HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Francavilla sul Sinni: nuova sede per il Centro 'don Pino Terracina'

11/09/2013



A Francavilla sul Sinni, i ragazzi del centro per disabili, dedicato alla memoria di Don Pino Terracina, hanno una nuova sede, più comoda e spaziosa. Infatti il CTSE si è trasferito nell’agglomerato urbano, dopo i quasi cinque anni trascorsi nella struttura situata in c/da San Biase, più scomoda e difficile da raggiungere, in quanto situata abbastanza lontano dal centro cittadino. Nella mattinata del 9 settembre, l’amministrazione comunale e gli operatori del centro hanno dato il benvenuto alle famiglie dei ragazzi.
Della nuova struttura ha parlato il sindaco di Francavilla in Sinni, Francesco Cupparo: “Abbiamo voluto migliorare la qualità. È veramente un centro progettato benissimo e realizzato ancora meglio, per dare a questi ragazzi che sono stati sfortunati nella vita, rispetto ad altri, una sede rispettosa. Il centro veniva ospitato in una struttura privata dove pagavamo un affitto, lo abbiamo trasferito in una struttura pubblica, realizzata con finanziamenti della regione. Era una sede lontana, scomoda, per questo è nata l’idea di realizzarla in questa struttura che non veniva utilizzata da quaranta anni. Questa nuova apertura è avvenuta grazie ai fondi Fers, un ringraziamento va ovviamente alla Regione per averci dato questi contributi. Mi auguro che questa struttura venga utilizzata anche nel periodo notturno, cosa che al momento non è possibile; vorremmo ampliarla sperando che la regione ci dia nuovi fondi. È un’idea, però è una cosa da vedere, dobbiamo rivisitare il progetto, parlarne in regione. Prima di fare questo dobbiamo aspettare, dato che abbiamo il finanziamento dalla regione per un progetto da venti unità. Dobbiamo cercare di riempire il centro e poi vedere se questa funzionalità è possibile.” Poi rivolgendosi ai presenti, il primo cittadino, ha affermato: “Un ringraziamento particolare va all’Auxilium (cooperativa che gestisce il centro) ed alle collaboratrici. Volevamo precisare che non si tratta dell’inaugurazione, ma abbiamo accelerato i tempi di trasferimento per i problemi alla vecchia sede. A questo centro teniamo molto. Faremo di tutto per controllare che tutto funzioni bene. Come amministrazione comunale siamo a vostra completa disposizione. Il progetto è stato attuato al 50% in appena otto mesi, manca l’altro 50%. Il merito è stato soprattutto dei progettisti e dell’impresa che ha svolto i lavori. Cerchiamo di rispettare il centro. Voi ci aiuterete e noi vi aiuteremo.”
Le battute conclusive sono state affidate al parroco, Don Franco Lacanna: “Speriamo che questo centro faccia nascere una nuova cultura di servizio verso questi nostri fratelli privilegiati”.
L’amministrazione comunale ed i rappresentanti dell’Auxilium, che non erano presenti in quanto, a differenza di come divulgato in un comunicato stampa pubblicato anche dal nostro sito, non si trattava di un’apertura ufficiale, danno appuntamento, a quanti vorranno intervenire, nel mese di ottobre per l’inaugurazione del nuovo CTSE, che a dicembre spegnerà le sue prime cinque candeline.

Nicoletta Fanuele



ALTRE NEWS

CRONACA

27/05/2019 - San Giorgio lucano: quorum per le Europee ma non per le Comunali
27/05/2019 - Elezioni Europee. In Basilicata il M5S si conferma primo partito. Crollo del PD
27/05/2019 - Elezioni in Basilicata: affluenza al 46,98%
26/05/2019 - Elezioni in Basilicata: alle 19 affluenza al 34,45%

SPORT

27/05/2019 - Il Mito del Grande Torino raccontato a Melfi
26/05/2019 - I fratelli D'Onofrio in auge ai Campionati Nazionali Universitari
26/05/2019 - La PM Asci Potenza ottiene la meritata salvezza
25/05/2019 - Giro d’Italia 2019.Domenico Pozzovivo ,il gregario di lusso

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 25 Maggio in Basilicata

Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica reVia Biagio Guarnaccio, Via Caprini, Via Ventiquattro Maggio e zone limitrofe
Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti zone: via Biagio Guarnaccio, via Caprini, via Ventiquattro Maggio e strade limitrofe.

24/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 24 Maggio in Basilicata

Acerenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile nelle contrade San Germano e Macchione e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 16:30 alle ore 19:30, salvo imprevisti.
Maschito: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in via Parini, via U. Foscolo, Via Calvario, via A. Moro, via Nitti, via IV° Novembre e via XXIV Maggio dalle ore 08:00 di domani mattina fino al termine dei lavori.
Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone : contrada Cappuccini, contrada Belvedere, contrada Sant'Antuono, via Maddalena, via Conserva.

23/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 23 Maggio in Basilicata

Rionero in Vulture: a causa del protrarsi dei tempi necessari all'esecuzione dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in via E. Alessandrini, via G. Rossa, via M. Rigillo e sue traverse, via M. Miradio della Provvidenza, via Padre Pio e contrada Fontana Maruggia, resterà sospesa fino alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

La pesante leggerezza dell'ipocrisia. Dedicato ai fatti di Manduria
di Giovanni Paolo Ferrari

Incubi riaffiorano alla memoria e con loro alcune delle molte vittime del bullismo e dell’omertà nei nostri paesini... Tra tutti due donne povere e anziane che non avevano mai fatto del male a nessuno: Lucia detta “a Vertel” a Nemoli e un’altra “povera crista” che viveva in Piazza Plebiscito a Sapri e della quale pur sforzandomi non ricordo il soprannome (il nome non l’ho mai saputo...). Unica colpa delle due poverette? Aver perso un po’ il senno durante la ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo