HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Magna Grecia: verso la conclusione il progetto del Cosvel

7/05/2009



Dal 1997, il Cosvel (Consorzio misto pubblico-privato con sede a Rotondella), progetta e gestisce importanti programmi comunitari (LeaderII, Leader+), mettendo in campo azioni innovative finalizzate alla valorizzazione dell’area Basso Sinni e Metapontino.
Importante, quindi, per il Consorzio rotondellese è promuovere la fruizione dei beni culturali presenti nell’area jonica, superstiti testimonianze di un passato lontano, nel quale affondano le radici della nostra civiltà, in grado di sollecitare l’interesse verso storie reali documentate dai reperti archeologici, dai manufatti giunti sino a noi, di cui una buona parte conservati e/o esposti nei due Musei di Policoro e di Metaponto.
Reperti recuperati nel corso dell’ultimo cinquantennio che sintetizzano secoli di storia, e che insieme a miti e leggende, invitano ad un “viaggio” a ritroso di un paio di millenni, sollecitando ed amplificando le suggestioni dei “viaggiatori” che giungono sulle rive dello Jonio.
I “viaggiatori” del terzo millennio che trascorreranno qualche giorno nelle terre joniche lucane, a differenza di quelli che tra la fine del ‘700 e gli inizi del ‘900, proveniendo da varie città europee, visitarono questi posti e le rovine degli antichi siti, non soffriranno per “la scarsa presenza umana e per avere trovato una zona malsana”.
La Piana Metapontina, quest’area un tempo parte integrante ed importante della Magna Grecia con le due ipotetiche regioni, il Metapontino e la Siritide, che ha costituito uno dei comprensori più importanti della colonizzazione greca, continua a rappresentare alla luce degli scavi sino ad oggi effettuati, della ricerca ed interpretazione delle fonti storico-letterarie, dello studio dei reperti e della successiva elaborazione di ipotesi scientificamente attendibili, una autentica risorsa turistico-culturale sulla quale continuare a scommettere.
All’opera attenta e paziente di archeologi e studiosi, a quella istituzionale della Soprintendenza ai Beni archeologici e dei due Musei, a quella svolta con passione da associazioni culturali, si è affiancato l’importante Progetto Magn@Grecia, un invito al viaggio, ideato e gestito dal Cosvel.
Finanziato dalla Regione Basilicata (POR 2000/2006-Sostegno ai Partenariati Rurali), è in fase di conclusione con l’ultimazione da parte delle società materane HSH e Video1 di alcuni prodotti multimediali che saranno utilizzati nell’immediato per promuovere a livello internazionale l’intero Metapontino.
Un filmato di oltre 30 minuti ci condurrà in questo viaggio nel passato attraverso un mix appropriato di immagini, suoni e testi (questi ultimi elaborati su documentazioni scientificamente attendibili), mentre un dvd è destinato alla utenza scolastica oltre ad un sito web di facile consultazione e dai contenuti sintetici ma esaustivi; tutti prodotti che saranno prossimamente presentati alla stampa, agli amministratori locali, agli operatori culturali e turistici, ai dirigenti scolastici dell’area.
Gli obiettivi del progetto Magn@Grecia, un invito al viaggio sono diversi, sottolineano al Cosvel: promuovere la conoscenza del patrimonio storico-archeologico tra la stessa popolazione della Basilicata e soprattutto nelle scuole, portare all’attenzione di un pubblico europeo la presenza di questa risorsa che si somma alle altre presenti (percorsi naturalistici, enogastronomia, produzioni tipiche, etc.), consolidare attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie l’immagine di questo territorio.
In definitiva, un progetto che nella sua fase finale di attuazione sarà in grado di dotare le istituzioni locali e gli operatori di un forte strumento di sensibilizzazione alla conoscenza del patrimonio storico-culturale-ambientale, e che a livello internazionale (è prevista una edizione in inglese dei materiali prodotti) rappresenterà un ottimo biglietto da visita per la promozione di questo angolo particolare dell’antica Magna Grecia.



ALTRE NEWS

CRONACA

27/06/2019 - Inchiesta su truffa con azioni Banca Apulia-Veneto Banca, quattro sospesi
27/06/2019 - Furti in aziende agricole nel materano: arrestato 39enne
26/06/2019 - Aumento tumori nella Calabria jonica e in Basilicata: l'infermiere che segnalò
26/06/2019 - Basilicata: in un anno scoperti 122 evasori totali

SPORT

27/06/2019 - Eccellenza: Saccà, mago delle promozioni in D, può tornare in Basilicata
26/06/2019 - Serie C, Picerno: resta anche Mirko Fiumara
26/06/2019 - Serie C, Picerno: dalla Turris arriva Vacca
26/06/2019 - Serie C, Picerno: resta anche il bomber Santaniello

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

26/06/2019 Sospensione idrica a Senise

Senise: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nella zona industriale sarà sospesa dalle ore 08:30 di oggi fino al termine dei lavori.

25/06/2019 Sospensione idrica a Rapone

Rapone: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Pediglione resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

25/06/2019 Sospensione idrica a Muro Lucano

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: Raia dei Monaci, via Roma, via don Minzoni, via Appia (alta e bassa), via Serra.

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo