterra, che ha poi così continuato: “Nell’ottimo sindaco Pietro Gulmì e nella sua squadra di governo ho avuto modo di riscontrare un grande senso di appartenenza e la voglia di costruire sul piano amministrativo scelte qualificanti. Il sito archeologico non c’è dubbio rappresenta un grande punto di riferimento non solo per Cersosimo o per il Parco ma per tutta la comunità lucana, e l’obbligo delle istituzioni deve essere quello di valorizzarlo al meglio”. Parole precise, che aprono le porte a un impegno atteso che oltre a garantire un futuro agli scavi, mette un tassello importante anche per il potenziamento e il futuro dello stesso museo: “ ricco di importanti reperti ma che va potenziato e ancor più qualificato”. Forma e sostanza, dunque, hanno accompagnato la delegazione guidata da Pappaterra, che ha parlato di “ una forte azione di solidarietà istituzionale che dovrà coinvolgere non solo il Comune e l’Ente Parco ma anche altri soggetti come la soprintendenza e la regione Basilicata”. Parole che lasciano ben sperare, anche perché il presidente del Parco si farà carico di sollecitare, come ha dichiarato, il presidente Pittella a tenere in considerazione nella predisposizione del POR 2014-2020 il progetto “parco archeologico Castello e museo didattico multimediale”. Il primo cittadino di Cersosimo si è detto soddisfatto, anche perché l’intesa è sembrata totale. “Gli interventi proposti -ha precisato- hanno lo scopo di migliorare l’area d’ingresso al sito degli scavi archeologici, ma allo stesso tempo di completare sia l’area esterna già parzialmente allestita ed adibita allo svolgimento di spettacoli e manifestazioni all’aperto, sia l’area coperta con l’installazione di un osservatorio archeologico multimediale a scopi informativi e didattici, guidato dalla Soprintendenza. Con l’impegno del presidente Pappaterra, che ringrazio per l’interesse e l’attenzione dimostrata, a conferma della centralità del territorio come risorsa fondamentale per il futuro economico e sociale della nostra comunità, favoriremo – ha sottolineato Gulmì- la continuazione di questo nuovo percorso che non dovrà rappresentare solo la capitalizzazione di finanziamenti, ma dovrà avere l’ambizioso obiettivo di proporre una serie di attività capaci di attrarre risorse e di valorizzare il più possibile tutto il lavoro fin qui fatto”.
Vincenzo Diego



ALTRE NEWS

CRONACA

15/10/2018 - Le offre stanza poi la violenta, arrestato 41enne originario di Melfi
15/10/2018 - Elezioni in Basilicata forse il 20 gennaio
15/10/2018 - Basilicata. Nove ristoranti su 13 irregolari
15/10/2018 - Maltempo: allerta arancione su Basilicata

SPORT

15/10/2018 - Matera Calcio:Lamberti nuovo socio di maggioranza.Colucci dg
15/10/2018 - 5^ giornata campionati regionali U17 e U15
15/10/2018 - Fine settimana negativo per il settore giovanile del Matera Calcio
15/10/2018 - Prima Ctg/B: il Viggianello cade in casa sconfitto dal Montalbano

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

15/10/2018 16 ottobre 2018: riapertura studio medico Salam c/o Ce.St.Ri.M. Potenza

Lo studio medico Salam – Salute e Pace, attivo presso il Ce.St.Ri.M di Potenza dall’aprile 2017, grazie alla collaborazione di diverse figure professionali volontarie (medici, infermieri, ostetriche, psicologi…) ha avviato un’attività di medicina sociale, indirizzata primariamente (ma non esclusivamente) all’assistenza dei migranti irregolari. Dopo la chiusura estiva l'Ambulatorio riapre domani 16 Ottobre con nuove modalità operative. È possibile prenotare una visita specialistica gratuita chiamando il numero 324 89 69 439 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16.00 alle 20.00 e consultando il sito Internet www.cestrim.org e la pagina Facebook del Ce.St.Ri.M. sui quali saranno pubblicate le date e i nomi degli specialisti disponibili. Le visite di medicina generale, al contrario, non richiederanno alcuna prenotazione. Per il mese di ottobre il calendario degli appuntamenti è il seguente: Visite specialistiche (richiesta prenotazione) Martedì 16 Otorinolaringoiatria – dott.ssa Langone Martedì 23 Odontoiatria – dott. Di Trana Mercoledì 24 Neurologia – dott.ssa Acquistapace Visite di medicina generale (senza prenotazione) Giovedì 18 Medicina Interna – dott. Pennacchio ore 11.00-13.0 Venerdì 26 Medicina Generale – dott. Buchicchio ore 16.00-18.00

15/10/2018 Sospensione idrica a Ginestra

Ginestra: a causa di un guasto improvviso, nell'intero abitato potrebbe verificarsi cali di pressione e o mancanza di erogazione idrica dalle ore 09:30 alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

14/10/2018 Calcio 1^ Ctg./B:risultati 3^ giornata

Elettra Marconia – Città Dei Sassi Matera 2-1
L.Montescaglioso – Tursi 1-3
Montemurro – VR Episcopia Calcio 2-6
Salandra – Irsina 1-3
Tramutola – Peppino Campagna Bernalda 0-1
Tricarico Pozzo Sicar – Castelsaraceno 2-0
Viggianello – A.Montalbano 0-2

L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo