HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Il Papa benedice la Madonna del Pantano di San Giorgio Lucano

20/02/2019



Mattinata da non dimenticare per la comunità parrocchiale di San Giorgio Lucano che da due giorni si trova a Roma con una delegazione guidata dal parroco don Nicola Caino, per partecipare all’udienza di Papa Francesco. Due giorni intensi iniziati il 19 febbraio con l’accoglienza della Madonna dal parroco padre Pasquale della Parrocchia dei Santi Antonio e Annibale Maria nella zona di San Giovanni in Laterano. Sangiorgese doc, il parroco ha organizzato una suggestiva processione per le vie del quartiere ed un concerto mariano in onore della Madonna del Pantano del Coro Polifonico San Mattia con la cantante lirica Sara Agostinelli. Questa mattina Papa Francesco ha benedetto la statua della Madonna, che poi è ritornata nella parrocchia di padre Pasquale . Alle ore 17,00 è prevista la Messa solenne di ringraziamento e alle ore 18,30 il saluto alla Madonna che farà ritorno a San Giorgio Lucano.
L’arrivo della Madonna a Roma ha sugellato un vero e proprio gemellaggio tra la parrocchia di San Giorgio Lucano e quella dei Santi Antonio e Annibale Maria, come più volte ha sottolineato lo stesso padre Pasquale donando a don Nicola Caino un quadro della Madonna e una casula della recente GMG dei giovani di Panama. In risposta don Nicola ha ringraziato padre Pasquale affermando che “è con il cuore pieno di gioia che ringrazio il Signore per questa occasione che ci fa vivere. Abbiamo voluto portare dal Papa la nostra Madonna, perché la sentiamo come Madre e la portiamo nel nostro cuore. 35 anni fa l’immagine della Madonna fu trafugata e il ricordo è rimasto indelebile nelle nostre menti. Abbiamo voluto portare la nuova immagine con le nuove corone dal Santo Padre per testimoniare la nostra fede, testimoniare l’attaccamento a Maria che ci porta a Gesù”. Al termine anche don Nicola ha voluto suggellare il gemellaggio donando a Padre Pasquale un quadro su tela della Madonna degli Angeli e deli libri che raccontano la storia della Madonna e del Santuario del Pantano. Doni anche per il Comune di San Giorgio Lucano ritirati da un rappresentante del comitato a nome del sindaco.
La benedizione del PapaVerso le 11,00, il Santo Padre ha benedetto e incoronato la statua della Madonna del Pantano, ponendo nelle sue mani una corona del Santo Rosario a dimostrazione della sua venerazione alla madre di Cristo. Il culto della Madonna degli Angeli , meglio conosciuta col nome di Madonna del Pantano, parte dal giorno in cui fu rinvenuta casualmente e prodigiosamente in una grotta di quella contrada e su cui è stata costruita dal popolo sangiorgese una chiesetta sulla grotta medesima. Molti parroci si sono avvicendati nel corso degli anni nelle celebrazioni liturgiche e nella custodia del Santuario. Oggi, il Santuario, è diventato una realtà importante, meta di pellegrini devoti della Madonna e luogo di convegni e ritiri spirituali. La festa si svolge in tre momenti diversi dell’anno: il lunedì di Pasqua, la Statua viene portata in processione dal Santuario in paese, dove ogni sera, con la celebrazione della Santa Messa viene venerata da molti fedeli. La seconda Domenica di Maggio si svolge la festa patronale. Dopo la processione, la Statua è accompagnata al Santuario con un corteo di macchine. Il 7 Settembre di sera, la fiaccolata e la veglia di preghiera mariana preparano la festa del giorno 8 che si svolge al Santuario.

Vincenzo Diac. Terracina

foto inviate da Anna Simini




ALTRE NEWS

CRONACA

25/05/2019 - Fridays For Future: il rumore degli studenti in Val d'Agri
25/05/2019 - Basilicata. Rifiuti: controlli del Noe in 4 aziende
25/05/2019 - Melfi: ai domiciliari continuava a fare il pusher. Arrestato
24/05/2019 - Scuole sicure: sequestrati 4,9 gr di marjuana e 2,2 gr di hashish

SPORT

25/05/2019 - Giro d’Italia 2019.Domenico Pozzovivo ,il gregario di lusso
25/05/2019 - Potenza,torna quadrangolare interregionale di bocce "Trofeo delle 4 Porte"
24/05/2019 - Iannone,Verre e Laino: ciclismo lucano protagonista in Puglia, Veneto e Campania
24/05/2019 - Ultima gara stagionale per la PM Asci Potenza,in palio la salvezza

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 25 Maggio in Basilicata

Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica reVia Biagio Guarnaccio, Via Caprini, Via Ventiquattro Maggio e zone limitrofe
Rapolla: a causa di un guasto improvviso l'erogazione resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione nelle seguenti zone: via Biagio Guarnaccio, via Caprini, via Ventiquattro Maggio e strade limitrofe.

24/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 24 Maggio in Basilicata

Acerenza: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile nelle contrade San Germano e Macchione e nelle zone limitrofe sarà sospesa dalle ore 16:30 alle ore 19:30, salvo imprevisti.
Maschito: per consentire l'esecuzione di lavori di riparazione, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa in via Parini, via U. Foscolo, Via Calvario, via A. Moro, via Nitti, via IV° Novembre e via XXIV Maggio dalle ore 08:00 di domani mattina fino al termine dei lavori.
Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone : contrada Cappuccini, contrada Belvedere, contrada Sant'Antuono, via Maddalena, via Conserva.

23/05/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi 23 Maggio in Basilicata

Rionero in Vulture: a causa del protrarsi dei tempi necessari all'esecuzione dei lavori di riparazione, l'erogazione idrica in via E. Alessandrini, via G. Rossa, via M. Rigillo e sue traverse, via M. Miradio della Provvidenza, via Padre Pio e contrada Fontana Maruggia, resterà sospesa fino alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

La pesante leggerezza dell'ipocrisia. Dedicato ai fatti di Manduria
di Giovanni Paolo Ferrari

Incubi riaffiorano alla memoria e con loro alcune delle molte vittime del bullismo e dell’omertà nei nostri paesini... Tra tutti due donne povere e anziane che non avevano mai fatto del male a nessuno: Lucia detta “a Vertel” a Nemoli e un’altra “povera crista” che viveva in Piazza Plebiscito a Sapri e della quale pur sforzandomi non ricordo il soprannome (il nome non l’ho mai saputo...). Unica colpa delle due poverette? Aver perso un po’ il senno durante la ...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo