HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Valle del Serrapotamo: è ufficiale l'unione dei Comuni

24/01/2013



E’ una realtà anche nella Valle del Serrapotamo: lo scorso 16 gennaio è stato sottoscritto l’atto di Convenzione dell'Associazione Intercomunale "Valle del Serrapotamo" tra i comuni di Fardella, Calvera, Carbone, Castronuovo di Sant'Andrea e Teana. Cinque dei sei comuni della Valle (il sesto è Chiaromonte) con una densità demografica complessiva di circa 3mila abitanti (meno dei 5mila abitanti, per come è prevista la gestione associata delle funzioni fondamentali dei Comuni con popolazione fino a 5mila abitanti, ovvero 3mila abitanti se appartenenti o appartenuti a Comunità Montane). I sindaci sono Vincenzo Fiorenza (Teana), Mario Chiorazzo (carbone, Giuseppe Libertella (Calvera), Sandro Berardone (Castronuovo di Sant’Andrea) e Domenica Orofino (Fardella).
I cinque Comuni serrapotini hanno associato le prime 3 funzioni fondamentali: il catasto, ad eccezione delle funzioni mantenute allo Stato dalla normativa vigente; le attività, in ambito comunale, di pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi; la progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini, secondo quanto previsto dall'articolo 118, quarto comma, della Costituzione.
Per ogni funzione è stato individuato un Comune capofila che avrà il compito di coordinare le attività previste nei confronti degli altri quattro Comuni.
Rispettivamente: per quanto riguarda le funzioni che riguardano il catasto, capofila è il Comune di Teana che, ricordiamo, è anche comune capofila dell’Area Programma Pollino-Lagonegrese; per le attività di pianificazioni che sono di competenza comunale capofila è il Comune di Fardella; infine, la progettazione e la gestione del sistema locale dei servizi sociali spetterà, come capofila, al Comune di Carbone. “I comuni interessati- così come è previsto dalla normativa- hanno comunanza di fabbisogni, di caratteristiche e consistenza demografica, territoriale, economica ed esprimono l'esigenza di gestire in modo associato le funzioni fondamentali nella forma più semplice e adattabile alle esigenze del territorio e della popolazione”. Ciò implica che il servizio o la funzione trasferita all'Unione viene sottratta alla titolarità diretta del Comune, e rientra nella titolarità dell'Unione dei Comuni. In ciò si esprime una prima differenza rispetto alle semplici convenzione di gestione dei servizi, in cui la titolarità del servizio permane in capo al comune convenzionato, mentre il comune capofila semplicemente esercita lo stesso su delega degli altri. La gestione associata è rivolta, prioritariamente, al raggiungimento di una migliore qualità dei servizi erogati, di contenimento della spesa per la gestione di tali servizi e di avviamento e rafforzamento delle modalità di concertazione territoriale. Il tutto per garantire la vera e propria sopravvivenza di questi presidi istituzionali in un’ottica di sostenibilità economica e funzionale. E per garantire, nonostante le difficoltà oggettive derivanti, soprattutto, dai piccoli numeri e, in alcuni casi, dalle infelici posizioni geografiche, la messa a sistema di forme di programmazione territoriali e di spesa comuni. Senza dimenticare l’importanza di avere un peso diverso, anche e soprattutto politico, che cinque comuni associati, come in questo caso, hanno. La prima riunione della Conferenza dei Sindaci dei comuni associati si è svolta presso il Comune di Carbone.


Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

21/11/2018 - Sequestrati 316.000 euro ad una nota società materana
20/11/2018 - Sinnica: autocarro esce fuoristrada e finisce nell'alveo del fiume
20/11/2018 - Espianto multi organo al San Carlo
20/11/2018 - Stalking:a Matera un 30enne agli arresti e un divieto di avvicinamento per 45enn

SPORT

21/11/2018 - Futsal Senise battuto dal Marsico e fuori dalla coppa
21/11/2018 - Seconda Ctg/C, riepilogo: per l’ACS primato e dolore
21/11/2018 - Matera Calcio U17 e U15_recuperi Vibo Valentia
21/11/2018 - Prima Ctg/B, riepilogo: si conferma il trio di testa

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/11/2018 Comunicazione di sospensione idrica

Sasso di Castalda: a causa delle abbondanti precipitazioni che hanno causato l'intorbidimento delle sorgenti, l'erogazione idrica è stata sospesa e sarà ripristinata non appena lo consentiranno le condizioni metereologiche. Nel frattempo, Acquedotto Lucano ha istituito il servizio sostitutivo tramite autobotte ubicata nel piazzale antistante il municipio.
Genzano di Lucania: a causa di un guasto elettrico all' impianto di sollevamento idrico si potrebbero verificare sospensioni dell'erogazione o cali di pressione fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti contrade: Sterpara, Pile, Piani di Giorgio e zone limitrofe.
Brienza: a causa delle abbondanti precipitazioni che hanno causato l’intorbidimento delle sorgenti, l’erogazione idrica é stata sospesa e sarà ripristinata non appena lo consentiranno le condizioni metereologiche. Nel frattempo, Acquedotto Lucano ha istituito il servizio sostitutivo tramite autobotte

19/11/2018 Maltempo. Allerta meteo sulla Basilicata e Puglia

Dal pomeriggio di lunedì e per le successive 24 – 36 ore, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sulla Campania, in estensione dalle prime ore di martedì 20 novembre, a Basilicata e Calabria, specie settori tirrenici, e alla Puglia meridionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

19/11/2018 Sospensione idrica a Matera

Matera: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica in via Dante tra via Manzoni e via delgi Svevi, resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo