HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

In manette cittadino romeno per violenze e sfruttamento

25/09/2018



Costringeva a prostituirsi una sua connazionale che però è riuscita a fuggire e a rivolgersi alla Polizia

La Polizia di Stato nelle scorse ore ha sottoposto a fermo di indiziato di delitto, convalidato dall’Autorità Giudiziaria, un cittadino romeno ventottenne per induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, estorsione, violenza privata, lesioni personali dolose, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro.

L’attività d’indagine è stata condotta dalla Squadra Mobile e dalla Squadra Volante a seguito della denuncia di una donna, anche lei romena e coetanea dell’arrestato, la quale, dopo l’ennesima aggressione con calci e pugni subìta dall’uomo, è riuscita a divincolarsi vagando a piedi per le vie del centro di Matera dove ha incontrato poco dopo una Volante alla quale ha chiesto aiuto.

Subito è stata accompagnata negli uffici della Squadra Mobile e in presenza di una interprete ha raccontato agli agenti le violenze, i soprusi e le aggressioni cui ha dovuto sottostare negli ultimi quindici giorni, cioè da quando ha fatto ingresso in Italia proveniente dalla Francia.

Proprio in Francia aveva conosciuto il connazionale che le ha prospettato di venire insieme in Italia, in un paese dell’entroterra materano, dove si poteva lavorare e guadagnare nella raccolta di pomodori e ortaggi vari, aggiungendo che in questa località era già presente la madre di lui impegnata nella stessa attività.

Giunta in Italia, invece, la donna oltre a lavorare nei campi per più di otto ore al giorno senza percepire nulla, è stata anche costretta con minacce e violenze fisiche a prostituirsi e ad avere rapporti sessuali con due conoscenti dell’aguzzino, che per le prestazioni ha intascato la somma di 300 euro.

Ribellatasi allo stato di soggezione a cui era costretta, la giovane ha contattato un amico residente in Francia implorandolo di inviarle trecento euro per tornare in Romania, dove aveva lasciato due bambini avuti da un precedente matrimonio, accordandosi di farlo tramite un circuito internazionale di servizi finanziari.

L’uomo, però, avendo intuito che si sarebbe recata a Matera per prelevare il denaro, l’ha accompagnata insieme alla propria madre, denunciata per gli stessi reati, costringendola con calci e pugni a consegnargli l’intera somma.

Tale comportamento violento e aggressivo si è ripetuto proprio nel tardo pomeriggio di qualche giorno fa quando i tre sono tornati nuovamente a Matera per riscuotere altro denaro fatto pervenire alla ragazza da un altro amico; questa volta, però, è riuscita a divincolarsi e rivolgersi alla Polizia.

Lo stato di prostrazione morale e fisica della vittima e i dolori lancinanti accusati alle braccia e all’addome a seguito dell’aggressione da parte dell’uomo, hanno determinato anche l’intervento dei sanitari che oltre a numerosi lividi in varie parti del corpo, le hanno anche diagnosticato una frattura a una costola guaribile in ventuno giorni.

Il cittadino romeno è stato rintracciato in un casolare dagli Agenti della Squadra Mobile e sottoposto a fermo di indiziato di delitto poi convalidato dall'Autorità giudiziaria.

L’uomo è attualmente rinchiuso nella Casa Circondariale di Matera



ALTRE NEWS

CRONACA

25/06/2019 - Latronico diventa un paradiso fiscale per immigrati in pensione
25/06/2019 - Pignola (PZ): Evade dai domiciliari. Arrestato dai Carabinieri
25/06/2019 - Melfi. Furti: intercettato furgone con 110 pannelli fotovoltaici rubati
25/06/2019 - Rottamazione cartelle, in arrivo 1,4 milioni di lettere

SPORT

25/06/2019 - Ciclismo. Elettrico conquista Aprica sognando le Dolomiti
25/06/2019 - Al via la XVI ediz.della “500 km della Basilicata”
24/06/2019 - Presentata a Policoro la ''Academy Picerno''
24/06/2019 -  US Castelluccio: si riparte con il gioiellino Mecca fra i pali

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

25/06/2019 Sospensione idrica a Rapone

Rapone: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in contrada Pediglione resterà sospesa fino al termine dei lavori di riparazione.

25/06/2019 Sospensione idrica a Muro Lucano

Muro Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: Raia dei Monaci, via Roma, via don Minzoni, via Appia (alta e bassa), via Serra.

24/06/2019 Ortofrutta in crisi, firmato un accordo

Per affrontare le conseguenze della "grave crisi commerciale" del settore dell'ortofrutta, Coldiretti Basilicata e Spesì hanno concluso a Policoro (Matera) il "primo accordo di filiera". Lo ha annunciato Coldiretti Basilicata, ricordando che il settore ortofrutticolo ha anche "subito ingenti danni dalle ultime dannose ed eccezionali attività atmosferiche". Il progetto promosso da Coldiretti è denominato "Io sono lucano".

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo