HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Quando Andreotti arrivò a Senise

7/05/2013



All’ingresso di un ristorante senisese, in una cornice di legno, c’è una foto in bianco e nero, a tratti scolorita. Chi entra ed esce dal locale, spesso, non se ne accorge. Ma per chi vi si sofferma appare chiaro che un pezzo di storia italiana è passata anche da lì. Perché Giulio Andreotti, amato e odiato nella stessa misura, si è lasciato alle spalle la certezza di aver portato su quella schiena curva più di un pezzo della storia del Paese.
Erano i primi mesi del 2001. Da lì ad un anno lo scenario politico avrebbe conosciuto la fondazione di un movimento politico che, benché senza grande e duratura fortuna, avrebbe comunque rappresentato un avvenimento. Perché quei mesi di inizio millennio stavano rappresentando anche la gestazione del partito Democrazia Europea (DE) d'ispirazione cattolica e centrista, fondato e guidato da Sergio D'Antoni. Ad appoggiare Democrazia Europea c’era anche lui: Giulio Andreotti, che avrebbe dato un contributo non indifferente alla formazione del nuovo partito. Lo stava facendo già in quei primi mesi del nuovo millennio. Era il suo viaggio nel meridione d’Italia. Un viaggio che lo portò anche a Senise, anche grazie allo stretto rapporto con Angelo Chiorazzo. Andreotti, “l’instancabile” come ricordano alcuni, tenne due incontri: uno con gli studenti e l’altro nel cineteatro di Francavilla sul Sinni.


Tra i due il primo, soprattutto, risultò sostanzioso nella forma e nei contenuti. “Andreotti voleva incontrare i giovani, stare in mezzo a loro- ricorda, ancora oggi, l’allora sindaco di Senise Luigi Le Rose- per lui i giovani rappresentavano una risorsa importante. L’incontro si svolse presso l’Istituto di Istruzione Superiore “L.Sinisgalli”. Lui intervenne e poi venne dato spazio ai ragazzi per porre domande ed esporre riflessioni”. Quella sera ci si ritrovò nel ristorante “Le Macine”. Amministratori ed ex amministratori, giovani protagonisti, membri di Comunione e Liberazione, “tutti ex democristiani”, ascoltavano Andreotti parlare di politica estera, della difficile situazione in medio Oriente, dell’Italia, di economia. “Nonostante l’età avanzata era dotato di una forza fisica e di una lucidità psichica incredibili- ricorda ancora Le Rose-ricordava nel dettaglio tutti gli avvenimenti che avevano segnato il corso della storia. A tal proposito ricordo un aneddoto: ad un certo punto si era fatto molto tardi. Il suo segretario particolare ci chiamò da parte e ci pregò di convincerlo a desistere per andare a dormire. Nonostante le ore piccole, ricordo, la mattina successiva si svegliò alle cinque”. Quella notte pernottò nel “Casale Donnaperna”, su una collinetta che sovrasta l’abitato di Senise. “Durante la colazione- racconta l’allora sindaco- ci disse che era felice di aver visitato quel luogo”. “E’ un posto incantevole- disse- ho sentito il cinguettìo degli uccelli e, questo, non mi capitava da tanto”.


Mariapaola Vergallito


Nella foto 1, assieme ad Andreotti, si riconoscono l'onorevole Cosimo Latronico, l'avvocato, Giuseppe Arbia, l'ex sindaco di Senise Giovanni Chiorazzo, il sindaco di allora Luigi Le Rose e l'ex sindaco di Scanzano Mario Altieri.

Nella foto 2, offerta dagli avvocati Giuseppe Arbia e Claudia Mancuso (in piedi), l'onorevole Cosimo Latronico e l'ex sindaco Luigi Le Rose



ALTRE NEWS

CRONACA

24/06/2019 - Fca: a Melfi stop produzione in 30 turni
24/06/2019 - Carenze personale medico UOC Neonatologia e TIN al San Carlo
24/06/2019 - Incidente Sinnica con cinghiale: da venerdì la carcassa dell'animale è ancora lì
23/06/2019 - Incendio a Policoro nei pressi della ferrovia

SPORT

24/06/2019 - Presentata a Policoro la ''Academy Picerno''
24/06/2019 -  US Castelluccio: si riparte con il gioiellino Mecca fra i pali
24/06/2019 - Serie C, Picerno: nominati direttore sportivo e responsabile area tecnica
24/06/2019 - Risultati sportivi cittadini montesi

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

22/06/2019 Castelluccio Inferiore: martedì, work conference sul Pollino

A Castelluccio Inferiore, nella Sala Consiliare di Largo Marconi, alle ore 18 di mercoledì 26 giugno, si svolgerà una work conference intitolata: “Territori e Sviluppo Sociale nel Pollino”, “Aspetti nutraceutici e sociali delle piante officinali”. L’incontro è organizzato da A’Naca Basilicata, orizzonti sostenibili.
Interverranno: il sindaco di Castelluccio Inferiore Paolo Francesco Campanella, per i saluti istituzionali; Francesco Forte (di A’Naca Basilicata, la sfida sociale per la sostenibilità) e Francesca Scannone (di e-nutrition, piante officinali), entrambi della Fondazione Eni Enrico Mattei; Aldo Aufierro (Masseria Meldoro 2.0, la fattoria del benessere), di Masseria Meldoro Coop. Sociale; Egidia Salomone (la filiera delle erbe officinali), di Evra; Domenico Cerbino (le piante officinali del Pollino), di Alsia.

22/06/2019 Sospensione idrica a Matera

Matera: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in viale Italia resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

22/06/2019 Sospensione Idrica a Potenza

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Centomani e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 08:30 alle ore 11:00, salvo imprevisti.

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo