HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Dietrofront 5 Stelle su Masseria La Rocca: il commento di Enzo Di Salvatore

28/12/2018



La decisione della costituzione in giudizio, adottata dal Consiglio dei ministri lo scorso 21 dicembre, contro il ricorso presentato alla Corte costituzionale dalla Regione Basilicata ha suscitato un vespaio di polemiche.
La vicenda riguarda il conflitto di attribuzioni tra Stato e Regione, promosso dalla Regione Basilicata avverso la sentenza del Consiglio di Stato, circa il permesso di ricerca – noto come “Masseria La Rocca” – a vantaggio della società petrolifera Rockhopper.
“Non so dire se si tratti di un dietrofront politico – ci spiega Enza Di Salvatore, docente di Diritto Costituzionale presso l’Università di Teramo – ma il 12 dicembre, quando il Consiglio dei Ministri aveva adottato la prima delibera, il Governo si era schierato con la Basilicata ratificando sostanzialmente quanto deciso dalla Regione che si era espressa contro il rilascio del permesso”. Ma la decisione adottata dal Consiglio dei ministri il 12 dicembre per il professore è discutibile. “Ovviamente non nel merito, ma nella scelta del mezzo: bloccare un procedimento non rientra nelle prerogative del Consiglio dei Ministri in quanto l’unica competenza che gli è affidata dalla legge è quella relativa all’esercizio del potere sostitutivo nei confronti della Regione, da esercitare per superare il diniego e non già per bloccare il procedimento. La decisione sul rigetto o sul rilascio del permesso di ricerca compete al Ministero dello Sviluppo Economico”. Ciò che ha reso questa decisione discutibile, secondo Di Salvatore, è, dunque, la strategia messa in campo dal Governo, che finisce per tradursi nel suo esatto contrario. “Così facendo si è offerto alla Rockhopper la possibilità di ricorrere al Tar, facendo valere l’incompetenza. Se volesse, la Rockhopper ci metterebbe un attimo a dimostrare che bloccare quel procedimento non spettava al Consiglio dei Ministri”.
La Regione Basilicata aveva fatto ricorso alla Consulta contro la decisione con cui il Consiglio di Stato era entrato nel merito della questione relativa alla mancata intesa regionale. “Nel conflitto di attribuzione la Corte è chiamata a stabilire a chi spetti la competenza e da ciò potrebbe discenderne l’annullamento della sentenza del Consiglio di Stato. Ma è chiaro che, costituendosi contro la Basilicata, il Consiglio dei Ministri, attraverso l’Avvocatura dello Stato, andrà ora a difendere le ragioni espresse dai giudici di Palazzo Spada e, in ultima analisi, le stesse ragioni della Rockhopper”. Ecco quindi dove risiedono le contraddizioni sbandierate dalle associazioni ambientaliste, con in testa il Comitato Nazionale “NO Triv” che ha parlato di “voltafaccia a 5 Stelle”. “L’on. Mirella Liuzzi del M5S – continua Di Salvatore – sostiene che si sia trattato di un atto dovuto e che comunque si tratti di un atto solo formale. Evidentemente non conosce il processo costituzionale. Per il Governo la costituzione in giudizio davanti alla Consulta non è un atto necessario. E non è vero che si tratti solo di un atto formale, giacché in giudizio si producono memorie difensive, con le quali si entra nel merito delle questioni e le si difende”. Da un punto di vista politico, rimane inspiegabile il cambio di rotta dell’esecutivo gialloverde. “Non so dire cosa sia successo – ha concluso il costituzionalista –, il comunicato stampa non dice di più. Si annuncia solo la decisione di costituirsi in giudizio. Magari qualcuno, non avendo gli atti sottomano, non avrà avuto piena contezza della vicenda e non ci avrà badato, ma non posso pensare che nessuno sapesse qual era il contenuto di quel punto all’ordine del giorno”.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

16/01/2019 - Sfruttamento nei campi agricoli jonici, eseguite 14 ordinanze
15/01/2019 - Rsu Fim e Fiom proclamano due ore di sciopero alla Ingegneria Italia (ex Blutec)
15/01/2019 - Muro Lucano. Droga: evade dai domiciliari, arrestato
15/01/2019 - Basilicata. Carabinieri forestali, sette denunce reati contro l'ambiente

SPORT

15/01/2019 - Prima Ctg/B, il punto: il Tursi si conferma un rullo compressore
15/01/2019 - Prima Ctg/B: brutta sconfitta per il Viggianello
14/01/2019 - Promozione: l’Atletico Lauria inizia bene il 2019
13/01/2019 - Promozione: non si fermano le prime due

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

16/01/2019 Comunicazione di sospensione idrica oggi in Basilicata

Paterno: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 14:00 alle ore 18:00 salvo imprevisti.

15/01/2019 Tribunale Matera: cessato allarme bomba

E' cessato dopo circa quattro ore l'allarme bomba al Palazzo di giustizia di Matera: sono terminate poco fa le operazioni di controllo della struttura di via Aldo Moro effettuate dagli artificieri dai Carabinieri. Alle operazioni hanno partecipato anche unità del Nucleo cinofili di Tito (Potenza). Il personale del Palazzo di giustizia ha quindi fatto rientro negli uffici e sono riprese regolarmente tutte le attività.ANSA

15/01/2019 Allarme bomba al Tribunale di Matera

Allarme bomba al Palazzo di giustizia di Matera, città nella quale sabato prossimo, 19 gennaio, ci sarà l'inaugurazione dell'anno da Capitale europea della Cultura 2019 a cui parteciperanno il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, e il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e gli artificieri che verificheranno l'eventuale presenza di un ordigno, segnalata con una telefonata alla Polizia municipale. ANSA

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo