HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise: per il costone franato c'era già una relazione inviata alla Regione

1/02/2014



Nelle scorse ore si è verificato un altro smottamento che ha interessato Senise, questa volta nel cuore del centro storico, lungo la parte superiore del costone orientale dell’antico borgo. Una parte di timpa che si trova a ridosso di due cantine, una delle quali interessate da lavori, e sotto un agglomerato di case, si è staccata. Il punto si trova appena sotto la parte più alta dell’abitato antico a poca distanza dalla zona detta Castello. All’incirca un mese fa, come ci spiegano alcuni residenti, la zona era stata già attenzionata perché i cittadini avevano evidenziato al Comune che la terra aveva ceduto a pochi metri dal cedimento di oggi, portando con sé anche alcuni alberi. Sono diverse le spaccature che si notano sia a valle sul muro di contenimento, sia a monte, nei pressi delle abitazioni. Si dovrà capire cosa abbia provocato il crollo e, soprattutto, monitorare la zona che già presenta delle spaccature anche a monte. Già pochi giorni fa, in occasione del sopralluogo nella zona dello smottamento sull’area di servizio, ai tecnici dell’Ufficio Difesa del Suolo della Regione Basilicata, era stata mostrata anche la situazione del costone. Lo smottamento interessa la parte più alta e non quella interessata pochi anni fa da lavori di consolidamento. I cittadini si dicono, comunque, molto preoccupati anche perché, con il tempo, hanno notato alcune spaccature nelle aree a ridosso del burrone. Ma sembra che relazioni dedicate a quel punto siano già state inviate dal Comune prima di ieri. “Nella giornata di giovedi- spiega il sindaco Giuseppe Castronuovo- ho consegnato alla Regione e indirizzato anche al Ministero, due richieste per due distinti interventi. Il primo è proprio quello relativo al costone orientale, visto che i cittadini avevano già segnalato il primo cedimento; l’altro si trova dalla parte opposta e interessa la parte posteriore del convento di San Francesco, dove sono i ruderi di San Giovanni e dove esiste una situazione analoga da noi già segnalata un anno fa alla Prefettura. La zona è sotto monitoraggio, in particolare la verifica sulle cavità”.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

19/10/2018 - Isde Italia: ‘No agli incentivi sulle biomasse per scopi industriali’
19/10/2018 - Matera: revocata ordinanza su divieto uso acqua potabile
19/10/2018 - Marconia.Polizia arresta 20enne per detenzione stupefacenti ai fini di spaccio
19/10/2018 - Basilicata.Non osserva obblighi sorveglianza speciale arrestato a Pietragalla

SPORT

19/10/2018 - Serie D, le lucane: due arrivi in casa Rotonda. Bene Picerno e Francavilla
19/10/2018 - Matera Calcio:terza giornata campionato nazionale Berretti
19/10/2018 - Coppa Divisione.Bernalda Futsal:cuore e grinta non bastano con il Prestito CMB
18/10/2018 - Potenza vs Reggina,analisi del tecnico Raffaele

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/10/2018 Sospensione idrica a Tito

Tito: a causa di uno scoppio improvviso sulla condotta idrica distributrice, l'erogazione idrica sarà sospesa oggi dalle ore 11:00 alle ore 17.00 circa, salvo imprevisti, nelle seguenti vie: San Vito, Enrico Berlinguer e Madonna delle Grazie

19/10/2018 Sospensione idrica a Senise in via Bastanzio

Senise: a causa di un guasto improvviso su condotta, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:30 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione in via Bastanzio.

19/10/2018 Comunicazione acquedotto lucano

Matera: Acquedotto Lucano informa che con ordinanza del sindaco di Matera è stato vietato l'uso dell'acqua a fini potabili. Acquedotto Lucano ha già provveduto ad effettuare nuovi campionamenti per verificare la conformità dell'acqua ai parametri di legge. Seguiranno nuove comunicazioni.

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo