HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise, viene giù il muro di via Marconi

19/01/2013



Alla fine è successo. Era l’11 giugno del 2009 e Lasiritide.it raccoglieva la segnalazione di 8 cittadini senisesi, alcuni dei quali si erano rivolti alla nostra testata, mostrandoci una sottoscrizione e una richiesta a Regione Basilicata, Comune di Senise, Carabinieri e Prefettura, per chiedere un “intervento urgente al fine di evitare problemi alla pubblica incolumità”. Il problema? Un muro di contenimento posto al di sotto della palazzina che stava visibilmente cedendo. Una storia vecchia, che, negli ultimi mesi, si era però aggravata e che aveva causato una spaccatura nella piccola balconata sorretta dal muro. guarda il video

Ieri il muro ha ceduto. Dopo il sopralluogo dei tecnici comunali, il sindaco ci spiega al telefono di aver emesso “un’ordinanza per intimare ai proprietari interventi urgenti perchè si tratta di proprietà privata e, intanto, vietare l’utilizzo dei garage che si trovano nei pressi del muro crollato”. L'edificio sovrastante non è stato sgomberato perchè non ci sarebbero legami con il crollo del muro.

Si tratta di un lavoro realizzato anni addietro, fatto forse non troppo bene, per il quale i proprietari degli appartamenti e dei locali nell’edificio di via Marconi non volevano né sentirsi responsabili né, tantomeno, rischiare, per loro stessi e per gli altri. Questo avevano dichiarato nel 2009.
Dall’esterno si vedeva chiaramente che il muro di contenimento che stava cedendo, in parte nascosto dalle sterpaglie, non aveva grosse fondazioni, anzi, sembrava “poggiato” sul terreno, “in un luogo in cui originariamente c’era un fosso” come ricordano alcuni. Storicamente non è nato assieme all’edificio, ma in un secondo momento, probabilmente assieme alla viuzza che porta sul retro, per ricavare il piccolo piazzale retrostante che dà ai locali interrati. Per questo motivo il muro non dovrebbe essere collegato necessariamente ad una instabilità dell’edificio. “Un eventuale cedimento del muro - era scritto in un articolo del 2009- causerebbe sicuramente un riversamento del terreno utilizzato per la sua costruzione (e impregnato e appesantito a causa di una perdita d’acqua qualche anno fa) nello spazio sottostante, accanto alle altre case”.

Mariapaola Vergallito
Lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

24/03/2019 - Elezioni regionali Basilicata. Affluenza sopra il 50%. I dati dello scrutinio
24/03/2019 - Elezioni regionali Basilicata. Alle 19 l'affluenza intorno al 40%
24/03/2019 - Rionero in Vulture. Due donne tentano furto in auto, ma vengono arrestate
24/03/2019 - Elezioni regionali di Basilicata. I primi dati sull'affluenza

SPORT

24/03/2019 - Serie D, G/H: il Picerno vince ancora e vola in classifica
24/03/2019 - Atletico Lauria, Riccio: ‘Vinto sempre nel rispetto degli avversari’
24/03/2019 - Tre punti fondamentali per il quinto posto della Geosat Geovertical
24/03/2019 - La PM Asci Potenza sconfitta nello scontro diretto con la Pegaso 93

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

24/03/2019 Calcio 2^ Ctg./C: risultati 17^ giornata

ACS =9 – Real Chiaromonte 1-1
Lanese – Real Grumento 2-1
Sanseverinese – Sporting Lucania 6-2
Proloco Spinoso – City Sport Agromonte 2-3

24/03/2019 Calcio 1^ Ctg./B: risultati 23^ giornata

Peppino Campagna – A.Montalbano 3-0
VR Episcopia – Città Dei Sassi Matera 1-1
Tramutola – Elettra Marconia 1-1
Irsina – L.Montescaglioso 4-1
Salandra – Montemurro 3-0
Castelsaraceno – Tursi 0-1
Tricarico – Viggianello 6-3

24/03/2019 Risultati campionati Regionali

ECCELLENZA 28 Giornata
Avigliano – Grumentum 0-6
Lavello – Latronico 3-0
Moliterno – Policoro 0-3
Murese – Melfi 1-3
Real Metapontino – Vultur 0-0
Real Senise – Real Tolve 3-0
Ripacandida – Ferrandina 1-1
Montescaglioso – Pomarico 2-0

PROMOZIONE 25^ Giornata
A. Lauria – Miglionico 5-0
Calcio San cataldo – Anzi 3-2
Lu Tito – Castelluccio 3-4
Oppido – Virtus Bella 6-0
Possidente – Paternicum 0-3
RAF Vejanum – Oraziana Venosa 1-1
Santarcangiolese – Brienza 0-2

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo