HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise, peperoni e antico borgo: sapori di storia

8/08/2013



Quando undici anni fa i ragazzi dell’associazione onlus per lo Sviluppo Storico e Ambientale del territorio (l’Assa) hanno pensato di dare vita ad un evento che promuovesse Senise, forse pochi immaginavano che, proprio quell’evento, sarebbe diventato un appuntamento da non perdere, lungo tutte le estati che poi sono trascorse. Un evento che vive di un binomio vincente: la bellezza, evidente e da ricercare, di un antico borgo ricco di storia e l’oro rosso della gastronomia del sud, il Peperone Igp. Per questo “U Stríttul’ ru Zafarán’” è un’iniziativa pressoché unica nel suo genere. Un evento in cui, soprattutto nella serata finale prevista, quest’anno, domenica 11 agosto a partire dalle 20.30, visitatori provenienti da tutta Italia, con la mente e il palato incuriositi dai piatti a base di peperoni Igp, passeggiano per le viuzze del centro storico, ascoltando buona musica e osservando, qua e là, le signore senisesi che preparano le tipiche “serte”, lunghe collane di peperoni che, appese ai balconi sotto il sole cocente del sud, regalano la tipicità forse più curiosa: i peperoni “crusch”. La serata senisese sarà animata dalla musica del gruppo calabrese de “Na’Im”, nato dall' incontro di culture musicali diverse, dalla linearità melodica della musica etnica e l’espressività del jazz, dopo molti anni di collaborazioni e di ricerca, da parte dei quattro componenti.
“Il peperone di Senise è qualcosa di più di una tipicità gastronomica- racconta il presidente dell’Assa Giulia Crocco- se ci pensiamo, intorno alla sua forma affusolata, così diversa dagli altri peperoni, con i suoi colori accesi e la sua leggerezza, ruota la storia e il modo di vivere del nostro paese. Il “Zafarán’” ci racconta di una socialità solo apparentemente perduta nel mondo di oggi, dei vicoli stretti stretti dei centri storici un tempo affollati, delle signore che coltivavano le buone pratiche del vicinato e di una fotografia che aveva come soggetto onnipresente i balconi dei borghi pieni di collane di peperoni lasciati ad essiccare al sole; ci racconta le cronache nemmeno tanto lontane delle lotte contadine e dei terreni fertili ceduti all’invaso di Montecotugno, negli anni Settanta. Il prezioso contenitore di tutto questo è proprio il centro storico, dove le tracce di un passato importante sono, in alcuni luoghi, celati ma dove è possibile scoprire percorsi che conservano segni evidenti di architetture di un borgo medievale che ha conosciuto il suo massimo splendore in epoca normanna. Esemplare, in tal senso, lo splendido Polittico di Simone da Firenze, datato 1512 e conservato nella chiesa di San Francesco. E poi la cinta muraria visibile, la chiesa Madre, datata anno mille e i Palazzi Baronali. L’evento tenta di accendere l’interesse e la curiosità dei visitatori su tutto questo, con il recupero delle nostre tradizioni, il suo racconto e, soprattutto, il coinvolgimento, in momenti diversi, dell’intera comunità”. L’iniziativa, patrocinata dal Comune, dall’Alsia e dal Gal “La Cittadella del Sapere”, vedrà lo svolgimento di eventi correlati alla sagra della serata finale. In particolare: venerdi 9 agosto i protagonisti saranno i bambini con “Pepperland”, un nuovo e divertente modo di conoscere l’oro rosso, che si svolgerà in Largo Castello a partire dalle 10.30. Di sera sarà coinvolta la parte alta del paese, con i gonfiabili e il Pizza Party. Sabato 10 agosto, invece, a partire dalle 19.00 si ritorna nel centro storico con la gara di cucina (piazza Garibaldi) e la nona edizione dei giochi popolari (piazza Vittorio Emanuele).

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

25/04/2018 - Palazzo San Gervasio: sit-in contro l'oppressione ma i cronisti vengono cacciati
25/04/2018 - Dramma a Potenza: un uomo uccide il figlio e poi si toglie la vita
25/04/2018 - Ha origini lucane una delle vittime di Toronto
25/04/2018 - Senise,denunciate sei persone a piede libero

SPORT

25/04/2018 - Olimpia Matera si prepara per Gara 1 dei quarti dei Playoff a Cassino
24/04/2018 - MTB: la IV Calanchi Bike scalda i motori, appuntamento al 6 maggio
24/04/2018 - Geosat:passata l’euforia post salvezza, le prime riflessioni per coach Falabella
24/04/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria espugna Montescaglioso

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/04/2018 Da domani a Matera screening cardiovascolari gratuiti per tutti i cittadini

Da domani 26 aprile al 28 Aprile la città di Matera sarà la sesta tappa della Campagna Nazionale Itinerante di Prevenzione Cardiovascolare Truck Tour Banca del Cuore 2018, che andrà in 32 città italiane con screening cardiologici gratuiti per tutti. Le invio in allegato il comunicato stampa dell'iniziativa di prevenzione cardiovascolare che si terrà a Matera nei prossimi giorni.
Attraverso questa campagna, promossa Dalla Fondazione per il Tuo cuore Dei Medici cardiologi Ospedalieri, per tre giorni tutti I cittadini di Matera avranno la possibilità di sottoporsi a screening cardiologici gratuiti su un jumbo truck appositamente allestito a Piazza Vittorio Veneto.

24/04/2018 Sospensione Erogazione Idrica

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Mezzana, contrada Ciciniello e zone limitrofe resterà sospesa fino alle ore 23:45 di oggi salvo imprevisti.

24/04/2018 Melfi, giovedì inaugurazione del Parco del Millenario

Melfi celebra la giornata mondiale della terra con l’inaugurazione del Parco del Millenario grazie all’iniziativa “Rotary per la sostenibilità ambientale del pianeta”. Taglio del nastro il 26 aprile alle ore 10,30 in Via Passannante, alla presenza del Presidente del Rotary Club di Melfi, Angelo Di Muro, del Vicesindaco, Raffaele Nigro, altre Autorità civili e militari e degli Istituti Scolastici di Melfi.

“Il Rotary Club ed il Comune di Melfi hanno accolto così l’invito del Presidente Internazionale- ha detto Di Muro- di piantare un albero per ogni socio. Il Rotary Club di Melfi forte di 49 soci effettivi ed uno onorario ha deciso di piantare 50 querce rosse in un’area concessa dal Comune di Melfi. Con l’occasione il Parco è nato denominato Parco del Millenario per celebrare i mille anni di Melfi

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo