HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise, costone orientale: chiesti nuovi fondi

9/02/2014



La Basilicata continua a franare e spesso l’indice viene puntato sulla categoria dei geologi. Perché se gli smottamenti sono annunciati e le frane sono, come si dice in gergo, “indotte”, allora è facile chiedersi cosa contengono le relazioni geologiche stilate prima di effettuare un intervento. Ma il problema sembra un altro. “C’è scarsa concertazione tra il nostro lavoro e gli enti pubblici- spiega Franco Guglielmelli, vice presidente dell’Ordine dei Geologi di Basilicata- gli attuali depositi dei progetti che si fanno al Genio Civile, devono diventare autorizzazioni, come accade nelle regioni limitrofe, ma non in Basilicata. Le autorizzazioni, a differenza dei depositi, prevedono il controllo delle opere”.Tanto si è parlato di Senise perché in questo paese dici frana e pensi agli 8 morti di collina Timpone. Adesso, proprio a Senise, ci si sta concentrando sulla necessità di effettuare interventi ulteriori di consolidamento lungo il costone orientale del centro storico. Qui, pochi giorni fa, ha ceduto un pezzo di timpa in prossimità di una cantina e sotto alcune abitazioni. Il Comune, che ha chiesto a Regione e Ministero i fondi necessari, aveva già posto attenzione su quel versante, che nel 2009 era stato interessato da lavori di consolidamento. Questi interventi hanno, di fatto, rafforzato il costone ma non era previsto che lo interessassero interamente. Ma già nella relazione geologica fatta all’epoca, a firma, dei geologi dell’Atp si legge che “esiste una situazione di estremo pericolo che riguarda il complesso edilizio del Castello medievale (…) che ospita anche un asilo nido. In particolare il muro di contenimento realizzato dal genio Civile, si interrompe proprio sotto il Castello (…) lasciando così una parete verticale libera che rilascia materiale di vara natura”. Nei pressi di questa area, come ci spiegano anche dall’ufficio tecnico, appare visibile che il contrafforte della struttura medievale del Castello, nella parte superiore, si sia “staccato”. Per questo il Comune ha chiesto fondi per intervenire anche su quell’emergenza.

MpVerg



ALTRE NEWS

CRONACA

21/04/2019 - Viggianello: una strada comunale interrotta per una frana - VIDEO
21/04/2019 - Senise: atti vandalici davanti a un bar
21/04/2019 - A Metaponto sequestrato un camping
21/04/2019 - Droga.Ferrandina: controllo antidroga in circolo privato. Arrestato un 27enne

SPORT

21/04/2019 - Karate: Pasqua d'oro a Rabat
20/04/2019 - Ritorna alla vittoria il Potenza Calcio
20/04/2019 - P2M En&Gas Potenza,ipoteca sul titolo regionale di Serie D maschile
20/04/2019 - Futsal Senise: i Giovanissimi bissano il primato regionale

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/04/2019 Riaperta al traffico la Strada Provinciale 5 (ex SS 176) nei pressi di Craco

È stata riaperta al transito la Strada Provinciale 5 (ex SS 176), all’altezza del km 4+100, lungo il tratto Pisticci - Craco.
Dopo l’immediata ordinanza di chiusura della strada disposta tre giorni fa a seguito di controlli che evidenziavano un cedimento di un muro andatore sui cui poggia la rampa di accesso al noto ponte Bailey, la Provincia di Matera si è tempestivamente adoperata per mettere in sicurezza quella zona e garantire così la pubblica incolumità degli utenti.
Già ieri mattina, infatti, dopo l’intervento di somma urgenza effettuato, si è proceduto alla riapertura della strada provinciale al transito dei mezzi.

20/04/2019 Sospensione idrica oggi 20 Aprile in Basilicata

Potenza: a causa deld protrarsi dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in contrada Poggio Cavallo, contrada Rossellino, via Rifreddo e via De Nicola resterà sospesa fino alla mezzanotte.

19/04/2019 Sospensione idrica a Rionero In Vulture

Rionero in Vulture: per consentire lavori di manutenzione straordinaria del serbatoio cittadino, martedì 23 aprile l’erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti. La sospensione riguarderà l’intero abitato ad eccezione delle frazioni di Monticchio e delle seguenti zone: contrada Scascione, contrada Ventaruolo, contrada Colonnello, via del Brigantaggio, via Padre Tortorella, viale della Bramea, via della Ninfea Bianca, via Alborella Vulturina, via Fontana Castagno e strade limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo