HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Centrale del Mercure: approvata la messa in sicurezza operativa del Lotto 2

13/12/2018



A Laino Borgo si è tenuta una Conferenza dei Servizi sulla messa in sicurezza del Lotto numero 2 della Centrale del Mercure. Al tavolo erano seduti, oltre all’assessore Donato del Comune di Laino Borgo, rappresentanti di Arpacal, della Regione Calabria, dell’Asl di Cosenza, della Provincia di Cosenza, della Soprintendenza ai Beni Culturali e dell’Ente Parco Nazionale del Pollino. “È stato approvato definitivamente il progetto MISO di messa in sicurezza operativa del Lotto numero 2 della Centrale del Mercure, ma era un progetto che si doveva approvare già da tempo”, ci spiega Maria Russo: vicesindaca, che dopo la recente morte di Franco Armentano ha assunto anche l’incarico di sindaco facente funzioni di Laino Borgo. L’approvazione è avvenuta in vista dell’ormai imminente cessione dell’impianto a biomassa al fondo F2i.
La messa in sicurezza operativa consiste nell’insieme degli interventi eseguiti in un sito in esercizio, al fine di garantire un adeguato livello di sicurezza per le persone e per l'ambiente, in attesa di ulteriori interventi di messa in sicurezza permanente o bonifica da realizzarsi alla cessazione dell'attività.
Attualmente la Centrale del Mercure funziona solo attraverso il Lotto 1, che sprigiona una potenza di 35 dei 42 MW totali; mentre il Lotto numero 2 può arrivare fino a 40 MW e quindi consentire di raddoppiare la potenza dell’impianto, ma attualmente è visibilmente mal ridotto per via della ruggine.
Sia chiaro che la messa in sicurezza di per sé non significa aumentare la potenza, né da sola potrebbe consentire di farlo poiché l’autorizzazione alla riapertura si basa sull’accordo Mise, che fa esplicito riferimento a una combustione a 35 MW (comunque abominevole per un Parco naturale). Quindi, affinché aumenti la potenza, innanzitutto sarebbero necessari una nuova intesa e una nuova autorizzazione. Infatti, non vogliamo certo affermare che nuovi investitori lo abbiano in programma o che le istituzioni firmatarie della accordo del 2014 abbiano questa intenzione. Anche perché siamo stati noi a riportare le parole del presidente dell’Ente Parco Nazionale del Pollino Pappaterra, che ha detto che nelle attività di controllo sulle emissioni della Centrale verranno coinvolti il Cnr e l’Istituto Superiore della Sanità. Abbiamo semplicemente voluto spiegare che con entrambi i lotti attivi a pieno regime, la potenza della Centrale del Mercure schizzerebbe fino a 82 MW: scenario che sarebbe inverecondo per un’area protetta.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

22/03/2019 - Rionero in Vulture: un cinghiale da salvare
22/03/2019 - Carabinieri Forestali sequestrano stazione di servizio dismessa a Tolve
22/03/2019 - Furto in abitazione nel Materano, due arresti a Zagarolo
22/03/2019 - Il progetto di superamento de 'La Fellandina' ha l'ok delle parti sociali

SPORT

22/03/2019 - Matera,iI concentramento camp. hockey su pista femminile
22/03/2019 - Grumentum Val d'Agri: ad un passo dal sogno
22/03/2019 - Serie D, G/H: al Fittipaldi il Francavilla anticipa contro il Sorrento
22/03/2019 - Bernalda Futsal,verso l'Altamura. Il dg Mazzei:“attenzione alle loro ripartenze"

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

22/03/2019 Sospensione idrica a Matera

Maratea: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in zona Fiumicello sarà sospesa dalle ore 14:30 di oggi fino al termine dei lavori.

21/03/2019 Basilicata: al voto 573.970 elettori

Sono 573.970 gli elettori che domenica prossima, 24 marzo, voteranno in Basilicata - in 681 sezioni, dalle ore 7 alle 23 - per eleggere il presidente della Regione e i 20 componenti del consiglio regionale. E' quanto emerge dai dati forniti dalle prefetture di Potenza e Matera. Il comune della provincia di Potenza dove vi sono meno elettori è San Paolo Albanese (310); in provincia di Matera il comune con meno elettori è Cirigliano (387).Ansa

20/03/2019 Vito Pace confermato presidente Consiglio Notarile

Il Consiglio Notarile Distrettuale di Potenza, Lagonegro, Melfi e Sala Consilina ha riconfermato, all'unanimità, per il triennio 2019/2021, quale Presidente il Notaio Vito Pace e quale Segretario il Notaio Francesco Carretta. Gli altri componenti sono i Notai : Adele De Bonis Cristalli (tesoriere); Antonio Di Lizia, Annamaria Racioppi, Angelo Pasquariello e Agostino Rizzo.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo