HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Poste: l'Anci annuncia ricorso al Tar; in centinaia in corteo contro i tagli

14/01/2013



L’Anci Basilicata e il governo regionale, rappresentati rispettivamente dal presidente Vito Santarsiero e dall’assessore regionale Vincenzo Viti, al termine della manifestazione che si è svolta questa mattina con i sindacai lucani e i comitati locali a difesa degli sportelli postali presenti sul territorio, hanno approvato un documento in cui annunciano di ricorrere al Tar per l’annullamento dei provvedimenti assunti da Poste Italiane.
I firmatari “ritengono gravissima la rinuncia di Poste Italiane a partecipare all’incontro promosso per oggi con Anci e Regione per discutere della questione connessa alle decisioni di chiusura e razionalizzazione di Uffici postali nella Regione Basilicata” e considerano tale comportamento “un atteggiamento ostile che rischia di compromettere definitivamente le relazioni istituzionali tra il Sistema dei Comuni e Poste Italiane”. Ritenendo inoltre “ingiustificati i provvedimenti di chiusura e razionalizzazione”, chiedono alla Regione Basilicata ed alle Province di Potenza e Matera di “intervenire in maniera decisa, investendo della questione anche le assisi consiliari, in continuità con il lavoro svolto sino ad oggi con l’Anci per favorire una intesa con Poste Italiane su tutte le problematiche, nonché per la revoca dei provvedimenti assunti. In tale contesto si invitano i livelli istituzionali superiori a sospendere le intese in corso per nuove attribuzioni a Poste Italiane nelle more della definizione di un accordo più complessivo”.
All’incontro indetto dall’Anci hanno partecipato anche rappresentanti Provinciali e parlamentari lucani.



Intanto circa cinquecento persone – tra cui sindaci, amministratori locali e sindacalisti – hanno partecipato stamani a Potenza alla manifestazione organizzata per protestare contro la chiusura di molti uffici postali in Basilicata: il corteo è stato preceduto da una quindicina di trattori, bloccando il traffico tra via del Gallitello e via Anzio, fino alla sede della Regione, meta dei manifestanti.

Il corteo è cominciato nei pressi della galleria dell’Unità d’Italia: doveva essere concomitante a un incontro tra i dirigenti nazionali di Poste italiane, la Regione e gli amministratori locali, poi annullato per l’assenza dell’azienda. Molti cittadini hanno consegnato le tessere elettorali ad alcuni organizzatori presenti al corteo, spiegando che “i tagli agli uffici porteranno molti elettori a non votare”. Tanti sono stati anche gli striscioni esposti, in cui si chiede un intervento della politica, e dei politici lucani, e si critica l'atteggiamento avuto finora nei confronti di Poste italiane.

Il sindaco di Potenza e presidente regionale dell’Anci lucana, Vito Santarsiero, ha spiegato che in Basilicata il numero di operazioni effettuate negli uffici è molto superiore alla media nazionale, e sicuramente maggiore della soglia minima prevista per il mantenimento di una struttura. A questo si aggiunge, ha proseguito Santarsiero, il fatto che i lucani sono tra i risparmiatori più costanti d’Italia, e i loro risparmi vanno nelle casse delle Poste: oltre a disagi pesanti per i cittadini, in caso di chiusura questo non accadrebbe più.



ALTRE NEWS

CRONACA

24/06/2019 - Potenza. Minaccia di morte l'ex moglie, arrestato
24/06/2019 - Fca: a Melfi stop produzione in 30 turni
24/06/2019 - Carenze personale medico UOC Neonatologia e TIN al San Carlo
24/06/2019 - Incidente Sinnica con cinghiale: da venerdì la carcassa dell'animale è ancora lì

SPORT

24/06/2019 - Presentata a Policoro la ''Academy Picerno''
24/06/2019 -  US Castelluccio: si riparte con il gioiellino Mecca fra i pali
24/06/2019 - Serie C, Picerno: nominati direttore sportivo e responsabile area tecnica
24/06/2019 - Risultati sportivi cittadini montesi

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

22/06/2019 Castelluccio Inferiore: martedì, work conference sul Pollino

A Castelluccio Inferiore, nella Sala Consiliare di Largo Marconi, alle ore 18 di mercoledì 26 giugno, si svolgerà una work conference intitolata: “Territori e Sviluppo Sociale nel Pollino”, “Aspetti nutraceutici e sociali delle piante officinali”. L’incontro è organizzato da A’Naca Basilicata, orizzonti sostenibili.
Interverranno: il sindaco di Castelluccio Inferiore Paolo Francesco Campanella, per i saluti istituzionali; Francesco Forte (di A’Naca Basilicata, la sfida sociale per la sostenibilità) e Francesca Scannone (di e-nutrition, piante officinali), entrambi della Fondazione Eni Enrico Mattei; Aldo Aufierro (Masseria Meldoro 2.0, la fattoria del benessere), di Masseria Meldoro Coop. Sociale; Egidia Salomone (la filiera delle erbe officinali), di Evra; Domenico Cerbino (le piante officinali del Pollino), di Alsia.

22/06/2019 Sospensione idrica a Matera

Matera: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in viale Italia resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

22/06/2019 Sospensione Idrica a Potenza

Potenza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Centomani e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 08:30 alle ore 11:00, salvo imprevisti.

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo