HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Pappaterra visiterà Cersosimo.Ecco le proposte del sindaco per la valorizzazione

31/01/2014



Dopo l’appello di Gulmì dalle colonne del nostro giornale, a stretto giro di posta l’on.le Papaterra, presidente dell’Ente Parco, chiama il primo cittadino di Cersosimo e annuncia una visita istituzionale il 4 febbraio. Pietro Gulmì ringrazia per la sensibilità culturale ed affettiva per il territorio, accogliendo con entusiasmo la notizia. Un’occasione da capitalizzare al meglio, per questo prende carta e penna e mette nero su bianco i principali punti che nell’incontro si dovrebbero trattare. Tra gli argomenti di interesse il sito archeologico, caratterizzato da notevoli rinvenimenti già nella prima campagna di scavi, compiuta negli anni sessanta da J. De la Geniere. I reperti rinvenuti sono attualmente custoditi nel museo della Magna Grecia di Policoro, tra i pezzi pregiati una moneta di bronzo coniata dalla lega lucana nel III sec. a.C., venuta alla luce nella terza campagna di scavi effettuata nel 1986, e rappresentata nel quarantennale della Regione Basilicata sul dorso della medaglia celebrativa. Un sito importante, dunque, per la comunità scientifica, tanto da essere presentato in simposi nazionali e internazionali. La valorizzazione del patrimonio storico-culturale resta un grande obiettivo- sottolinea Gulmì- per questa ragione si chiederà di progettare assieme un museo che darebbe il giusto riconoscimento ai tanti sforzi compiuti sino a qui, ma anche più identità al nostro comune, al nostro territorio, senza tralasciare gli altri spazi socio-culturali. “Il mio intento-precisa ancora il Sindaco- è quello che Cersosimo non venga ricordato solo per gli antichi fasti, ma che dal passato si traggano spunti per sviluppare reali possibilità di sviluppo socio-economico. Molti sono i giovani -continua- che hanno abbandonato i nostri territori in cerca di lavoro, l’impegno, dunque, sarà arrestare il più possibile questa emorragia, attivando con intelligenza le risorse che sono a nostra disposizione, ed il sito archeologico è una di queste, ma purtroppo mancano i fondi per completare il lavoro di scavo, la messa in sicurezza e la realizzazione di un parco archeologico che possa essere fruibile. L’obiettivo comune- mette in rilievo Gulmì- grazie a questa rinnovata intesa con il Parco del Pollino sarà quello di dare una mano concreta ai vari settori economici e produttivi, ma anche creare, con rinnovata sinergia, possibilità di lavoro per i più giovani, disegnando scenari concreti di aiuto. Il rilancio dell’immagine di Cersosimo - chiude il primo cittadino- avviene non solo con la realizzazione di interventi e opere tangibili, ma anche e soprattutto attraverso l’opera di restauro identitario e culturale di un territorio, portatore di valori profondi, alti e universalmente riconosciuti.

Vincenzo Diego



ALTRE NEWS

CRONACA

19/02/2019 - Elezioni Basilicata, si ritira Carmen Lasorella: ‘Ci fermiamo qui’
19/02/2019 - ASM sindacati proclamano lo stato di Agitazione
19/02/2019 - Pomarico: sorpresi a rubare rame ed attrezzi in un deposito, denunciano 4 minori
19/02/2019 - Pisticci, sequestrata area per smaltimento illecito reflui

SPORT

19/02/2019 - Sul Pollino ritorna 'Ciapsolando verso sud'
18/02/2019 - Brutto stop per la Pegasus Matera ad Ariano Irpino
18/02/2019 - Hockey su pista serie B – girone E, Molfetta – HP Matera 6-5
18/02/2019 - Promozione: Olivieri regala i 3 punti alla capolista

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/02/2019 Francavilla in Sinni: iban per solidarietà

Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale e della Parrocchia di Francavilla in Sinni è stato istituito un conto corrente bancario per offrire sostegno e un aiuto concreto alla Famiglia Genovese.
IBAN: IT27R0815441990000000135735
Intestato a Parrocchia Sant’Andrea Avellino
Causale: DONAZIONE PRO FAMIGLIA GENOVESE

19/02/2019 Sospensioni idriche 19 febbraio 2019

Potenza: a causa di un nuovo ed improvviso guasto l'erogazione idrica in via Cerreta e zona Masseria Monaco resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione Irsina: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori, in contrada Notargiacomo e zone limitrofe
Potenza: a causa del protrarsi dei lavori di riparazione che interessano contrada Cerreta e le zone limitrofe, Acquedotto Lucano ha attivato il servizio sostitutivo mediante autobotte, che stazionerà sulla strada provinciale nei pressi della contrada Masseria Monaco.
Trecchina: a causa di un guasto improvviso alla condotta distributrice, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in località Piano dei Peri. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione.

18/02/2019 Comunicazione di sospensione idrica per oggi 18 febbraio

Avigliano, Filiano: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sara sospesa dalle ore 20.00 di oggi alle ore 08.00 di domani, salvo imprevisti, ad AVIGLIANO nelle frazioni Stagliuzzo, Mandria Nuova, Monte Alto, Bozzelli e Lacciola; a FILIANO nella frazione Carpini
Pisticci: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle località San Teodoro, Casinello e Lido 48 resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.
Lavello, Venosa, Montemilone: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone LAVELLO: contrade Finocchiaro, Santa Lucia e zone limitrofe; VENOSA: contrade Rendina, Inviso, Boreano, Sant’Angelo, Grotta Piana e zone limitrofe; MONTEMILONE: contrada Macinali e zone limitrofe.
Genzano di Lucania, Banzi, Palazzo San Gervasio: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone GENZANO DI LUCANIA: contrade Basentello, Masseria Mastronicola, Spada, Monte Pote e Terre D’Apulia, Li Cugni, Cerreto e zone limitrofe; BANZI: contrade Mattina Grande, Masseria dell’Agli, Silos Mancusi, Parco Cassano, Carrera della Regina e zone limitrofe; PALAZZO SAN GERVASIO: contrada Piani, Terzo di Capo, e zone limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo