HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Quattro ragazzi denunciano l'abbandono di amianto nel cuore del Pollino

4/05/2013



Una denuncia arrivata a noi e indirizzata contemporaneamente al Direttore dell’Ente Parco Nazionale del Pollino. E’ quella dei ragazzi e delle ragazze della scuola familiare “Don Milani” di Terranova di Pollino che, con il loro insegnante e un geologo amico, sono andati a studiare le rocce di Timpa delle Murge e Timpa Pietrasasso. “E’ il nostro museo geovulcanologico naturale- dicono- vengono visitatori da tutto il mondo”. “L’anno scorso- spiega Vincenzo- ho incontrato un geologo cinese venuto dalla California che mi ha spiegato l’importanza delle rocce vulcaniche presenti in questa zona. Ma quello che vogliamo segnalare ora è la presenza di “amianto” abbandonato nella natura. Siamo andati con le macchine al bivio di Pietrasasso. Appena scesi abbiamo visto un mucchio di lastre di eternit nel verde tra i fiori del prato. Chiediamo a chi di competenza di toglierle al più presto”.
Nel cuore del Parco i rifiuti, soprattutto questo genere di rifiuti, non devono avere possibilità di esistere. Per questo ringraziamo la segnalazione dei ragazzi che, oltre di avere familiarità con lo studio geovulcanologico, dimostrano di essere dotati di grande senso civico e amore per la natura.


Vincenzo Fittipaldi, Pasquale Lanza, Maddalena PiaTufaro, Francesca Genovese



Allegata alla segnalazione abbiamo trovato anche questa breve descrizione dell’incontro con il geologo che, un anno prima, tanto colpì i ragazzi.



L’incontro con il geologo cinese.


La mattina del 18 agosto 2012 sono andato a pascolare le mucche alle Murge in contrada Casa del Conte, dove la mia famiglia ha l’azienda agricola. Ero sulla vetta con la mia cavalla e avevo davanti un panorama meraviglioso.
Verso le dieci ho visto arrivare una macchina che si è fermata a metà strada sotto la Timpa delle Murge. Dall’automobile è uscito un giovane uomo, che, dopo aver preso la fotocamera , il binocolo e un bloknotes, si è incamminato tra le rocce.
Ha girato tutto il giorno raccogliendo campioni, scattando fotografie e prendendo appunti sul taccuino. Verso le 14,30 è venuto a piovere e l’uomo è stato costretto a correre verso la vettura. Anch’ io sono sceso a galoppo sulla cavalla attirando la sua attenzione. Così ci siamo incontrati.
Mi ha chiesto :
- Vieni tutti i giorni qui?
- Si, quasi tutti i giorni.
- Sono tuoi gli animali ?
- Si, sono della mia famiglia.
Poi ho chiesto io a lui :
- Da dove venite ?
- Dalla California.
- Perché siete venuto proprio in questo luogo?
- Perché sono un geologo cinese e in questo posto si trovano tutte insieme e in superficie rocce particolari.

Mi ha spiegato che quelle rocce erano vulcaniche e che la roccia verde-scura conteneva la tremolite. La polvere di questa roccia se viene respirata produce danni ai polmoni. Ci siamo salutati. Lui è ripartito ed io ho continuato a pascolare gli animali.
Sono rimasto molto colpito che questo cinese era venuto da tanto lontano per studiare queste nostre rocce .

A scuola ho raccontato di questo incontro e abbiamo deciso di studiare le rocce della zona di Timpa delle Murge e Timpa Pietrasasso. Aiutati da un geologo abbiamo saputo che questa zona è chiamata :” MUSEO GEOVULCANOLOGICO NATURALE “.
Abbiamo deciso di fare tutti insieme una ricerca che abbiamo intitolato.


Il museo geovulcanologico naturale delle Murge e Pietrasasso

Vincenzo Fittipaldi – Scuola ICARE Don Milani-Terranova di Pollino



ALTRE NEWS

CRONACA

21/11/2018 - Sequestrati 316.000 euro ad una nota società materana
20/11/2018 - Sinnica: autocarro esce fuoristrada e finisce nell'alveo del fiume
20/11/2018 - Espianto multi organo al San Carlo
20/11/2018 - Stalking:a Matera un 30enne agli arresti e un divieto di avvicinamento per 45enn

SPORT

21/11/2018 - Futsal Senise battuto dal Marsico e fuori dalla coppa
21/11/2018 - Seconda Ctg/C, riepilogo: per l’ACS primato e dolore
21/11/2018 - Matera Calcio U17 e U15_recuperi Vibo Valentia
21/11/2018 - Prima Ctg/B, riepilogo: si conferma il trio di testa

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/11/2018 Comunicazione di sospensione idrica

Sasso di Castalda: a causa delle abbondanti precipitazioni che hanno causato l'intorbidimento delle sorgenti, l'erogazione idrica è stata sospesa e sarà ripristinata non appena lo consentiranno le condizioni metereologiche. Nel frattempo, Acquedotto Lucano ha istituito il servizio sostitutivo tramite autobotte ubicata nel piazzale antistante il municipio.
Genzano di Lucania: a causa di un guasto elettrico all' impianto di sollevamento idrico si potrebbero verificare sospensioni dell'erogazione o cali di pressione fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti contrade: Sterpara, Pile, Piani di Giorgio e zone limitrofe.
Brienza: a causa delle abbondanti precipitazioni che hanno causato l’intorbidimento delle sorgenti, l’erogazione idrica é stata sospesa e sarà ripristinata non appena lo consentiranno le condizioni metereologiche. Nel frattempo, Acquedotto Lucano ha istituito il servizio sostitutivo tramite autobotte

19/11/2018 Maltempo. Allerta meteo sulla Basilicata e Puglia

Dal pomeriggio di lunedì e per le successive 24 – 36 ore, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sulla Campania, in estensione dalle prime ore di martedì 20 novembre, a Basilicata e Calabria, specie settori tirrenici, e alla Puglia meridionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

19/11/2018 Sospensione idrica a Matera

Matera: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica in via Dante tra via Manzoni e via delgi Svevi, resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo