HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise: le ordinazioni sacerdotali…sulle orme di don Egidio Guerriero

1/07/2013



Ogni vocazione è frutto della grazia di Dio. Le vocazioni nascono soprattutto nelle comunità e nelle famiglie dove si vive testimoniando la fede. Il Signore, ancora una volta, ha riservato alla comunità di Senise, l’ennesimo momento di grazia. Due suoi figli don Giovanni Messuti e don Michelangelo Crocco, il 6 luglio prossimo, saranno consacrati sacerdoti per sempre, con l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di Sua Eccellenza Reverendissima Mon. Francesco Nolè. Settimana di preparazione all’evento, ricca di celebrazioni e veglie di preghiera, con la presenza di alcuni sacerdoti che si sono avvicendati nella nostra comunità, invitati dal parroco don Pino Marino. Particolare sarà la solenne liturgia eucaristica del 4 luglio, presieduta da don Cesare Lauria, parroco della comunità di Sant’Arcangelo e figlio della comunità parrocchiale di Senise. La celebrazione sarà officiata per fare memoria dei settanta anni dell’ordinazione sacerdotale del santo parroco don Egidio Guerriero ( 4 luglio 1943) che ha lasciato un ricordo indelebile in tutta la popolazione senisese. Sotto la sua paterna guida, il popolo di Dio di Senise, ha raggiunto un notevole spessore spirituale tanto da diventare espressione di pregevoli elargizioni sacerdotali. Dotato di un particolare carisma sacerdotale, don Egidio Guerriero, con il sorriso sempre sulle labbra, fervoroso nella preghiera, ha saputo gettare il seme che, col passare degli anni, ha portato frutti in abbondanza. Nonostante siano passati ventiquattro anni dalla sua morte, il suo ricordo rimane sempre vivo nella memoria di quanti l’hanno conosciuto e apprezzato. Con l’impegno e la preghiera per le vocazioni, che hanno occupato un posto di rilievo nella sua vita sacerdotale, don Egidio Guerriero ha avviato al sacerdozio molti giovani. Il mio ricordo è quello di un ragazzo attratto da questa simpatica figura che reagiva ai tentativi del politico di turno di strumentalizzare la chiesa e non si vergognava a scendere nelle piazze, durante i comizi elettorali a controbattere e a difendere la verità. A concludere la settimana di preghiera per i giovani ordinandi è stato invitato don Filippo Nicolò, rettore del Seminario Maggiore di Potenza. La serata del 5 luglio sarà allietata dal recital “ E fissatolo si sentì amato” scritto da Luigi Tuzio per la regia di don Tiziano Cantisani e Rosetta Polito e interpretato dai ragazzi della parrocchia. Il giorno successivo ( domenica 7 luglio), i neo sacerdoti celebreranno la loro prima messa: alle ore 9,30 per don Giovanni Messuti in Chiesa Madre e alle ore 11,30 per don Michelangelo Crocco in Chiesa S. Francesco. Con questo ulteriore dono il Signore, ha voluto premiare la devozione alla Beata Vergine Santissima ( Costantinopoli e Viggiano) e il nostro compito è quello di seguire con la preghiera i due novelli sacerdoti per la santificazione propria e delle persone affidate alle loro cure pastorali. E a voi, novelli presbiteri, va tutta la nostra stima e la nostra ammirazione. Sappiate essere nella Chiesa e nel mondo, secondo quanto ha raccomandato il beato Giovanni Paolo II: “ Profeti di Speranza, annunciatori di verità ministri della Grazia, servitori della vita”.


Vincenzo diac. Terracina


clicca per ingrandire

Le foto ritraggono l’immaginetta originale che don Egidio Guerriero distribuì alla sua ordinazione.



ALTRE NEWS

CRONACA

25/04/2018 - Palazzo San Gervasio: sit-in contro l'oppressione ma i cronisti vengono cacciati
25/04/2018 - Dramma a Potenza: un uomo uccide il figlio e poi si toglie la vita
25/04/2018 - Ha origini lucane una delle vittime di Toronto
25/04/2018 - Senise,denunciate sei persone a piede libero

SPORT

25/04/2018 - Olimpia Matera si prepara per Gara 1 dei quarti dei Playoff a Cassino
24/04/2018 - MTB: la IV Calanchi Bike scalda i motori, appuntamento al 6 maggio
24/04/2018 - Geosat:passata l’euforia post salvezza, le prime riflessioni per coach Falabella
24/04/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria espugna Montescaglioso

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/04/2018 Da domani a Matera screening cardiovascolari gratuiti per tutti i cittadini

Da domani 26 aprile al 28 Aprile la città di Matera sarà la sesta tappa della Campagna Nazionale Itinerante di Prevenzione Cardiovascolare Truck Tour Banca del Cuore 2018, che andrà in 32 città italiane con screening cardiologici gratuiti per tutti. Le invio in allegato il comunicato stampa dell'iniziativa di prevenzione cardiovascolare che si terrà a Matera nei prossimi giorni.
Attraverso questa campagna, promossa Dalla Fondazione per il Tuo cuore Dei Medici cardiologi Ospedalieri, per tre giorni tutti I cittadini di Matera avranno la possibilità di sottoporsi a screening cardiologici gratuiti su un jumbo truck appositamente allestito a Piazza Vittorio Veneto.

24/04/2018 Sospensione Erogazione Idrica

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Mezzana, contrada Ciciniello e zone limitrofe resterà sospesa fino alle ore 23:45 di oggi salvo imprevisti.

24/04/2018 Melfi, giovedì inaugurazione del Parco del Millenario

Melfi celebra la giornata mondiale della terra con l’inaugurazione del Parco del Millenario grazie all’iniziativa “Rotary per la sostenibilità ambientale del pianeta”. Taglio del nastro il 26 aprile alle ore 10,30 in Via Passannante, alla presenza del Presidente del Rotary Club di Melfi, Angelo Di Muro, del Vicesindaco, Raffaele Nigro, altre Autorità civili e militari e degli Istituti Scolastici di Melfi.

“Il Rotary Club ed il Comune di Melfi hanno accolto così l’invito del Presidente Internazionale- ha detto Di Muro- di piantare un albero per ogni socio. Il Rotary Club di Melfi forte di 49 soci effettivi ed uno onorario ha deciso di piantare 50 querce rosse in un’area concessa dal Comune di Melfi. Con l’occasione il Parco è nato denominato Parco del Millenario per celebrare i mille anni di Melfi

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo