HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise, concluso il mese mariano con la festa della Madonna di Costantinopoli

2/06/2013



Nel giorno (31 maggio) in cui la Chiesa celebra la festa della Visitazione della Beata Vergine Maria (titolo di cui si fregia la Chiesa Madre) e con la chiusura del mese mariano, la parrocchia di Senise, ha solennemente festeggiato la Madonna di Costantinopoli, incoronata regina di Senise. Numerosi e commossi, i devoti, hanno accompagnato la sacra icona attraverso i vicoli e le strade dei quartieri alti del paese. CLICCA QUI PER LE ORIGINI DELLA TRADIZIONE La processione iniziata dalla Chiesa Madre ha percorso un tragitto diverso dal solito. Per l’occasione tutti i siti toccati dalla processione sono stati addobbati a festa con palloncini gialli e bianchi ma soprattutto con delle vere e proprie composizioni di fiori di carta dai colori rossi, bianchi e gialli come richiamo ai colori dell’icona della Madonna. Molti sono stati gli altarini predisposti lungo tutto il tragitto per una breve sosta della Madonna e gli addobbi ai balconi con l’esposizione dell’effige della Madonna di Costantinopoli. Tra il suono della banda e la recita del Santo Rosario il corteo ha raggiunto, a tarda serata, il capannone dell’ex Consorzio Agrario che, per l’occasione, è stato trasformato in una vera e propria Chiesa con addobbi sulle pareti, l’altare per le solenni celebrazioni e un suggestivo trono su cui è stata poggiata l’icona. Circa cinquecento sedie, allineate lungo tutto il capannone, hanno permesso alla moltitudine dei fedeli, di seguire comodamente la Santa Messa e molti sono rimasti in piedi. A presiedere la liturgia eucaristica è stato don Pino Marino, assieme a don Tiziano Cantisani, ai due diaconi transeunti ( prossimi al sacerdozio) e al diacono permanente. L’ingresso della Madonna e la sistemazione sul trono, è stato sottolineato da un grosso applauso che si è amalgamato con i canti mariani del coro parrocchiale. Don Pino Marino, durante l’omelia commentando la pagina del Santo Vangelo, ha voluto sottolineare attraverso le parole del Magnificat, l’importanza della Beata Vergine Maria nel proclamare i doni speciali a lei concessi ed enumerare i benefici universali con i quali Dio non cessò di provvedere al genere umano per l’eternità. Le parole del Magnificat, che stanno bene sulle labbra di tutte le anime perfette, erano adatte soprattutto alla Beata Madre di Dio. Niente dunque viene dai suoi meriti (umile serva del Signore), dal momento che ella riferisce tutta la sua grandezza al dono di Lui, il quale, essendo potente e grande, è solito rendere forti e grandi i suoi fedeli da piccoli e deboli quali sono.








Alla fine della liturgia eucaristica don Pino Marino ha ringraziato tutti quelli che si sono adoperati alla riuscita della festa e in particolare il comitato nelle persone di : Isabella S. – Teresa S. – Matilde B. – Mimma E. – Antonio P. – Gerardo C. . La serata è andata avanti con l’esibizione del gruppo musicale Orchestra Solare Live Tour fino alla mezzanotte e con il continuo sostare dei devoti davanti all’icona della Madonna. I fuochi artificiali hanno chiuso la festa da tutti indistintamente apprezzata.

Vincenzo diac. Terracina



ALTRE NEWS

CRONACA

25/04/2018 - Palazzo San Gervasio: sit-in contro l'oppressione ma i cronisti vengono cacciati
25/04/2018 - Dramma a Potenza: un uomo uccide il figlio e poi si toglie la vita
25/04/2018 - Ha origini lucane una delle vittime di Toronto
25/04/2018 - Senise,denunciate sei persone a piede libero

SPORT

25/04/2018 - Olimpia Matera si prepara per Gara 1 dei quarti dei Playoff a Cassino
24/04/2018 - MTB: la IV Calanchi Bike scalda i motori, appuntamento al 6 maggio
24/04/2018 - Geosat:passata l’euforia post salvezza, le prime riflessioni per coach Falabella
24/04/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria espugna Montescaglioso

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/04/2018 Da domani a Matera screening cardiovascolari gratuiti per tutti i cittadini

Da domani 26 aprile al 28 Aprile la città di Matera sarà la sesta tappa della Campagna Nazionale Itinerante di Prevenzione Cardiovascolare Truck Tour Banca del Cuore 2018, che andrà in 32 città italiane con screening cardiologici gratuiti per tutti. Le invio in allegato il comunicato stampa dell'iniziativa di prevenzione cardiovascolare che si terrà a Matera nei prossimi giorni.
Attraverso questa campagna, promossa Dalla Fondazione per il Tuo cuore Dei Medici cardiologi Ospedalieri, per tre giorni tutti I cittadini di Matera avranno la possibilità di sottoporsi a screening cardiologici gratuiti su un jumbo truck appositamente allestito a Piazza Vittorio Veneto.

24/04/2018 Sospensione Erogazione Idrica

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Mezzana, contrada Ciciniello e zone limitrofe resterà sospesa fino alle ore 23:45 di oggi salvo imprevisti.

24/04/2018 Melfi, giovedì inaugurazione del Parco del Millenario

Melfi celebra la giornata mondiale della terra con l’inaugurazione del Parco del Millenario grazie all’iniziativa “Rotary per la sostenibilità ambientale del pianeta”. Taglio del nastro il 26 aprile alle ore 10,30 in Via Passannante, alla presenza del Presidente del Rotary Club di Melfi, Angelo Di Muro, del Vicesindaco, Raffaele Nigro, altre Autorità civili e militari e degli Istituti Scolastici di Melfi.

“Il Rotary Club ed il Comune di Melfi hanno accolto così l’invito del Presidente Internazionale- ha detto Di Muro- di piantare un albero per ogni socio. Il Rotary Club di Melfi forte di 49 soci effettivi ed uno onorario ha deciso di piantare 50 querce rosse in un’area concessa dal Comune di Melfi. Con l’occasione il Parco è nato denominato Parco del Millenario per celebrare i mille anni di Melfi

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo