HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise: completati i lavori nell'area di Santa Maria degli Angeli

30/08/2013



Sono stati completati a Senise i lavori di riqualificazione dell’area antistante la chiesa di Santa Maria degli Angeli, conosciuta come chiesa di San Francesco per via del complesso che un tempo ospitava i conventuali. Con la Siritide avevamo già avuto modo di documentare l’inizio dei lavori nel febbraio del 2012.
Un intervento difficile e importante perché, se da un lato avrebbe contribuito a restituire dignità artistica ad un luogo di culto importantissimo da un punto di vista storico, dall’altro avrebbe previsto l’abbattimento di alcuni fabbricati che, con gli anni, si erano letteralmente addossati alle pareti della chiesa. Un abbattimento paventato da molti anni e mai realizzato.

guarda il video

L’importo totale, tra interventi all’interno del convento (interessato a sua volta da interventi di riqualificazione) e abbattimento degli edifici, è di 1 milione e 800mila euro con fondi diretti della Regione Basilicata.
Ora, al posto di quei fabbricati c’è una piazzetta, una scenografica scalinata, un arco che porta verso l’ingresso della chiesa e che collega le due zone e tre fontane che, idealmente rappresentano il fiume Sinni, il torrente Serrapotamo e la diga di Montecotugno. Il gioco di luci fa il resto. La riqualificazione, che naturalmente non è il recupero delle architetture originali, delle quali sono arrivate a noi solo una nicchia e un arco nella parte laterale, punta a offrire uno spazio pubblico in grado di dare la doverosa importanza alla bellezza della struttura. E spazio pubblico è, visto che è stato già utilizzato, nel mese di agosto, per lo svolgimento di diverse attività culturali dalle associazioni del luogo. Il passo successivo potrebbe ora essere quello di una riqualificazione dell’area antistante la nuova piazzetta che, tra l’altro, ancora non ha un nome. E il nome, come ha detto il sindaco Giuseppe Castronuovo, potrebbe essere ispirato proprio dal Santo di Assisi.
Del resto il 13 agosto scorso è stata anche svelata e benedetta una sacra immagine su tela, che riprende un’opera di Giotto, raffigurante proprio San Francesco che sostiene sulle spalle la Chiesa. Il dipinto è stato posto all’interno di una nicchia esistente venuta alla luce durante i lavori di ristrutturazione del luogo. La tela è stata protetta da vetro antisfondamento. Il dipinto, come ha sottolineato il parroco don Pino Marino, è stato donato da una famiglia di Senise per devozione a S. Francesco che ha voluto che restasse anonima.

Mariapaola Vergallito




ALTRE NEWS

CRONACA

19/02/2019 - Elezioni Basilicata, si ritira Carmen Lasorella: ‘Ci fermiamo qui’
19/02/2019 - ASM sindacati proclamano lo stato di Agitazione
19/02/2019 - Pomarico: sorpresi a rubare rame ed attrezzi in un deposito, denunciano 4 minori
19/02/2019 - Pisticci, sequestrata area per smaltimento illecito reflui

SPORT

19/02/2019 - Sul Pollino ritorna 'Ciapsolando verso sud'
18/02/2019 - Brutto stop per la Pegasus Matera ad Ariano Irpino
18/02/2019 - Hockey su pista serie B – girone E, Molfetta – HP Matera 6-5
18/02/2019 - Promozione: Olivieri regala i 3 punti alla capolista

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/02/2019 Francavilla in Sinni: iban per solidarietà

Su iniziativa dell’Amministrazione Comunale e della Parrocchia di Francavilla in Sinni è stato istituito un conto corrente bancario per offrire sostegno e un aiuto concreto alla Famiglia Genovese.
IBAN: IT27R0815441990000000135735
Intestato a Parrocchia Sant’Andrea Avellino
Causale: DONAZIONE PRO FAMIGLIA GENOVESE

19/02/2019 Sospensioni idriche 19 febbraio 2019

Potenza: a causa di un nuovo ed improvviso guasto l'erogazione idrica in via Cerreta e zona Masseria Monaco resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione Irsina: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:30 di oggi fino al termine dei lavori, in contrada Notargiacomo e zone limitrofe
Potenza: a causa del protrarsi dei lavori di riparazione che interessano contrada Cerreta e le zone limitrofe, Acquedotto Lucano ha attivato il servizio sostitutivo mediante autobotte, che stazionerà sulla strada provinciale nei pressi della contrada Masseria Monaco.
Trecchina: a causa di un guasto improvviso alla condotta distributrice, è in corso la sospensione dell'erogazione idrica in località Piano dei Peri. Il ripristino è previsto al termine dei lavori di riparazione.

18/02/2019 Comunicazione di sospensione idrica per oggi 18 febbraio

Avigliano, Filiano: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sara sospesa dalle ore 20.00 di oggi alle ore 08.00 di domani, salvo imprevisti, ad AVIGLIANO nelle frazioni Stagliuzzo, Mandria Nuova, Monte Alto, Bozzelli e Lacciola; a FILIANO nella frazione Carpini
Pisticci: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nelle località San Teodoro, Casinello e Lido 48 resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.
Lavello, Venosa, Montemilone: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone LAVELLO: contrade Finocchiaro, Santa Lucia e zone limitrofe; VENOSA: contrade Rendina, Inviso, Boreano, Sant’Angelo, Grotta Piana e zone limitrofe; MONTEMILONE: contrada Macinali e zone limitrofe.
Genzano di Lucania, Banzi, Palazzo San Gervasio: in considerazione del programma di interruzione idrica comunicato dal Consorzio Di Bonifica Terre D’Apulia, l’erogazione dell'acqua sarà sospesa nei giorni 18-19-20-21-22 febbraio, dalle ore 15:30 alle ore 08:30 del mattino successivo, salvo imprevisti, nelle seguenti zone GENZANO DI LUCANIA: contrade Basentello, Masseria Mastronicola, Spada, Monte Pote e Terre D’Apulia, Li Cugni, Cerreto e zone limitrofe; BANZI: contrade Mattina Grande, Masseria dell’Agli, Silos Mancusi, Parco Cassano, Carrera della Regina e zone limitrofe; PALAZZO SAN GERVASIO: contrada Piani, Terzo di Capo, e zone limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo