HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Cersosimo: sindaco e giunta sul piede di guerra per chiusura ufficio postale

13/05/2013



“Come rappresentante del Comune sono indignato per la scarsa considerazione, solidarietà e sostegno di fronte ad un’ impari scontro con Poste Italiane s.p.a.”. Parole che lasciano intravedere tutta l’amarezza del sindaco Pietro Gulmì, sulla delicata “querelle” che vede il Comune in prima linea a difendere i diritti dei suoi cittadini. Uno stato d’animo che si trasforma, subito dopo, in una vera e propria requisitoria, dura e circostanziata.“Poste Italiane – dice - si arroga tirannicamente il diritto di chiudere a suo piacimento l’unico ufficio postale esistente con la conseguenza di farci sentire “di serie b”, con code stressanti allo sportello e incredibili disservizi. Una decisione peraltro- lamenta - assunta in modo arbitrario e all’insaputa di tutti”. Una situazione che sta penalizzando l’economia del paese e le fasce deboli della comunità. Il Sindaco, nei giorni scorsi, in una lettera, ha sottolineato tutte le criticità del caso, chiedendo un incontro pubblico a Poste Italiane, questo per “spiegare alla popolazione di Cersosimo i motivi di una decisione che lascia stupefatti”. Ma a tutt’oggi-lamenta il primo cittadino- nessuna risposta. Gulmì e la sua Giunta, dunque, hanno deciso di prendere un’altra strada, quella del ricorso al Tar Basilicata, per chiedere ed ottenere l’annullamento del provvedimento. Il Tribunale amministrativo nei giorni scorsi ha fissato l’udienza di merito a ottobre, così come per il comune di Castelmezzano, ma in questo caso la chiusura dell’ufficio postale – spiega Gulmì- è stato congelato sino all’udienza. Questo significa che a Castelmezzano, piccolo comune con stesse caratteristiche geo-morfologiche ed economico-sociali di Cersosimo, l’ufficio postale funzionerà tutti i giorni, in attesa di quello che sarà il disposto del 17 ottobre.“E’ difficile spiegarmi e spiegare – evidenzia- ai miei concittadini come mai lo stesso collegio giudicante abbia una disparità di giudizio cosi evidente, almeno negli effetti concreti”.Comunque, il rappresentante dell’importante centro del Sarmento non arretra di un centimetro, convinto che bisogna lottare sino in fondo “per difendere le conquiste sociali e civili ottenute anche grazie al sacrificio di tanti nostri concittadini”. Gulmì, si dice “fiducioso e confidente nell’operato di tutte le istituzioni deputate a garantire sempre e comunque i diritti di tutti”, ma allo stesso tempo rappresenta l’angoscia della popolazione che, giorno dopo giorno, si vede scippare uffici e servizi, mortificando, così, uomini e donne figli di una Patria che i loro padri hanno contribuito a far nascere, ma che lo Stato e alcuni suoi Governi, da qualche anno, stanno minando dalle fondamenta.
Vincenzo Diego



ALTRE NEWS

CRONACA

24/06/2019 - Fca: a Melfi stop produzione in 30 turni
24/06/2019 - Carenze personale medico UOC Neonatologia e TIN al San Carlo
24/06/2019 - Incidente Sinnica con cinghiale: da venerdì la carcassa dell'animale è ancora lì
23/06/2019 - Incendio a Policoro nei pressi della ferrovia

SPORT

24/06/2019 - Presentata a Policoro la ''Academy Picerno''
24/06/2019 -  US Castelluccio: si riparte con il gioiellino Mecca fra i pali
24/06/2019 - Serie C, Picerno: nominati direttore sportivo e responsabile area tecnica
24/06/2019 - Risultati sportivi cittadini montesi

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

22/06/2019 Castelluccio Inferiore: martedì, work conference sul Pollino

A Castelluccio Inferiore, nella Sala Consiliare di Largo Marconi, alle ore 18 di mercoledì 26 giugno, si svolgerà una work conference intitolata: “Territori e Sviluppo Sociale nel Pollino”, “Aspetti nutraceutici e sociali delle piante officinali”. L’incontro è organizzato da A’Naca Basilicata, orizzonti sostenibili.
Interverranno: il sindaco di Castelluccio Inferiore Paolo Francesco Campanella, per i saluti istituzionali; Francesco Forte (di A’Naca Basilicata, la sfida sociale per la sostenibilità) e Francesca Scannone (di e-nutrition, piante officinali), entrambi della Fondazione Eni Enrico Mattei; Aldo Aufierro (Masseria Meldoro 2.0, la fattoria del benessere), di Masseria Meldoro Coop. Sociale; Egidia Salomone (la filiera delle erbe officinali), di Evra; Domenico Cerbino (le piante officinali del Pollino), di Alsia.

22/06/2019 Sospensione idrica a Matera

Matera: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in viale Italia resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

22/06/2019 Sospensione Idrica a Potenza

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Centomani e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 08:30 alle ore 11:00, salvo imprevisti.

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo