HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Attività educative e culturali, Giunta adotta Piano annuale 2013

28/05/2013



La Giunta regionale della Basilicata ha adottato il Piano annuale 2013 delle attività educative e culturali, che prevede una copertura finanziaria pari a 639 mila euro.
Lo ha approvato l’esecutivo regionale su proposta dell’assessore alla Formazione, cultura e sport Roberto Falotico.
“La stesura del Piano – ha detto l’assessore – rappresenta una sfida in positivo rispetto alla difficile congiuntura economica che gli enti stanno attraversando a causa della perdurante crisi e della conferma dei tagli alle Regioni imposti dal Patto di stabilità. Continuiamo a punture sulla cultura – ha aggiunto Falotico – perché le riconosciamo quell’importante valore sociale che si può tradurre anche in valore economico.
Il Piano, in linea con quanto attuato nel 2012, ha l’obiettivo di promuovere e favorire l’associazionismo culturale e la valorizzazione della cultura nelle sue diverse espressioni, attraverso la realizzazioni di interventi che comportano l’erogazione di contributi ai destinatari in possesso dei requisiti descritti nel Piano.
Potranno richiedere il contributo economico quelle associazioni culturali che organizzano spettacoli e rassegne teatrali, manifestazioni musicali e cinematografiche, concerti, convegni, attività di ricerche e studi, premi letterari e grandi mostre. Il Piano 2013 prevede un particolare sostegno per la realizzazione di eventi e manifestazioni che possano accrescere la promozione e la diffusione del ruolo e dell’immagine della Basilicata. Ogni beneficiario potrà usufruire di un solo contributo a valere sul Piano 2013.
Dopo l’adozione da parte della Giunta, il Piano dovrà ora essere approvato dal Consiglio regionale.



ALTRE NEWS

CRONACA

21/04/2019 - Viggianello: una strada comunale interrotta per una frana - VIDEO
21/04/2019 - Senise: atti vandalici davanti a un bar
21/04/2019 - A Metaponto sequestrato un camping
21/04/2019 - Droga.Ferrandina: controllo antidroga in circolo privato. Arrestato un 27enne

SPORT

21/04/2019 - Karate: Pasqua d'oro a Rabat
20/04/2019 - Ritorna alla vittoria il Potenza Calcio
20/04/2019 - P2M En&Gas Potenza,ipoteca sul titolo regionale di Serie D maschile
20/04/2019 - Futsal Senise: i Giovanissimi bissano il primato regionale

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

21/04/2019 Riaperta al traffico la Strada Provinciale 5 (ex SS 176) nei pressi di Craco

È stata riaperta al transito la Strada Provinciale 5 (ex SS 176), all’altezza del km 4+100, lungo il tratto Pisticci - Craco.
Dopo l’immediata ordinanza di chiusura della strada disposta tre giorni fa a seguito di controlli che evidenziavano un cedimento di un muro andatore sui cui poggia la rampa di accesso al noto ponte Bailey, la Provincia di Matera si è tempestivamente adoperata per mettere in sicurezza quella zona e garantire così la pubblica incolumità degli utenti.
Già ieri mattina, infatti, dopo l’intervento di somma urgenza effettuato, si è proceduto alla riapertura della strada provinciale al transito dei mezzi.

20/04/2019 Sospensione idrica oggi 20 Aprile in Basilicata

Potenza: a causa deld protrarsi dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in contrada Poggio Cavallo, contrada Rossellino, via Rifreddo e via De Nicola resterà sospesa fino alla mezzanotte.

19/04/2019 Sospensione idrica a Rionero In Vulture

Rionero in Vulture: per consentire lavori di manutenzione straordinaria del serbatoio cittadino, martedì 23 aprile l’erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14 alle ore 7 del mattino successivo, salvo imprevisti. La sospensione riguarderà l’intero abitato ad eccezione delle frazioni di Monticchio e delle seguenti zone: contrada Scascione, contrada Ventaruolo, contrada Colonnello, via del Brigantaggio, via Padre Tortorella, viale della Bramea, via della Ninfea Bianca, via Alborella Vulturina, via Fontana Castagno e strade limitrofe.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo