HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Centrale del Mercure: Corraro ‘esclusi dal tavolo tecnico’

8/06/2013



Sull’annosa vicenda della centrale del Mercure, che ha visto negli ultimi giorni una accelerata con un tavolo tecnico convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico il 5 giugno scorso, interviene il sindaco di Viggianello Vincenzo Corraro che richiede la partecipazione al secondo tavolo tecnico fissato per martedì 11 giugno sul tema “riconversione a biomasse della centrale enel del Mercure”. Il sindaco ha inviato un fax ai vari enti tra cui al Ministro dello Sviluppo Economico, al Presidente della Regione Basilicata, al Presidente della Regione Calabria e alla stampa, lamentando la mancata convocazione il 5 giugno scorso. Di seguito riportiamo il contenuto
"Si apprendono ufficiosamente e a mezzo stampa notizie di un tavolo tecnico convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico tenutosi mercoledì 05.06.2013, cui sarebbero intervenuti i rappresentanti territoriali e nazionali delle associazioni sindacali, i rappresentanti delle due Regioni, il Presidente e il Vicepresidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino, circa l’annosa vicenda della riconversione a biomasse della Centrale Enel di Laino Borgo, sita nella Valle del Mercure.
Si apprende nello specifico, che nel corso di questo incontro, siano state chieste garanzie per l’ambiente e la salute, la costituzione di uno specifico Osservatorio Ambientale dotato di poteri e di risorse, nonché di valutare di allargare all’insieme dei comuni del Mercure interventi di sviluppo, visto anche il tema degli “impatti connessi al movimento merci, … impegni certi per favorire una ricaduta occupazionale specifica nella filiera della forestazione e della produzione di biomasse per la centrale, contratti commerciali che favoriscano l’occupazione locale, la stipula di un protocollo di legalità contro le possibili infiltrazioni criminali”
Poiché in questa vicenda, com’è noto, le popolazioni locali della Valle del Mercure, rappresentate prioritariamente dalle amministrazioni comunali di Viggianello e Rotonda, hanno inteso opporsi motivatamente e non anche pregiudizialmente e/o emotivamente a tale progetto - anche col conforto di un voto pressappoco unanime e contrario della Comunità del Parco che rappresenta ben 56 Comuni Calabro – Lucani - assumendo anche iniziative in sede giudiziaria - si rammenta la sentenza del Consiglio di Stato n. 4400 del 01/08/2012 che ha stigmatizzato il comportamento tenuto da Enel sia in termini di legittimità degli atti sia in termini di etica aziendale nelle relazioni con gli enti territoriali - appare incomprensibile che ad un tale tavolo non siano state convocate le amministrazioni locali realmente interessate, per una giusta ed equa rappresentazione degli interessi coinvolti, anche in omaggio a decantati principi di sussidiarietà territoriale.
Per quanto sopra, lo scrivente, Sindaco di Viggianello, indignato per l’ennesima bassa manovra ai danni della collettività, la quale, pur subendo massimamente gli effetti negativi del folle progetto ENEL, è sistematicamente messa in disparte da chi vuole evidentemente zittire le valide ragioni di protesta,
DIFFIDA
L’Ente Parco Nazionale del Pollino, la Regione Basilicata, la Regione Calabria e le Associazioni Sindacali ad assumere iniziative e decisioni a danno di dette comunità.
CHIEDE
Pertanto, che l’11/06/2013 non si faccia luogo ad alcuno incontro del quale hanno avuto notizia solo dalla stampa e che ogni eventuale tavolo di discussione relativo alla Centrale del Mercure debba vedere la partecipazione dei Comuni di Rotonda e Viggianello, cioè degli Enti più direttamente interessati, non escludendo, qualora non ci fosse la sensibilità nell’accogliere tale ultimo e perentorio invito, di dar corso a forme di protesta eclatanti, in virtù della estrema sensibilità e provata sopportazione che hanno i cittadini riguardo a questa tematica".

Leggi anche:

Centrale mercure: Romaniello (Sel), De Filippo promuova tavolo di confronto

Appello di Peluso (Parco Naz. Pollino) su Centrale del Mercure




ALTRE NEWS

CRONACA

27/05/2018 - P.O. Val d'Agri, tornano i fondi. Lacorazza:'Battaglia vinta'
27/05/2018 - Mobilità 'insostenibile', due lucani su tre scelgono l'auto
26/05/2018 - Il sindaco di Laino Borgo si dimette da membro dell’Osservatorio Ambientale
26/05/2018 - Listeria monocytogenes: il Ministero richiama un lotto del salame spalmabile

SPORT

28/05/2018 - Prima Ctg/B: il Lu Tito batte il Castelluccio e sale in Promozione
27/05/2018 - Francesco e Terryana D Onofrio Campioni Italiani Universitari
26/05/2018 - Il Giro d’Italia di Domenico Pozzovivo: “il quinto posto può andare bene”
26/05/2018 - Il matrimonio tra la Rinascita volley e Paolo Falabella continua

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

27/05/2018 Sospensione Erogazione Idrica

Aliano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile resterà sospesa fino alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti.

25/05/2018 Sospensioni idriche 25 maggio 2018

Bernalda: a causa di un guasto l'erogazione idrica nel centro storico resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.
Potenza: per consentire l'esecuzione di lavori su condotte, l'erogazione dell'acqua potabile in via Ciccotti e zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 12:30 alle ore 13:30 di oggi salvo imprevisti.

25/05/2018 Montescaglioso:chiuso il tratto di Via Molinello per passaggio "Mounte in Bike"

Si informa la cittadinanza che, a causa dello svolgimento della manifestazione ciclistica "Mounte in Bike" prevista nella mattinata di domenica 27 maggio 2018, dalle ore 9.00 e per il tempo strettamente necessario al passaggio della gara è sospesa la circolazione sul tratto di Via Molinello compreso tra il civico 23 e Via La Carrera e sul tratto di strada compreso tra Via Molinello e Via Rocco Luigi Matarazzo.

Allo stesso tempo si avvisa che nelle vie cittadine è prevista la passeggiata cicloturistica "Memorial Adriano Pedicini".

Le aree saranno comunque presidiate dagli Agenti della Polizia Stradale, Polizia Municipale e Protezione Civile.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo