SERVIZI

FOTO

COMMUNITY

 

 Chat

 

TERRITORIO

 

Gorgoglione: preso l’autore del furto di oggetti sacri

5/04/2012



I Carabinieri della Stazione di Gorgoglione e di Aliano, collaborati dal personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, a conclusione di attività investigative che si sono protratte per tutto il pomeriggio di ieri, hanno segnalato alla magistratura di Matera una persona. La storia tra angeli e demoni si ripete e teatro della disputa questa volta è il paese della collina materana di Gorgoglione. Il luogo sacro, oggetto di visita di un 31 enne del luogo, è la Chiesa di “Santa Maria dell’Assunta”. Il malfattore si introduceva all’interno del luogo di culto da un a porta secondaria della Chiesa dove asportava due statuette lignee raffiguranti angeli con lamina in oro, un manutergio (piccolo asciugamano di lino bianco, di forma rettangolare, utilizzato dal parroco celebrante per asciugare le mani dopo l’abluzione rituale cd. “lavanda delle mani”) e un corporale (panno di forma quadrata di tela di lino inamidato che viene utilizzato durante l’offertorio il parroco celebrante per posarvi sopra la patena contenente l’ostia e il calice contenente il vino). Le immediate indagini hanno permesso di individuare quasi subito il furfante che aveva operato il furto degli oggetti liturgici e delle statuette. I Carabinieri si sono recati presso l’abitazione e nei terreni di proprietà dell’odierno indagato dove è stata recuperata la refurtiva e restituita al parroco “Don Paolo DI NOTA”. Il Vescovo della Diocesi di Tricarico immediatamente ha espresso parole di compiacimento nei confronti dei vertici dell’Arma locale per la velocità ed i risultati conseguiti dai militari operanti che, come di consueto, hanno dimostrato piene capacità investigative. Analogo plauso è stato espresso al Comandante della Compagnia e del Provinciale dal Sindaco di quel centro.



ALTRE NEWS

CRONACA

30/05/2015 - Vie Blu, i cantieri non partono e i lavoratori protestano
30/05/2015 - Dopo i 'Turchi', automobili danneggiate
29/05/2015 - Il vento della Basilicata del romanzo di Francesca Barra farà tappa a Senise
29/05/2015 - GdF Matera:vasta operazione antidroga tra Basilicata,Puglia e Toscana

SPORT

30/05/2015 - Ciclismo: verso la 13^ edizione della Granfondo del Vulture
30/05/2015 - Simone Zaza parla del suo futuro
30/05/2015 - A Sasso di Castalda i campionati regionali di mountain bike cross country
29/05/2015 - Play-off serie B, Sansone mette la firma sulla vittoria del Bologna

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

30/05/2015 A Potenza un deposito con veicoli rubati

Un deposito dove sono stati trovati numerosi pezzi di ricambio, quasi sicuramente provento di furti, una "Fiat 500" (rubata ieri a Roma e già priva di targhe e alcuni parti) e altri veicoli è stato scoperto e sequestrato oggi dalla Squadra mobile di Potenza. La Polizia è intervenuta in contrada Costa della Gaveta dopo la segnalazione, fatta da un operatore di una società di controllo tramite Gps, della presenza della "500".

30/05/2015 Arrestati per furto 3 richiedenti asilo

Tre migranti di nazionalità nigeriana richiedenti asilo, tra i 19 e i 29 anni, sono stati arrestati ieri sera dai Carabinieri ad Irsina (Matera) con l'accusa di concorso in furto aggravato in danno di un'azienda agricola della zona. I tre sono stati sorpresi con alcuni complici (che sono ricercati) all'interno di un capannone, mentre stavano caricando su un furgone materiale ferroso ed utensili per la manutenzione meccanica di mezzi agricoli per un valore totale di circa 2.500 euro.

30/05/2015 'Cantine aperte' con l'arte del rupestre

Bianco, primitivo ''Pietrapenta'' nella filiera dei vini doc Matera, con le etichette degli affreschi del ''pittore dei cento fiori'', per brindare a Matera all'arte, alla storia e all'unicità della Cripta del Peccato Originale, nota come la ''Cappella Sistina del rupestre'', in occasione di ''Cantine Aperte'', la manifestazione che abbina la cultura del vino alla visita a beni culturali e che si svolgerà anche domani.

Se otto ore vi sembran poche
di Massimo Bonci

Nata negli Stati Uniti, per ricordare eventi drammatici, la ricorrenza del primo Maggio venne a lungo osteggiata come fonte di disordini, dovettero passare anni prima che fosse riconosciuta come giornata di festa.
E’ il quattro Maggio del 1886. Tremila operai sono riuniti in piazza per ascoltare il comizio dei sindacati, sono in sciopero ad oltranza da tre giorni, sei dei loro compagni erano stati uccisi dalla polizia nei giorni scorsi, la tensione è al...-->continua





Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo