HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Francavilla sul Sinni: nuova sede per il Centro 'don Pino Terracina'

11/09/2013



A Francavilla sul Sinni, i ragazzi del centro per disabili, dedicato alla memoria di Don Pino Terracina, hanno una nuova sede, più comoda e spaziosa. Infatti il CTSE si è trasferito nell’agglomerato urbano, dopo i quasi cinque anni trascorsi nella struttura situata in c/da San Biase, più scomoda e difficile da raggiungere, in quanto situata abbastanza lontano dal centro cittadino. Nella mattinata del 9 settembre, l’amministrazione comunale e gli operatori del centro hanno dato il benvenuto alle famiglie dei ragazzi.
Della nuova struttura ha parlato il sindaco di Francavilla in Sinni, Francesco Cupparo: “Abbiamo voluto migliorare la qualità. È veramente un centro progettato benissimo e realizzato ancora meglio, per dare a questi ragazzi che sono stati sfortunati nella vita, rispetto ad altri, una sede rispettosa. Il centro veniva ospitato in una struttura privata dove pagavamo un affitto, lo abbiamo trasferito in una struttura pubblica, realizzata con finanziamenti della regione. Era una sede lontana, scomoda, per questo è nata l’idea di realizzarla in questa struttura che non veniva utilizzata da quaranta anni. Questa nuova apertura è avvenuta grazie ai fondi Fers, un ringraziamento va ovviamente alla Regione per averci dato questi contributi. Mi auguro che questa struttura venga utilizzata anche nel periodo notturno, cosa che al momento non è possibile; vorremmo ampliarla sperando che la regione ci dia nuovi fondi. È un’idea, però è una cosa da vedere, dobbiamo rivisitare il progetto, parlarne in regione. Prima di fare questo dobbiamo aspettare, dato che abbiamo il finanziamento dalla regione per un progetto da venti unità. Dobbiamo cercare di riempire il centro e poi vedere se questa funzionalità è possibile.” Poi rivolgendosi ai presenti, il primo cittadino, ha affermato: “Un ringraziamento particolare va all’Auxilium (cooperativa che gestisce il centro) ed alle collaboratrici. Volevamo precisare che non si tratta dell’inaugurazione, ma abbiamo accelerato i tempi di trasferimento per i problemi alla vecchia sede. A questo centro teniamo molto. Faremo di tutto per controllare che tutto funzioni bene. Come amministrazione comunale siamo a vostra completa disposizione. Il progetto è stato attuato al 50% in appena otto mesi, manca l’altro 50%. Il merito è stato soprattutto dei progettisti e dell’impresa che ha svolto i lavori. Cerchiamo di rispettare il centro. Voi ci aiuterete e noi vi aiuteremo.”
Le battute conclusive sono state affidate al parroco, Don Franco Lacanna: “Speriamo che questo centro faccia nascere una nuova cultura di servizio verso questi nostri fratelli privilegiati”.
L’amministrazione comunale ed i rappresentanti dell’Auxilium, che non erano presenti in quanto, a differenza di come divulgato in un comunicato stampa pubblicato anche dal nostro sito, non si trattava di un’apertura ufficiale, danno appuntamento, a quanti vorranno intervenire, nel mese di ottobre per l’inaugurazione del nuovo CTSE, che a dicembre spegnerà le sue prime cinque candeline.

Nicoletta Fanuele



ALTRE NEWS

CRONACA

15/10/2018 - Le offre stanza poi la violenta, arrestato 41enne originario di Melfi
15/10/2018 - Elezioni in Basilicata forse il 20 gennaio
15/10/2018 - Basilicata. Nove ristoranti su 13 irregolari
15/10/2018 - Maltempo: allerta arancione su Basilicata

SPORT

15/10/2018 - Matera Calcio:Lamberti nuovo socio di maggioranza.Colucci dg
15/10/2018 - 5^ giornata campionati regionali U17 e U15
15/10/2018 - Fine settimana negativo per il settore giovanile del Matera Calcio
15/10/2018 - Prima Ctg/B: il Viggianello cade in casa sconfitto dal Montalbano

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

15/10/2018 16 ottobre 2018: riapertura studio medico Salam c/o Ce.St.Ri.M. Potenza

Lo studio medico Salam – Salute e Pace, attivo presso il Ce.St.Ri.M di Potenza dall’aprile 2017, grazie alla collaborazione di diverse figure professionali volontarie (medici, infermieri, ostetriche, psicologi…) ha avviato un’attività di medicina sociale, indirizzata primariamente (ma non esclusivamente) all’assistenza dei migranti irregolari. Dopo la chiusura estiva l'Ambulatorio riapre domani 16 Ottobre con nuove modalità operative. È possibile prenotare una visita specialistica gratuita chiamando il numero 324 89 69 439 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16.00 alle 20.00 e consultando il sito Internet www.cestrim.org e la pagina Facebook del Ce.St.Ri.M. sui quali saranno pubblicate le date e i nomi degli specialisti disponibili. Le visite di medicina generale, al contrario, non richiederanno alcuna prenotazione. Per il mese di ottobre il calendario degli appuntamenti è il seguente: Visite specialistiche (richiesta prenotazione) Martedì 16 Otorinolaringoiatria – dott.ssa Langone Martedì 23 Odontoiatria – dott. Di Trana Mercoledì 24 Neurologia – dott.ssa Acquistapace Visite di medicina generale (senza prenotazione) Giovedì 18 Medicina Interna – dott. Pennacchio ore 11.00-13.0 Venerdì 26 Medicina Generale – dott. Buchicchio ore 16.00-18.00

15/10/2018 Sospensione idrica a Ginestra

Ginestra: a causa di un guasto improvviso, nell'intero abitato potrebbe verificarsi cali di pressione e o mancanza di erogazione idrica dalle ore 09:30 alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

14/10/2018 Calcio 1^ Ctg./B:risultati 3^ giornata

Elettra Marconia – Città Dei Sassi Matera 2-1
L.Montescaglioso – Tursi 1-3
Montemurro – VR Episcopia Calcio 2-6
Salandra – Irsina 1-3
Tramutola – Peppino Campagna Bernalda 0-1
Tricarico Pozzo Sicar – Castelsaraceno 2-0
Viggianello – A.Montalbano 0-2

L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo