HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise e quel monolito di terra simbolo di due disatri annunciati

28/01/2014



A vederlo lì, quel monolito di terra, solitario al centro del vuoto creato dallo smottamento, è impossibile non pensarci. Nei giorni successivi al crollo della palazzina di Vico Piave a Matera, lo avevamo ricordato. Ora ci tocca riparlare proprio di Senise per ricordare la frana, terribile, del 1986, a monte dell’abitato, su collina Timpone. In molti lo hanno detto anche attraverso le pagine dei social network. Doveva succedere di nuovo. Un altro disastro annunciato. E la notizia viene alleviata solo in parte dalla fortuna di non dover piangere i morti o seri danni alle persone. Ma questa circostanza deve, comunque, contribuire a rendere la mente più lucida fin da subito per capire cosa fare e scovare eventuali responsabilità. La Gazzetta si era già occupata, qualche anno fa, della vicenda dell’area di servizio. Lo aveva fatto pubblicando un esposto a firma del signor Pasquale Spaltro, che ha un terreno dall’altro lato della strada lungo la quale si trova l’area di servizio. Nel febbraio del 2009, con tanto di documentazione fotografica, Spaltro aveva indirizzato le sue lettere a ufficio tecnico comunale e polizia municipale, chiedendo interventi urgenti e controlli rispetto ad un primo cedimento di terreno che aveva interessato la parte sinistra della collina, nella parte opposta rispetto a quello di domenica. Ancora, infatti, non era presente il muro di consolidamento costruito a posteriori. Quello di Spaltro era solo una delle diverse segnalazioni che altri cittadini, tra cui i proprietari del terreno ceduto a monte, avevano fatto. In particolare, la comunicazione indirizzata agli uffici della Protezione Civile Nazionale, i proprietari del terreno esordivano proprio ricordando il terribile smottamento del 1986 e scongiurando che, drammi del genere, accadessero di nuovo. Perché tra l’allarmismo e la Memoria esiste un confine che poi tanto sottile non è. Almeno non quanto quello tra il mero ricordo e la pratica quotidiana.


A Senise resta interrotta al traffico veicolare, in via precauzionale, la strada a monte dello smottamento che nel pomeriggio di domenica ha interessato un’area di servizio in contrada Mercato, all’ingresso dell’abitato. La strada chiusa al traffico si trova in contrada Cappuccini: qui, a pochi metri dalla properietà che ha subìto lo scivolamento del terreno, si trova il complesso dell’ex convento dei Cappuccini, dove ci sono alcune abitazioni e, qualche metro più avanti, le palazzine popolari di recente costruzione che ospitano decine di famiglie, comunque lontane dalla zona franata. Lo smottamento, ricordiamolo, che ha praticamente fatto scivolare a valle un'ampia area composta soprattutto da uliveti, si trova in un luogo che era stato già ampiamente oggetto di esposti, a partire dal 2006, da parte di privati cittadini che lamentavano la realizzazione dei lavori in scarsa ottemperanza delle norme di sicurezza rispetto, soprattutto, allo sbancamento che era stato realizzato per costruire l'area di servizio. Circa tre anni fa, dopo uno smottamento più lieve, la società proprietaria dell’area di servizio aveva fatto costruire un muro che si trova nella parte sinistra della collina. Intervento che, evidentemente, non è stato sufficiente a scongiurare lo smottamento nella parte opposta della collina.Questa mattina si attende a Senise il sopralluogo dei tecnici dell’ufficio Difesa del Suolo della Regione Basilicata. Il sindaco Giuseppe Castronuovo, in qualità di responsabile alla Pubblica Sicurezza, oltre alla chiusura delle strutture presenti nell’area di servizio, ha emesso nella giornata di ieri un’altra ordinanza per invitare i proprietari e, dunque, i responsabili dell’area a prendere eventuali iniziative volte a mettere in sicurezza i luoghi effettuando, naturalmente, le dovute indagini da un punto di vista tecnico.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

21/02/2019 - Maltrattamenti ed estorsione nei confronti della madre, arrestato
21/02/2019 - Senise: danneggiato il telone della nuova piscina all’aperto
21/02/2019 - Droga. A Viggiano un 69enne arrestato per spaccio e 2 giovani segnalati
21/02/2019 - Matera. Truffa un rivenditore di orologi Rolex, arrestato

SPORT

21/02/2019 - Bisignano- Bernalda Futsal.Patron Plati:“assisteremo a un match di alto livello"
21/02/2019 - Passione, sport e montagna: vi raccontiamo Pasquale Larocca
21/02/2019 - Recuperi Eccellenza: pari a Pomarico
21/02/2019 - Promozione: vincono Anzi e Raf

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/02/2019 Comunicazione acquedotto lucano SOSPENSIONE idrica

Melfi, Rionero in Vulture, Atella, Barile, Ginestra, Ripacandida, Filiano, San Fele: in considerazione dell’andamento dei lavori condotti da Acquedotto Pugliese Spa, si comunica che la sospensione dell’erogazione idrica nei comuni di Melfi (tranne centro storico e zona industriale di San Nicola), Rionero in Vulture, Atella, Barile, Ginestra, Ripacandida, Filiano e nelle zone rurali Monteserico e Insertafumo di San Fele, si verificherà dalle ore 20:00 di oggi (anziché dalle ore 14:00) alle ore 7:00 di domani 22 febbraio 2019.
Senise: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Tufarelli sarà sospesa dalle ore 10:00 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione.
Barile: il ripristino dell'erogazione idrica, inizialmente previsto per le ore 7,00, avverrà alle ore 11:00, di oggi salvo imprevisti.
Marsico Nuovo: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa nelle contrade Fontanelle, Cappuccini, Mandaresi e zone limitrofe dalle ore 11:00 fino ad ultimazione lavori

20/02/2019 Pallavolo maschile serie D, rinviata la gara tra Volley Academy Matera e Venosa

A causa della indisponibilità della squadra ospite, è stata rinviata la gara casalinga della Volley Academy Matera contro il Venosa valida per il recupero della prima giornata di ritorno del campionato di pallavolo maschile di serie D ed in programma nella serata di mercoledì alle 19:30. L’incontro è stato rinviato al prossimo 19 marzo alle 20:30.

20/02/2019 Conferito incarico di Direttore Sanitario F.F. dell’AOR San Carlo

Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza, Dottor. Massimo Barresi, ha affidato in via temporanea le funzioni di Direttore Sanitario F.F., alla Dottoressa Angela Bellettieri, Dirigente medico della stessa Direzione. Tali funzioni saranno esercitate fino alla nomina del nuovo Direttore Sanitario.
La Dottoressa Bellettieri subentra al Dottor Antonio Picerno, che ha rassegnato le dimissioni dall’incarico per motivi personali.
L’Azienda lo ringrazia per il contributo dato negli anni in cui ha ricoperto l’incarico di Direttore Sanitario.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo