HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Provincia Pz: tutti i lavori della Basilicata "connessa"

9/01/2013



Una piccola provincia, con un difficile rapporto tra estensione del territorio e numero di cittadini, come quella di Potenza può crescere solo se riesce a migliorare i collegamenti interni per agganciarsi alla grande rete infrastrutturale del Mezzogiorno. Tra gli assi portanti contenuti nel Piano strutturale provinciale (Psp) - documento di programmazione nel quale si afferma il proposito di guardare al territorio non più come luogo di vincoli di assetto urbanistico, ma come risorsa da utilizzare nelle sue varie componenti materiali e umane - c'è anche quello della "Basilicata connessa". L’idea che la Provincia ha della Basilicata del futuro è quella di una regione-Mezzogiorno immaginandola da un lato come connessa ai principali nodi della rete della mobilità e dall'altro avvicinandola a se stessa nel senso di rendere più fitto il sistema delle reti, tanto da alleggerire il peso imponente della scarsa densità di popolazione.

Viabilità
Il bisogno di interventi infrastrutturali nel nostro territorio e la necessità di ammodernamento e completamento della viabilità ha dovuto fare i conti, in questa negativa congiuntura economica, con la crisi della finanza pubblica e con i rilevanti tagli imposti alla rete dell’autonomie locali, che hanno indebolito la capacità del sistema pubblico di offrire risposte adeguate alle istanze di cittadini e territori. In tale contesto di difficoltà per l’economia locale e di crisi conclamata per il comparto delle costruzioni, la Provincia di Potenza ha tuttavia concentrato i propri sforzi, sbloccando finanziamenti e procedimenti amministrativi che impedivano la cantierizzazione o il completamento di opere stradali di fondamentale importanza per l’intero territorio provinciale. Nei primi tre anni della consiliatura sono state programmate, e negli ultimi 12 mesi appaltate, consegnate ed in parte già ultimate, 50 opere per un investimento di oltre 9,5 Meuro:
1 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 38 "di Fonti" Frana S.Chirico Nuovo 500.000,00 euro
2 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 4 "del Pollino" Frana di Chiaromonte 510.000,00 euro
3 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 8 "del Vulture" Frana 520.000,00 euro
4 Lavori di ripristino frana sulla S.P. EX SS. 7 "Appia" 300.000,00 euro
5 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 102 "di Mezzana" e Rifacimento Ponti 300.000,00 euro
6 Lavori di ripristino frana sulla S.P. EX SS 19 "delle Calabrie" 300.000,00 euro
7 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 6 "Appula " I° Tronco 250.000,00 euro
8 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 37 "della Grancia" 250.000,00 euro
9 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 13 "di Campomaggiore -Pietrapertosa" 250.000,00 euro
10 Lavori di ripristino frana sulla S.P. EX SS 103 "di Val D'Agri" 200.000,00 euro
11 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 15 350.000,00 euro
12 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 35 "Oppido - Tolve" 130.000,00 euro
13 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 20 "Ionica" 120.000,00 euro
14 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 113 " del Bosco di S. Giuliano" 100.000,00 euro
15 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 16 "Marsicana" I° Tronco 300.000,00 euro
16 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 92 "Bella - S. Cataldo - Avigliano" 250.000,00 euro
17 Lavori di ripristino frana sulla S.P. EX SS. 381"Passo delle Crocelle" 100.000,00 euro
18 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 4 " del Pollino" 100.000,00 euro
19 Lavori di ripristino frana sulla S.P. EX SS 104 " di Sapri" 100.000,00 euro
20 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 45 "di Nemoli" 100.000,00 euro
21 Lavori di ripristino frana sulla S.P. EX SS. 93 "Appulo Lucano" 300.000,00 euro
22 Lavori ripristino frana su S.P. EX SS. 169 "di Genzano" - Diga Genzano 300.000,00 euro
23 Manutenzione Straordinaria SSPP ex SS 93- 6/1° tr. - 87 - 136 - 71 70.000,00 euro
24 Manutenzione Straordinaria SP. n. 30 - SP n 92 70.000,00 euro
25 Manutenzione Straordinaria SP ex SS 7 "Appia" - SP 5 "Sellata" 70.000,00 euro
26 Manutenzione Straordinaria SP ex SS 407 60.000,00 euro
27 Manutenzione Straordinaria SP n. 132 100.000,00 euro
28 Manutenzione Straordinaria SP n. 83 Picerno - Baragiano 70.000,00 euro
29 Manutenzione Straordinaria SP16/1° tr.- Km.27+00 al Km. 41+0 100.000,00 euro
30 Manutenzione Straordinaria SP 16/1° tr. Km.11+00 al km.26+00 100.000,00 euro
31 Manutenzione Straordinaria SP n. 60 Lagotodaro 100.000,00 euro
32 Manutenzione Straordinaria SP n. 13 Castelmezzano 100.000,00 euro
33 Manutenzione Straordinaria SP ex SS 103 Comunedi Viggiano 100.000,00 euro
34 Manutenzione Straordinaria SP n. 19 - 36 - 40 100.000,00 euro
35 Manutenzione Straordinaria SP. ex SS 276 100.000,00 euro
36 Manutenzione Straordinaria SP n. 26 Lagonegrese 100.000,00 euro
37 Manutenzione Straordinaria SP n. 99 - SP n. 91 100.000,00 euro
38 Manutenzione Straordinaria SP ex SS 93 tra Atella e Rionero 100.000,00 euro
39 Manutenzione Straordinaria SP 18 - Ex SS 168 60.000,00 euro
40 Manutenzione Straordinaria SP n. 63 - Ex SS 92 - SP 64 75.000,00 euro
41 Manutenzione Straordinaria SP n 4 - Ex SS 104 - SP 82 75.000,00 euro
42 Manutenzione Straordinaria SP n. 101 - SP 46 75.000,00 euro
43 Manutenzione Straordinaria SP n. 34 - SP 28 75.000,00 euro
44 Manutenzione Straordinaria SP n. 3 Bis 100.000,00 euro
45 Manutenzione Straordinaria ex SS 104 - SP 3 - SP 27 -SP 44 - ex SS 19 100.000,00 euro
46 Manutenzione Straordinaria SP n. 19 "Moliternese" 100.000,00 euro
47 Manutenzione Straordinaria SP ex SS 168 "di Venosa" 100.000,00 euro
48 Manutenzione Straordinaria SP 24 - 90 - 111 - ex SS 303 100.000,00 euro
49 Manutenzione Straordinaria SP 22 - 33 - 6/4° tr - 100.000,00 euro
50 Collegamento Montemurro – SS 598 - 1.500.000,00 euro
TOTALE € 9. 530.000,00

Ai sopraelencati interventi si aggiungono altri 12 appalti i cui lavori sono in corso di avanzata esecuzione, o già completati, per un importo di circa 3 Meuro:
1 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 8 del Vulture 239.084,19 euro
2 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 3 Tirrena 239.692,81 euro
3 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 26 Lagonegrese 108.614,14 euro
4 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 46 della Peschiera 160.317,50 euro
5 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 2 Campana 300.000,00 euro
6 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 113 150.000,00 euro
7 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 83 di Baragiano 460.000,00 euro
8 Lavori di riqualificazione della S.P. n. 8 del Vulture 350.000,00 euro
9 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 36 dell’Armizzone 190.000,00 euro
10 Lavori messa in sicurezza S.P. n. 10/2° tronco 104.974,62 euro
11 La Lavori messa in sicurezza Strada Nerico-Muro Lucano 309.735,30 euro
12 Lavori di ripristino frana sulla S.P. 37 "della Grancia" 192.190,00 euro
TOTALE € 2.804.608,56

È stata avviata l’esecuzione di 19 importanti opere stradali, alcune delle quali sono già state ultimate, mentre altre risultano in avanzato stato di esecuzione o in fase di ultimazione, opere attese da tanti anni dalla comunità lucana; in parallelo si è portato ad ultimazione la realizzazione di ulteriori 6 significative opere viarie i cui cantieri risultavano già avviati e, sempre nel corso del 2012, è stata indetta gara per il riappalto di una infrastruttura viaria di rilevante interesse oggetto di precedente risoluzione contrattuale in danno per inadempimento dell’appaltatore; si stanno inoltre ultimando le procedure propedeutiche al riappalto di ulteriori 2 opere stradali anch’esse oggetto di risoluzione in danno dell’appaltatore. A brevissimo si procederà anche all’affidamento dei lavori del dissesto stradale al Km 6+800 della Sp 19 Moliternese, attualmente chiusa al transito. Si tratta di 31 interventi infrastrutturali per un investimento complessivo di oltre 189 Meuro:

LAVORI ULTIMATI (n. 14 per €. 37.983.481,34)
1 SP 32 della Camastra primo tratto - 8.249.934,60 euro
2 Lavori di completamento della variante della SP della Camastra - 4.500.000,00 euro
3 Lavori di adeguamento funzionale della strada di fondovalle del Torrente Racanello e Fosso Reale - 3.459.371,00 euro
4 SP 4 - Circumvallazione Viggianello - 3.376.527,94 euro
5 Lavori di collegamento Galleria Intagliata e Fondovalle Fiumarella di Armento 2.274.734,00 euro
6 SP 11 bis – 1.500.000,00 euro
7 SP 6/I° tronco 5.000.000,00 euro
8 Cogliandrino Fondovalle Agri - messa in sicurezza sp 25 - tratto tra abitato di Grumento e ex SS 103 520.000,00 euro
9 SP 42 750.000,00 euro
10 SP Calvera Serrapotina 1.620.000,00 euro
11 Terranova S. Lorenzo Bellizzi 1.500.000,00 euro
12 I° e II° lotto Oraziana lavori di completamento 3.000.000,00 euro
13 Sistemazione frana ex S.S. 103 - Moliterno 1.200.000,00 euro
14 Calvello Saurina 1.032.913,80 euro

LAVORI IN CORSO DI ESECUZIONE (n. 11 per €. 98.915.131,00)
1 Sp4 del Pollino dal Km 10+600 al Km 47+100 10.710.000,00 euro
2 Collegamento Marsico Vetere SS598 fondovalle Agri 10.000.000,00 euro
3 Lavori di realizzazione stazione autolinee lungo la S.P. n. 5 - 600.000,00 euro
4 SP 63 Del Rubbio (San Costantino - Francavilla) – Fondi liberati POR 2000/2006 - 5.000.000,00 euro
5 SP 32 della Camastra lavori di completamento 13.000.000,00 euro
6 IV lotto Oraziana 2° Stralcio Funzionale 9.800.000,00 euro
7 Lavori di costruzione della strada Bradanica IV lotto 30.339.304,00 euro
8 SP 48 3.200.000,00 euro
9 Collegamento Diga di Acerenza - Forenza /SS 658 - II lotto 11.200.000,00 euro
10 Strada Serrapotima – Completamento Carbone/fondovalle 3.000.000,00 euro
11 SP 14 Bellese 2.065.827,00 euro

LAVORI APPALTATI (n. 2 per €. 7.596.464,00)
1 Lavori di riqualificazione e messa in sicurezza strada comunale Fiumarella Armento 7.154.734,00 euro
2 Messa in sicurezza Basentana - Pazzano - 441.730,00 euro

LAVORI RIAPPALTATI A SEGUITO DI RISOLUZIONE CONTRATTUALE
1 Lavori di costruzione del 3° lotto della strada di collegamento tra la SS 658 Melfi-Potenza e la SS “Bradanica” tratto compreso tra lo svincolo di Ripacandida e quello di Ginestra – 20.055.291,71 euro

LAVORI DA RIAPPALTARE A SEGUITO RISOLUZIONE DI RISOLUZIONE CONTRATTUALE (n. 2 per €. 24.993.700,00)
1 Lavori di riqualificazione e messa in sicurezza strada di collegamento fra Forenza e la SS658 - completamento 15.493.700,00 euro
2 Strada di collegamento bradanica SS96 Bis- 1° Stralcio circumvallazione Banzi Palazzo 9.500.000,00 euro
AFFIDAMENTO LAVORI
1 lavori di ripristino della viabilità al Km 6+800 della Sp 19 Moliternese 410.000,00 euro
TOTALE € 189.954.068,10

Sono state, inoltre, ultimate le procedure di gara per l’affidamento degli incarichi di progettazione riguardanti il completamento della Strada Serrapotima e i lavori di collegamento S.P. 89 da Roccanova alla SS. 598 Fondovalle Agri. Per la prima volta è stata promossa e conclusa dall’amministrazione provinciale un’intesa con l’Eni per il finanziamento da parte della compagnia petrolifera dei lavori di manutenzione straordinaria da eseguire su 4 strade provinciali, negli anni diffusamente ammalorate a causa del passaggio dei mezzi utilizzati nelle attività estrattive e per il trasporto del greggio, per un importo totale di circa 4 Meuro. Sono in corso di definizione le progettazioni degli interventi:
1.Sp Lama Sellata (Marsiconuovo) 1.612.398,33 euro
2.Sp 16 – II tronco 1.671.821,03 euro
3.Sp 16_ IV tronco 350.980,67 euro
4.Sp 141 305.591,63 euro
Inoltre, nell’ambito dei lavori del terzo macrolotto della Sa-Rc, è stato definito un accordo fra Anas e Provincia di Potenza per la realizzazione di un intervento, a carico del contraente generale dell’opera autostradale, di adeguamento e messa in sicurezza del tratto stradale ricompreso tra Lauria nord e Galdo della ex SS 19 delle Calabrie, arteria di competenza provinciale individuata quale percorso alternativo all’arteria oggetto dei lavori di ammodernamento. A breve si avvieranno i relativi lavori.

Oltre 39 Meuro di nuove entrate per la viabilità provinciale
Con una variazione di bilancio in entrata, pari a 43.300.039,00 euro e la correlata modifica al piano annuale 2012 ed al triennale 2012-2014, nel Consiglio provinciale dello scorso 28 novembre è stato possibile inserire 104 nuovi interventi infrastrutturali. La maggior parte delle nuove risorse reperite sono state destinate alla realizzazione di 94 interventi di riqualificazione funzionale, consolidamento e messa in sicurezza della viabilità provinciale esistente, per un investimento di 39.610.039,97 euro. Del finanziamento complessivo oggetto della variazione al bilancio di previsione, 28.030.000,00 euro rinvengono dall’assegnazione Cipe del 3 agosto 2012, frutto dell’intesa fra Ministero delle Infrastrutture, Regione Basilicata e Provincia di Potenza, 12.570.039,97 euro dal recupero e riprogrammazione delle risorse residue dei tre Patti territoriali promossi ed attestati alla competenza dell’Ente (“Sapori Lucani” “Patto Della corsetteria” e “Area Sud”), mentre 2 milioni di euro sono le risorse assegnate, con delibera di Giunta regionale 428/2012 ai comuni di Castelmezzano e Pietrapertosa, ricompresi per ultimi nel Programma operativo Val D’Agri, e destinate di concerto con le amministrazioni comunali all’adeguamento funzionale e alla messa in sicurezza della viabilità di collegamento tra i centri abitati e la Fondovalle Basentana. Infine la contrazione di un nuovo mutuo garantirà ulteriori 700 mila euro di investimenti sull’edilizia scolastica.

Di seguito sono riportati gli interventi riguardanti la viabilità provinciale:
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. EX SS 401 € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 99 e SP 219 € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 6 III° TRONCO € 250,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 10 II° TRONCO € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 66 "DI FORENZA" € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. EX S.S. 303 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP68 € 100,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 24 E 111 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 9 E 108 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 48 - SP 52 - SP 49 € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza Tangenziale di Potenza € 150,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 79 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 81 - SP 96 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 119 - 129 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 122 € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 10 III° TRONCO - 55 € 250,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 33 - 139 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP 105 - 106 € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza SP Variante Oppido Lucano € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza Ex S.S. n. 92 " dell' appenino Meridionale" € 800,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 46 "della peschiera" € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 4 " del pollino" € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza Ex S.S. 19 "delle calabrie" € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza Ex SS. N. 104 "Sapri-Jonio" € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 103 " di massa" € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P.n. 3 Variante Porto € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P.n. 3 tirrena € 500,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.p. n. 34 "Pedali -Viggianello" € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 3 bis € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 101 "di Seluci" € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. Cogliandrino € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza Ex SS . 104 "Sapri-Jonio" € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.p. 102 di Mezzana € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. "Saurina" 1° tratto € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. "Saurina" 2° tratto € 200,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. "Lama Sellata" € 500,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 15 € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 19 € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 20 "Jonica € 950,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 23 - S.P. 11 € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P.25 TER € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P.36 € 500,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. ex S.S. 103 € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P.137 "Dell'Alli" € 800,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 276 € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S. P. "Bretella S. Martino d'Agri - SS 598" € 250,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 26 € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza Strada Santacroce Camastra € 500,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 30 "DI GIULIANO" € 900,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 84 "DEL GALLITELLO" € 650,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 12 "VIETRESE" € 500,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. EX SS 7 "APPIA" 1° tratto € 550,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. EX SS 7 "APPIA" 2° tratto € 550,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 6 I Tronco € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 71 "di Filiano" € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 83 "Picerno - Baragiano" € 650,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. ex SS 94 € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. ex SS 407 € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 13 € 450,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 16 I Tronco € 400,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. ex SS 93 € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. ex SS 96 € 600,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 53 "del Tiera" € 300,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 92 "Bella - San Cataldo - Avigliano " € 650,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza Serra Coppoli - Ponte Tiera Cancellara € 980,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 5 € 500,000.00 CIPE - FSC (fondo sviluppo e coesione) 2007/13
Adeguamento funzionale e messa in sicurezza SP 32 TER (Camastra - Castelmezzano) € 1,000,000.00 Programma Operativo Val d'Agri
Adeguamento funzionale e messa in sicurezza SP 13 - Pietrapertosa € 1,000,000.00 Programma Operativo Val d'Agri
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. ISCA PANTANELLE € 140,000.00 Fondi Patto Territoriale "Sapori Lucani"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. Ex SS 94 Abitato Picerno-Casa Cantoniera Tito € 251,494.98 Fondi Patto Territoriale "Sapori Lucani"
Consolidamento e messa in sicurezza Fondovalle Racanello - Centro abitato Castelsaraceno-Fosso Reale € 980,000.00 Fondi Patto Territoriale "Area Sud Basilicata"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 25 bis € 100,000.00 Fondi Patto Territoriale "Area Sud Basilicata"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. ex SS 103 € 100,000.00 Fondi Patto Territoriale "Area Sud Basilicata"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. ex SS 104 € 260,118.66 Fondi Patto Territoriale "Area Sud Basilicata"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 63 € 100,000.00 Fondi Patto Territoriale "Area Sud Basilicata"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 6/IV tronco € 300,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 90 ed ex SS 93 tratto in territorio di Barile € 200,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 119 e 129 € 200,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 22 € 300,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 10/IV tronco € 350,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 125 e 126 € 300,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. MELFI SATA € 750,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. Ex SS 303 € 200,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. EX SS 401 € 350,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 21 € 500,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Adeguamento funzionale e messa in sicurezza SP 35 € 150,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Adeguamento funzionale e messa in sicurezza SP 123 € 300,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. ex SS 169 € 700,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 8 € 300,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. 110 € 200,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. n. ex SS 168 € 950,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 18 € 600,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 10/ 3° tronco € 400,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 55 € 300,000.00 Fondi Patto Territoriale "Corsetteria"
Consolidamento e messa in sicurezza S.P. 49 € 298,426.33 Fondi Patto Territoriale
"Corsetteria"

Trasporto pubblico. Scelte efficaci e socialmente giuste

Più autobus per studenti e lavoratori
In un contesto nazionale ed internazionale di conclamata crisi economica e di conseguente contrazione della spesa pubblica, riassume centralità il tema di un’adeguata offerta dei servizi di trasporto collettivo ai cittadini modellati sulla esigenza di rendere frequenti, agevoli e rapidi gli spostamenti dalla periferia verso i centri di aggregazione dei servizi. Partendo da questo presupposto, ma soprattutto per adeguare i servizi del trasporto pubblico locale (Tpl) alle variazioni del tempo scuola e ai nuovi orari di ingresso ed uscita dalle lezioni, introdotti dalla cosiddetta Riforma Gelmini, dall’inizio dello scorso anno scolastico, la Provincia di Potenza ha lavorato, con il contributo dei dirigenti scolastici della provincia, della direzione scolastica regionale e del Cotrab, soggetto gestore del Tpl, ad una complessiva riorganizzazione dei quadri orari, a servizio degli studenti del territorio. Un lavoro di squadra, dunque, senza costi aggiuntivi per il sistema pubblico, per migliorare la qualità dei servizi ed offrire risposte adeguate alle esigenze più diffuse, non potendo aggiungere ulteriori percorrenze rispetto a quelle finanziate dal contratto di esercizio già sottoscritto. Con questa missione, pertanto, si è avviato un processo di efficientamento della rete dei collegamenti del servizio del trasporto pubblico mediante la soppressione di alcune linee a scarsa o nulla frequentazione e la modifica degli orari dei servizi non più rispondenti alle esigenze dell’utenza. E’ stato così possibile, senza nessun onere aggiuntivo a carico dell’Ente, fino ad ora, non solo rimodellare i quadri orari di 472 corse scolastiche, calibrandoli sulle mutate esigenze dell’utenza scolastica, ma anche venire incontro ad alcune necessità dei lavoratori pendolari. Proprio per quest’ultimi, infatti, sono stati attivati nuovi collegamenti verso l’area industriale di Balvano, dove è situato lo stabilimento della Ferrero, sulla tratta Potenza- area industriale di Tito e sulla tratta Picerno-San Nicola di Melfi. I lavoratori dello stabilimento dopo quasi 24 anni dall’avvio delle attività della multinazionale di Alba, hanno potuto, utilizzare gli autobus del servizio pubblico per recarsi sul posto di lavoro. Stesso discorso per i lavoratori dello stabilimento della società Smart P@per Spa e dell’Ansaldo. Inoltre, con partenza da Picerno, è stata istituita una corsa aggiuntiva verso San Nicola di Melfi per chi svolge la propria attività lavorativa nei giorni festivi e domenicali ed è stato ripristinato il collegamento mattutino tra Potenza e Oppido Lucano, in andata e ritorno, venendo incontro alle esigenze dei lavoratori pendolari. Sempre rispondendo alle istanze di studenti e lavoratori, sono state riorganizzate alcune corse nell’area del Marmo Platano ed è stato istituito un nuovo collegamento serale, alle ore 17.45, da Potenza verso Baragiano Scalo, Muro Lucano, Castelgrande e Pescopagano. Si tratta di importanti risultati, frutto dell’impegno assicurato dall’amministrazione provinciale, oltre che della disponibilità e della condivisione garantita da parte del Cotrab.

Nuove corse per Napoli Capodichino e Potenza-Persano
La Basilicata ha necessità di migliorare l’accessibilità e rafforzare la connessione con le regioni di prossimità, realizzando un assetto infrastrutturale e logistico che le consenta di collegarsi con facilità ai grandi snodi della mobilità meridionale (Napoli, Salerno, Bari e Foggia). In tale contesto la Provincia sta provando a fare la sua parte, partendo dalla riorganizzazione dei servizi del trasporto pubblico locale, per dare risposte più adeguate ai bisogni di famiglie, lavoratori, studenti e turisti. Sono stati, infatti, istituiti nuovi collegamenti tra la città di Potenza e l'Aeroporto di Capodichino, che vengono utilizzati da circa 3.000 persone al mese con un incremento di circa il 25% rispetto alla precedente organizzazione dei trasporti. Dal capoluogo lucano verso la Stazione centrale partenopea e l'Aeroporto sono attive due corse (alle ore 5.45 e alle ore 8.00 in partenza da piazza Zara), mentre da Napoli Capodichino verso Potenza sono tre i collegamenti attivati (alle ore 14.00, alle ore 17.30 e alle ore 21.50). Per la prima volta, inoltre, è garantito il collegamento domenicale e festivo con il capoluogo campano, con una coppia di corse in partenza da Potenza alle ore 8.00 e da Napoli Aeroporto alle ore 17.30. I nuovi collegamenti verso lo scalo aereo napoletano sono il risultato della riorganizzazione dei servizi preesistenti verso Salerno e Napoli, attestati alla competenza della Provincia di Potenza. Rimodulazione attuata, in particolare, grazie alla soppressione delle corse bis tra Potenza-Fisciano e Potenza-Napoli, andata e ritorno, garantite precedentemente, nei giorni di lunedì e venerdì, per la durata del periodo di apertura dell’università, ed oggi non più rispondenti alle esigenze di mobilità dell'utenza, essendosi fortemente contratta la domanda. In tempi di ristrettezze economiche per gli enti locali si migliorano, dunque, i servizi offerti all'utenza, confermando la relazione con la stazione ferroviaria di Napoli centrale e realizzando il collegamento con Napoli Capodichino tutti i giorni della settimana, con corse dirette in coincidenza con i treni dell’alta velocità e con i principali voli nazionali ed internazionali. Tutto ciò senza spese aggiuntive per il bilancio dell'Ente, con un costo del biglietto per la singola corsa di soli 8,10 euro a carico degli utenti. Inoltre, in via sperimentale, dallo scorso ottobre e fino al 31 marzo 2013, è stata attivata una coppia di corse da Potenza a Serre/Persano per consentire il collegamento dal capoluogo con le caserme militari di Persano, sede di assegnazione di gran parte del personale militare residente a Potenza e provincia, trasferito a seguito della chiusura del 91° Battaglione "Lucania".

4,6 milioni di euro per nuove aree di interscambio
Nove aree di interscambio, allocate presso gli snodi fondamentali della rete stradale e dei servizi di trasporto pubblico locale della provincia di Potenza, per un importo complessivo pari a 4,6 Meuro. È quanto prevede il piano adottato dalla Giunta provinciale, ed approvato dalla Regione Basilicata, per la realizzazione sull’intero territorio provinciale di aree di interscambio gomma-gomma e gomma-rotaie del trasporto pubblico locale. Il programma, già ammesso a finanziamento dalla Regione, rientra nell’Asse I “Accessibilità” del Piano operativo – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Po-Fesr) 2007-2013, il cui obiettivo generale è quello di assicurare ai cittadini un’adeguata qualità nei servizi per la mobilità, attraverso il potenziamento delle reti di trasporto e dei servizi logistici. Le nove aree di interscambio, o più comunemente denominate autostazioni bus, per le quali sono in fase di avanzata definizione le progettazioni definitive saranno: nella zona industriale di san Nicola di Melfi; sulla SS401 “Ofantina” – Area industriale di Rapone; sulla Sp ex SS 381 “del Passo delle Crocelle” (ex SS 93 bivio Vitalba); in località Piano del Cerro Bivio Acerenza – Cancellara – Oppido; alla stazione Fal di Acerenza; sulla SS 598 – ex Scalo Fal di Marsico Nuovo; Sp 11 – “Montemurro”; allo svincolo Lauria Nord; sulla SS 633 “Svincolo Francavilla S.S”. Le autostazioni saranno realizzate su un’area di circa 3000 mq e contemplano la realizzazione di marciapiedi con la collocazione lungo gli stessi di pensiline chiuse aventi la funzione di locali di attesa per i viaggiatori, la realizzazione di stalli per la sosta degli autobus e delle autovetture e il posizionamento di panchine e di paline informative intelligenti a servizio degli utenti. Tutti i piazzali di sosta saranno illuminati con idoneo impianto. Alle nove aree si aggiunge la realizzazione dell’autostazione bus sulla Sp 5 nel comune di Pignola, opera finanziata con risorse della Provincia, e i cui lavori sono già stati appaltati e consegnati.

Verso la “Basilicata intelligente”

La strategia Europa 2020 è il faro che ha guidato in questi anni l’azione della Provincia di Potenza. Azione tesa, tra le altre cose, a concretizzare un nuovo modello di Basilicata, puntando su uno degli assi europei, ovvero quello della crescita intelligente. Oltre al programma “Scuole ecologiche in scuole sicure”, il cui obiettivo ultimo è quello di trasferire una diversa consapevolezza della sostenibilità come occasione di sviluppo locale, diverse sono le misure messe in campo per aumentare la competitività della nostra regione: dall’efficienza della Pa al potenziamento dell’offerta formativa, dalla formazione continua all’innovazione del mercato del lavoro. L’obiettivo, nell’immediato futuro, è quello di sintonizzare su una visione “intelligente” un nuovo riferimento legislativo che ridefinisca l’assetto di governance e chiarisca obiettivi, programmi e progetti, anche per animare l'enorme giacimento di professionalità e passione che c'è nel mondo della scuola e, più in generale, nel mondo dell'istruzione e della formazione.

Abitare il futuro
Si tratta di un programma triennale da 3 meuro di interventi e investimenti per qualificare la didattica nelle scuole, che è coerente con la visione strategica dei Pfl (Patti formativi locali), uno strumento partneriale e concertativo con l’obiettivo di coordinare il processo di programmazione delle politiche rivolte alla formazione e all’istruzione. Tra le azioni previste e messe in campo Le Learning weeks - Study tour in Europa (piccoli erasmus)”, grazie alle quali 100 giovani studenti hanno avuto l’opportunità di diventare ambasciatori di una nuova cittadinanza europea e di quella cultura ambientale sperimentata in giro per l’Europa. I mini erasmus, in tal senso, si abbinano al Viaggio della memoria nei luoghi dell’Olocausto che, attraverso l’iniziativa “Corti di Memoria”, ha portato alcuni studenti a confrontarsi su problematiche riguardanti la memoria storica, l’accoglienza, l’integrazione e la partecipazione, utilizzando gli strumenti e i linguaggi espressivi dell'arte contemporanea. “Abitare il futuro” è ancora in corso con due importanti avvisi: il “catalogo della cittadinanza scolastica”/Esercizi di futuro, a cui si accede attraverso manifestazione di interesse da inviare entro il 28 febbraio 2013, che intende avviare un dialogo privilegiato con le scuole e coinvolge 21 istituti scolastici, e l’“alternanza scuola – lavoro”, in attuazione dell’intesa interistituzionale 2011-2013 tra Regione e Province, che riguarda settori strategici dello sviluppo locale (sviluppo sostenibile ed efficientamento energetico, inclusione sociale e cittadinanza attiva, turismo, cultura ed audiovisivi), per agganciare il sistema formativo al mondo del lavoro e dell’impresa. Nel quadro delle azioni di cittadinanza scolastica, si inserisce l'orientamento scolastico e professionale realizzato presso le istituzioni scolastiche di primo e secondo grado della provincia, e “Ragazzi all’opera” che, con il supporto tecnico di Apof-il, del Cde (Centro di Drammaturgia Europeo) e di Ateneo Musica Basilicata, si rivolge agli studenti delle scuole medie secondarie, con il duplice scopo di metterli in contatto con il linguaggio della grande musica, ed in particolare dell'opera lirica, e di favorire l’acquisizione di specifiche competenze interne al mondo dell’arte e capaci di trasformarsi in professioni che hanno sempre maggior peso sul mercato. E ancora il protocollo, in via di definizione, con l’Ibam-Cnr per creare maggiori spazi di approfondimento e di partecipazione degli studenti ad attività culturali integrative.

Formazione continua
La Provincia di Potenza ha voluto orientare anche la formazione sulle grandi traiettorie di sviluppo delineate dalla strategia Europa 2020 e, in particolare, su ambiente e green economy. La selezione dei progetti nell’ambito di due avvisi finalizzati alla promozione della formazione continua delle piccole e medie imprese, per 4,5 milioni di euro, avviene infatti sulla base di tematismi, tra cui anche “Ambiente e sostenibilità - Fonti di Energie Rinnovabili” oltre a “Turismo e Cultura”, “Welfare e terzo settore”, “ ICT”, “Artigianato artistico”. Per il primo avviso “Interventi per la promozione della Formazione continua delle piccole e medie imprese (procedura a sportello per dare risposte più veloci alle imprese)”, da 1,5 Meuro, sono stati candidati dalle aziende e finanziati 96 progetti di cui 38 nel settore ambiente ed energia rinnovabile ( per un finanziamento pari a 823.982,00 euro). Per il secondo avviso “Finanziamento di progetti di Formazione continua per le piccole e medie imprese”, da 2 Meuro, sono stati presentati 182 progetti di cui 59 nel settore ambiente ed energia rinnovabile.

Io Studio e Credito Etico per studenti
Con l’Edizione speciale Provincia di Potenza della Carta dello Studente – Io Studio, promossa dal Ministero della Pubblica Istruzione dal 2008-2009, per la prima volta in Italia la carta sarà estesa dagli allievi delle scuole secondarie di II grado agli studenti universitari. Una novità unica nata dall’intuito e dall’impegno della Provincia di Potenza che ha coinvolto altri partner locali (Camera di Commercio di Potenza, Università della Basilicata, l’Ufficio Scolastico Provinciale, la Consulta Provinciale di Potenza), per garantire un’agevolazione agli studenti e un sostegno concreto alle famiglie, in un difficile momento di crisi economica che rischia di influire negativamente sul diritto allo studio. Sempre nella stessa ottica si inserisce la convenzione tra la Provincia di Potenza, Banca Popolare Etica e Fondazione Antiusura Interesse Uomo per l’erogazione di Crediti Etici per gli Studenti Universitari (CESU). Cento studenti residenti in Provincia di Potenza, e iscritti a una qualunque università legalmente riconosciuta sul territorio nazionale, potranno accedere a un prestito complessivo di 5mila euro, erogato in 2 anni. Il prestito potrà poi essere restituito a partire dal terzo anno o con un’estinzione immediata del fido o con una restituzione rateizzata in 5 anni sotto forma di prestito personale concesso da Banca Etica .I prestiti così erogati avranno condizioni particolarmente vantaggiose grazie al fondo di garanzia di 200mila euro messo a disposizione dalla Provincia che permetterà a Banca Etica di erogare 100 “crediti etici” nell’anno accademico 2012/2013 e altrettanti nell’anno accademico 2013/2014.

Convenzione con Università e Cnr per studio su dissesto idrogeologico
La Provincia di Potenza assieme all’Università della Basilicata – Dipartimento di Ingegneria e Fisica dell’Ambiente (Difa) e al Cnr – Istituto di Metodologie per l’Analisi ambientale (Imaa, Cnr), è impegnata in un progetto di mappatura e monitoraggio del dissesto idrogeologico della viabilità provinciale, nell’ambito dell’Accordo di programma per la tutela e la salvaguardia delle strade di competenza firmato nel 2009 con la Regione Basilicata. Si tratta di un virtuoso incrocio tra il sistema pubblico, il mondo della ricerca e le imprese che concretizza l’idea di “fare meglio con minor risorse”. Lo studio condotto, infatti, consentirà di riorganizzare nel tempo il sistema delle manutenzioni della nostra viabilità con sistemi tecnologicamente più avanzati, capaci di offrire un quadro conoscitivo necessario a garantire una più flessibile ed efficace capacità di governo e un miglior utilizzo delle risorse investite, ad esempio, sulle manutenzioni idraulico-forestali. Il lavoro in corso con Cnr ed Università, assieme all’innovativo strumento del catasto delle strade, prova a costruire una vera e propria “cartella clinica” della nostra viabilità, un’opportunità per fare una diagnosi corretta e per mettere in campo una cura mirata ed efficace per interventi e priorità.

Convenzione con Assoil School
Per innovare ed innalzare il livello della qualità dell’offerta formativa erogata, la Provincia ha avviato inoltre un’ intesa con Assoil School che prevede azioni strutturate nel settore energetico e minerario nell’Area della Val d’Agri per favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro in questo settore. Sono, inoltre, finanziati voucher di accesso ai percorsi formativi realizzati da Assoil School relativi ai profili professionali del settore energetico -minerario più ricercati sul mercato del lavoro. Infine, si prevede di realizzare un laboratorio tecnico-professionale presso un istituto scolastico di istruzione superiore dell’Area Programma della Val d’Agri.

Efficienza della Pa
Nel generale percorso di semplificazione dei procedimenti, diretti ad aumentare l’efficienza della macchina amministrativa, oltre ai servizi on line dei centri per l’impiego, si inseriscono il protocollo unico informatico presso tutti gli uffici dell’Ente, la firma Digitale, l’utilizzo della Pec per la convocazione delle sedute consiliari, il Sistema di Gestione Elettronica Documentale (GED.net), grazie al quale sono on line 56.736 atti amministrativi, la Gestione web del Bilancio Finanziario, che consente ad ogni singolo Ufficio di poter avere direttamente informazioni sempre aggiornate sul bilancio e sui capitoli attestati dal Piano Esecutivo di Gestione, e il potenziamento del Sistema per i Lavori.

Verso la “Basilicata solidale”
Aiutare chi sta ai margini. Non permettere che nessuno resti indietro. Il tema dell’inclusione e dell’equità, così come quello della sostenibilità, oltre ad essere un cardine (crescita inclusiva) della strategia Europa 2020, per la cui attuazione la Provincia sta operando, è un elemento centrale nel valutare il benessere collettivo di un territorio, anche per scongiurare il rischio concreto, insito nella crisi economica e reso ancor più grave dall’indebolimento delle autonomie locali, di allargare le distanze e consolidare le diseguaglianze. Numerosi gli interventi promossi dall’Ente in favore delle categorie più deboli, che hanno portato, tra le altre cose, anche all'approvazione all'unanimità di un ordine del giorno per aderire ai principi e alle indicazioni della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità. Di pari passo la Provincia di Potenza, sin dall’inizio della consiliatura, ha cercato di dare concretezza ad un diverso paradigma di politiche per l’immigrazione che possa funzionare da modello per tutto il Mezzogiorno. Un paradigma che punta ad un’idea realmente inclusiva di accoglienza, che recuperi il valore della sicurezza, da intendere come la possibilità di vivere serenamente processi di integrazione che, se ben governati, possono diventare per la nostra realtà locale preziose opportunità.

L’inclusione sociale è una delle 4 linee di servizio implementate da Apof-il, nel quadro di un rilancio della propria mission

Formazione
14 Corsi di lingua italiana per cittadini adulti extracomunitari (155 allievi)
12 corsi per assistenti familiari (194 allievi)
51 corsi (508 allievi) nell’ambito del programma “Vale la pena lavorare” – azioni formative presso case circondariali di Potenza, Matera e Melfi e Istituto Penale per minorenni di Potenza, tirocini professionalizzanti, interni ed esterni, alle strutture detentive presso realtà produttive
148 corsi (1043 allievi) nell’ambito del programma Copes, il cui obiettivo è sostenere, attraverso il patto di cittadinanza, nell’ambito del programma di contrasto delle condizioni di povertà e di inclusione sociale, i percorsi di autonomia delle persone beneficiarie
2 corsi nell’ambito del progetto Match (29 allievi)
1 corso nell’ambito del progetto Aesculapius (18 allievi)
1 corso nell’ambito del sistema Sprar

Alfabeti dell’inclusione
Finanziato per 80 mila euro, a carico del Ministero dell’Interno, il progetto è rivolto a 40 persone con disabilità che avranno l’opportunità di integrare nel proprio curriculum professionale un segmento di formazione finalizzato all’acquisizione di competenze tecnico professionali nell’ambito del settore “produzione pasti”.

Progetto match
Particolare rilevanza riveste la pubblicazione dell’avviso “Work experience per favorire l’inserimento occupazionale di persone disabili e di soggetti svantaggiati”, nell’ambito del progetto Match, che ha visto l’attivazione in Val d’Agri di 64 work experience presso le imprese del territorio interessato e l’agevolazione, attraverso conferimento di incentivi economici ai beneficiari, per l’assunzione a tempo indeterminato/determinato o forme di autoimpiego successivamente all’esperienza stessa. Lo scorrimento delle graduatorie relative al progetto, approvato di recente, permetterà di continuare ad offrire risposte ai bisogni formativi delle persone svantaggiate, attivando altre 130 work experience.

Assistenza scolastica e inserimento lavorativo
Oltre alle convenzioni ex art. 11 della L. 68/1999, per l’inserimento lavorativo di 35 persone con disabilità, la Provincia ha scelto di razionalizzare e ridurre i costi della politica, per mantenere immutato il sostegno agli studenti con disabilità (le risorse destinate ammontano a 280 mila euro, per l'anno scolastico 2011-2012, tra Pei-assistenti educativi, Pei-trasporto e Pei-alunni non vedenti). E ancora. Grazie al protocollo firmato con l’Ufficio scolastico regionale e l’Unione italiana ciechi e ipovedenti, è stata fornita assistenza tiflologica extrascolastica a 8 studenti nell’anno scolastico 2009-2010, a 6 studenti nell’a.s. 2010-2011 e a 6 nell’a.s. 2011-2012.
Infine, oltre 700 mila euro di fondi Pois sono stati destinati a progetti per interventi mirati a specifiche azioni per la disabilità. Gli interventi sono i seguenti: 200 mila euro nel Lagonegrese - Pollino (palestra di Rotonda); 160 mila euro nel Marmo Platano - Melandro (palestra di Brienza); 150 mila euro nella Val d’Agri (intervento per un’aula multifunzionale nell’I.T.A. di Villa d’Agri); 197 mila euro nel Vulture Melfese-Alto Bradano (intervento per un’aula multifunzionale nell’Istituto Battaglini di Venosa).

La Provincia apre i confini

Sprar
Nell’ambito del progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati), ad oggi sono trenta i rifugiati già accolti dalla Provincia, provenienti dalle coste del Nord Africa. Inoltre, grazie ad un successivo protocollo (rispetto a quello originariamente firmato nell’agosto del 2011) firmato con Prefettura e Arci, i posti disponibili per l'accoglienza diffusa sono stati aumentati fino a 70, attraverso il coinvolgimento di diversi comuni (Avigliano, Bella, Rionero in Vulture, Sasso di Castalda, Satriano di Lucania, Melfi e San Chirico Raparo). La Provincia, inoltre, ha ospitato presso il Comune di Bella otto rifugiati provenienti dalla Palestina, grazie al progetto definito “Posti straordinari Sprar” finanziato dall’Anci nazionale e per la cui partenza, nel mese di dicembre, è stato necessario individuare risorse proprie. Al contempo, tramite un protocollo con la Fondazione "Città della Pace per i bambini", progetto promosso dal premio Nobel per la pace Betty Williams, il progetto Sprar è stato, sostanzialmente, esteso anche a Sant’Arcangelo. Attualmente, in virtù del protocollo Anci, sono ospitati dalla provincia due famiglie provenienti dall’Egitto. Complessivamente sono stati ospitati dalla Provincia oltre 60 beneficiari. Attualmente sono in arrivo 6 ospiti provenienti dalla Palestina e dalla Nigeria che consentiranno alla Provincia di essere parte della rete “ordinaria” dello SPRAR grazie allo scorrimento della graduatoria del 2010.

Aesculapius
È stata costituita una importante rete per il progetto “Aesculapius”, riconosciuto dal Ministero tra i primi 10 a livello nazionale e ammesso a finanziamento del Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi per un importo di circa 98 mila euro. Il progetto ha previsto una formazione del personale sanitario e socio assistenziale dell'intero territorio provinciale sulla medicina transculturale e sulla mediazione culturale aperta al terzo settore e ha coinvolto l'Azienda Sanitaria di Potenza, l'azienda ospedaliera "San Carlo", l’Irccs-Crob di Rionero in Vulture, l'Ordine regionale dei Farmacisti, degli Psicologi, degli Assistenti sociali, la Fimmg, il Comune di Potenza, i soggetti responsabili delle aree Pois, la Cgil e la cooperativa "Punto e a capo”.

Gestione flussi migratori
La Provincia, nell'area del Vulture Melfese-Alto Bradano, è stata individuata dalla Regione Basilicata quale soggetto responsabile ed attuatore delle azioni volte a fronteggiare efficacemente il problema dei flussi migratori nell'ottica di contrastare ogni forma di caporalato, sfruttamento e lavoro nero e sommerso. L’Ente, assieme all’ASP, all’Acquedotto Lucano, alla Caritas e alle altre associazioni di volontariato (tra cui anche Emergency) ha attivato una serie di servizi per rendere adeguate le condizioni abitative e sanitarie dei lavoratori stranieri, contrastando l’illegalità.

Cooperazione internazionale
La Provincia di Potenza sta portando avanti il progetto “Da Sud a Sud” in favore del Kenya, con la previsione di 150 mila euro in tre anni, finanziato con proprie risorse economiche e con il coinvolgimento di altri partner donatori pubblici e privati. Il Progetto è articolato in tre filoni di attività: intervento economico di cofinanziamento del programma Riruta Health Program, che consiste nell'offrire servizi sanitari di qualità gratuiti o a un costo sostenibile alla comunità che vive nell'area di Riruta Satellite, in particolar modo ai cittadini affetti da Hiv e a coloro che necessitano di assistenza sanitaria; l'avvio di politiche attive di partenariato; la promozione culturale, da realizzarsi attraverso un percorso di interscambio, con le popolazioni degli Slums di Nairobi. Collegato a questo, è il progetto "Un bicchiere d'Africa" volto a sensibilizzare le nuove generazioni sulla tutela del bene comune “acqua” e sul tema dell’Africa “priva di acqua”. Attraverso il coinvolgimento delle associazioni di volontariato Energheia e Amani, della Provincia di Matera e della Direzione scolastica regionale, l'iniziativa ha puntato sul premio Kaleidos Africa’s Pictures, articolato in due sezioni (rivolte a ragazzi dai 15 ai 17 anni e dai 18 ai 19 anni) e finalizzato alla premiazione di un fotoracconto, avvenuta lo scorso 8 giugno, che tenga insieme l’acqua bene comune e la realtà africana.

Sport e aggregazione

Programma di impiantistica sportiva
L’integrazione passa anche per il sostegno allo sport. La Provincia ha finanziato, per un investimento pari a 2.122.000 euro, 78 interventi di miglioramento degli impianti sportivi di cui:52 sono i progetti ultimati, 18 sono in via di ultimazione, 5 sono nella fase di avvio. A fine novembre, inoltre, il Consiglio ha approvato un atto d’indirizzo con cui la Provincia si impegna a rimborsare, secondo un progetto che dovrà essere approvato dalla Giunta, la rata di ammortamento del Mutuo che il Comune di Potenza s’impegna a contrarre, per 600 mila euro, per la realizzazione di interventi di miglioramento presso l’impianto sportivo di Macchia Giocoli e il complesso sportivo “campo scuola” di Macchia Romana, in cambio dell’utilizzo gratuito degli impianti sportivi comunali da parte degli istituti d’istruzione superiore del capoluogo, di competenza provinciale.

Piano provinciale sport
Dopo aver impegnato negli scorsi anni 528 mila euro per interventi di promozione delle attività fisico-motorie e ludico- sportive, ammettendo a finanziamento 190 progetti (di cui 138 presentati da associazioni, 27 da scuole e 25 dai comuni) finalizzati, in particolare, al recupero dei disabili e alla diffusione della pratica sportiva fra i soggetti a rischio esclusione, il piano provinciale dello sport di quest’anno, mette a diposizione circa 150 mila euro. I progetti ammessi a finanziamento sono 147 (109 presentati associazioni sportive, 6 da enti di promozione sportiva, 32 da istituti scolastici).

Palestre
Accanto alla fruibilità delle palestre scolastiche di proprietà dell’Ente per circa una sessantina di associazioni sportive, c’è un articolato programma di miglioramento degli impianti sportivi scolastici, che la Provincia sta portando avanti per fare della scuola un centro di aggregazione culturale, sociale e civile e per dare opportunità agli studenti e al territorio, con la realizzazione e il miglioramento ultimato o in corso di 12 strutture.



ALTRE NEWS

CRONACA

21/11/2018 - Sequestrati 316.000 euro ad una nota società materana
20/11/2018 - Sinnica: autocarro esce fuoristrada e finisce nell'alveo del fiume
20/11/2018 - Espianto multi organo al San Carlo
20/11/2018 - Stalking:a Matera un 30enne agli arresti e un divieto di avvicinamento per 45enn

SPORT

21/11/2018 - Futsal Senise battuto dal Marsico e fuori dalla coppa
21/11/2018 - Seconda Ctg/C, riepilogo: per l’ACS primato e dolore
21/11/2018 - Matera Calcio U17 e U15_recuperi Vibo Valentia
21/11/2018 - Prima Ctg/B, riepilogo: si conferma il trio di testa

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/11/2018 Comunicazione di sospensione idrica

Sasso di Castalda: a causa delle abbondanti precipitazioni che hanno causato l'intorbidimento delle sorgenti, l'erogazione idrica è stata sospesa e sarà ripristinata non appena lo consentiranno le condizioni metereologiche. Nel frattempo, Acquedotto Lucano ha istituito il servizio sostitutivo tramite autobotte ubicata nel piazzale antistante il municipio.
Genzano di Lucania: a causa di un guasto elettrico all' impianto di sollevamento idrico si potrebbero verificare sospensioni dell'erogazione o cali di pressione fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti contrade: Sterpara, Pile, Piani di Giorgio e zone limitrofe.
Brienza: a causa delle abbondanti precipitazioni che hanno causato l’intorbidimento delle sorgenti, l’erogazione idrica é stata sospesa e sarà ripristinata non appena lo consentiranno le condizioni metereologiche. Nel frattempo, Acquedotto Lucano ha istituito il servizio sostitutivo tramite autobotte

19/11/2018 Maltempo. Allerta meteo sulla Basilicata e Puglia

Dal pomeriggio di lunedì e per le successive 24 – 36 ore, si prevedono precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale sulla Campania, in estensione dalle prime ore di martedì 20 novembre, a Basilicata e Calabria, specie settori tirrenici, e alla Puglia meridionale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

19/11/2018 Sospensione idrica a Matera

Matera: a causa di un guasto improvviso, l'erogazione idrica in via Dante tra via Manzoni e via delgi Svevi, resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo