HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Ordinazione presbiterale di don Michelangelo Crocco e Giovanni Messuti a Senise

6/07/2013



La settimana di cammino spirituale trascorsa ha preparato la Comunità di Senise a vivere degnamente l’ordinazione sacerdotale di due suoi figli come un evento di grazia che si rinnova nella Diocesi di Tursi-Lagonegro. Le celebrazioni con i sacerdoti che hanno preceduto l’attuale parroco, don Pino Marino, nella guida della Comunità; l’adorazione eucaristica animata dai giovani giovedì sera; il musical “E fissatolo lo amò”, scritto da Luigi Tuzio, prossimo diacono, e diretto da don Tiziano e Rosetta Polito… ci hanno portato al giorno in cui Michelangelo e Giovanni diranno il loro si davanti a Dio e ai fratelli diventando sacerdoti per sempre. Infatti, oggi 6 luglio, alla presenza del rettore del Seminario Maggiore di Potenza, del rettore del seminario di Viterbo, numerosi sacerdoti, diaconi transeunti, diaconi permanenti e accompagnati dalle preghiere di una grande moltitudine di fedeli, don Michelangelo e don Giovanni saranno ordinati da monsignor Francesco Nolè, nei pressi della Chiesa di San Francesco d’Assisi a Senise, con la celebrazione che inizierà alle ore 18.30.

Don Michelangelo Crocco è nato il 19 febbraio 1979. Dopo il diploma di ragioneria a Senise, va a Viterbo per gli studi, dove si laurea in “Conservazione dei beni artistici e biblioteconomia”. Qualche esperienza lavorativa nel Centro Italia poi, dopo il periodo di discernimento, è al Seminario di Viterbo e dal 2009 ha continuato la formazione a Potenza. Ha svolto il ministero diaconale a Chiaromonte, collaborando nelle attività della Parrocchia, impegnato anche nella Mensa della carità.

Don Giovanni Messuti è nato il 12 febbraio 1987. Ha frequentato il Liceo scientifico-linguistico a Sant’Arcangelo. Dopo la Maturità ha vissuto l’iter formativo presso il Seminario di Basilicata. Ha vissuto l’anno diaconale a Roccanova, coadiuvando il nuovo parroco don Domenico Martino che è succeduto quest’anno a don Enio De Mare, con il quale aveva già collaborato altri due anni, oltre ad averlo avuto in Parrocchia negli anni dell’adolescenza.

Domenica 7 luglio alle ore 9.30, nella Chiesa Madre don Giovanni presiederà la Prima Messa; don Michelangelo alle ore 11.30 nella Chiesa di San Francesco.

Vincenzo diac. Terracina



ALTRE NEWS

CRONACA

9/12/2018 - Rotonda: oltre 260 mila euro per cinema e asilo nido
8/12/2018 - Lavello. Un arresto dei Carabinieri per evasione
8/12/2018 - Minacce ai giornalisti. A Potenza un incontro promosso dal Prefetto
8/12/2018 - Educazione Ambientale, pubblicato bando da 1,3 milioni di euro

SPORT

9/12/2018 - Eccellenza: il Melfi allunga. Il Grumentum raggiunge il Lavello
9/12/2018 - Promozione: il big - match finisce in parità, Atletico campione d’inverno
9/12/2018 - Bernalda futsal:il nuovo tecnico e' Do Amaral, ingaggiati Caetano e Muro
9/12/2018 - Cavese vs Potenza Calcio, gara spigolosa che si chiude in parità

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

9/12/2018 Serie D-g/H: risultati 14^ giornata

Granata – Taranto 0-2 giocata ieri
Nardò – Cerignola 0-0 giocata ieri
Francavilla – Pomigliano 3-1
Gelbison – Bitonto 0-2
Altamura – Savoia 0-0
Az.Picerno – Sorrento 5-0
Fidelis Andria – Nola 0-0
Sarnese – Città di Fasano 0-1
Gravina – Città di Gragnano 0-0

9/12/2018 Eccellenza: risultati 14^ giornata

Avigliano – Pomarico 0-1
Latronico – Real Senise 1-2
Lavello – Vultur 1-1
Moliterno – Ferrandina 3-7
Montescaglioso – Melfi 0-1
Murese – Policoro 3-1
Real Metapontino – Grumentum Val D’Agri 0-1
Ripacandida – Real Tolve 2-1

9/12/2018 Promozione: risultati 13^ giornata

A.Lauria – Brienza Calcio 0-0
San Cataldo – Miglionico 5-0
Lu Tito – Virtus Bella 5-2
Oppido – Anzi 1-1
Possidente – Castelluccio 0-3
RAF Vejanum – Paternicum 0-5
Santarcangiolese – Oraziana Venosa 2-0

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo