HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Centrale Mercure: Comune Viggianello su incontro Ministero Sviluppo Economico

12/06/2013



L’incontro al Ministero dello Sviluppo Economico per discutere dei destini della centrale Enel della Valle del Mercure ha visto l’ennesimo tentativo di falsare la realtà, in danno di chi nella valle vive e che da oltre dieci anni conduce una durissima vertenza contro il colosso energetico a tutela dei propri diritti e legittimi interessi.

E’ però davvero strano che a parlare dei destini della valle del Mercure non siano stati convocati i Sindaci che ne rappresentano democraticamente le popolazioni, e che questi siano stati presenti solo a seguito di espressa e accorata richiesta. E’ ugualmente strano, poi, che a parlare della centrale del Mercure non siano stati invitati quelli che se ne occupano da oltre dieci anni e che hanno sollevato la vertenza – Associazioni e Comitati, anch’essi espressione della gente del Mercure - e contribuito a mettere sotto i riflettori una vicenda angosciante. E’ poi davvero stranissimo che, volendo decidere, in evidente ossequio all’Enel e per i suoi esclusivi interessi, una incredibile richiesta di rinvio della ormai imminente udienza del TAR del 21 giugno - quando si entrerà nel merito dell’autorizzazione illegittimamente concessa dalla Regione Calabria - quattro dei cinque soggetti che hanno proposto il ricorso – i Sindaci dei Comuni di Viggianello e Rotonda e le Associazioni Italia Nostra e Forum Ambientalista Nazionale - siano stati tenuti fuori. Presenti l’Ente Parco del Pollino insieme a CGIL, CISL, UIL, Regione Basilicata e Regione Calabria, che hanno unanimemente concesso all’Enel l’ennesima “apertura di credito”, accogliendo la richiesta di “moratoria” dell’azione legale e accontentandosi di semplici promesse da parte di chi ha ampiamente dimostrato, nel corso di lunghissimi anni, di essere del tutto inaffidabile e di non tener in alcun conto i diritti delle popolazioni.

E l’interesse dell’Enel, in questo momento, è quello di evitare ad ogni costo un ulteriore pronunciamento della magistratura. Ma, dato che non tutte le ciambelle riescono col buco, a rompere le uova nel paniere ad un iter altrimenti sonnolento e scontato, hanno provveduto il Sindaco di Viggianello, Vincenzo Corraro, col vice Sindaco Franco Frontuto unitamente ai parlamentari di SEL, Antonio Placido e Ferdinando Aiello e ai rappresentanti del Forum “Stefano Goia” (cui fanno capo le Associazioni firmatarie del ricorso al TAR) che hanno fatto sentire forte la voce di chi vuole proteggere la Valle da questa speculazione economica, che la danneggerebbe irreversibilmente sotto tutti gli aspetti, ambientali e sanitari, con una chiar a mistificazione dei dati occupazionali.

Se confronto si vuole, è stato detto, nessuna preclusione: basta che Enel, in ossequio a quanto stabilito dal Consiglio di Stato, presenti un nuovo progetto, rispettoso di quanto prescritto. Ciò, tra l’altro, determinerebbe l’automatica decadenza del procedimento al TAR che tanto preoccupa Enel.

E di Mercure si parlerà anche alla Camera dei Deputati dove, giovedì, Aiello e Placido discuteranno l’interrogazione da loro presentata, proprio sul Mercure per sapere, tra le altre cose, se sia stato bonificato (e come) l’ingente quantità di amianto presente nella centrale del Mercure. Sempre giovedì, pur dopo la pubblica sconfessione di ieri, si riunirà invece un cosiddetto “tavolo tecnico”, destinato a sostenere i desideri dell’Enel. Tavolo tanto autoreferenziale quanto inutile.

Chi ha la titolarità delle decisioni – Sindaci di Viggianello e Rotonda, Italia Nostra e Forum Ambientalista - mantengono ferma la difesa dei diritti delle popolazioni, lasciando ad altri le responsabilità di piegarsi agli interessi esclusivi dell’ENEL.

I Comuni di Viggianello e di Rotonda, titolari dell’azione processuale, non recederanno se non previa esibizione di un nuovo progetto che tenga conto di quanto da anni rivendicato dalle stesse amministrazioni, dalle Associazioni e dai Comitati e, soprattutto, dalla gente del Mercure.



ALTRE NEWS

CRONACA

25/09/2018 -  GdF di Potenza: Individuato un libero professionista “evasore totale”
25/09/2018 - Fiumicino:coppia di Potenza denunciata per furto di gioielli
25/09/2018 - In manette cittadino romeno per violenze e sfruttamento
24/09/2018 - San Costantino Albanese: muore mentre salda un tubo in metallo

SPORT

25/09/2018 - Serata da dimenticare per il Potenza, incassa 4 gol dalle vespe
25/09/2018 - Seconda giornata campionati regionali Allievi e Giovanissimi
25/09/2018 - Eccellenza: la Vultur pareggia a sorpresa con il Pomarico
25/09/2018 - Promozione: il Lauria batte la Santarcangiolese di fronte al pubblico amico

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/09/2018 Sospensione Erogazione Idrica

Comune di Montescaglioso: per consentire l'esecuzione di lavori sulle condotte, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa, nell’intero abitato, dalle ore 08:00 del giorno 27 settembre 2018 alle ore 06:00 del giorno 28 settembre 2018, salvo imprevisti.

25/09/2018 Sospensioni idriche 25 settembre 2018

-Abriola: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica sarà sospesa nell'intero abitato dalle ore 14:00 alle ore 17:00 circa di oggi, salvo imprevisti.
-Policoro: a causa di un guasto improvviso è stato necessario sospendere l'erogazione idrica in via Gonzaga nel tratto compreso tra via Bologna e 1° Traversa. Il ripristino è previsto al termine dei lavori.

24/09/2018 Sospensione idrica in Basilicata

-Genzano di Lucania: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 15:30 di oggi fino al termine dei lavori, nelle seguenti vie: Monte Grappa, Monte Bianco, Rione Matteotti e zone limitrofe.
-Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l’erogazione dell’acqua potabile sarà sospesa nell'intero abitato, a giorni alterni a partire da oggi, dalle ore 18.30 alle ore 06:00 del giorno seguente, salvo imprevisti

L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo