HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Rotonda: dissuasori abbelliti grazie alla street art

10/08/2018



Sono quanto di più odiato dagli automobilisti indisciplinati, ma i dissuasori, oltre a fungere da deterrente per il rispetto del codice della strada, possono anche essere uno strumento di decoro urbano. Il loro utilizzo in questa particolare funzione si può vedere a Rotonda dove, in tre giorni, alcuni ragazzi li hanno dipinti sulla base di una logica ben precisa.
L’idea è venuta a Vito Sabia, consigliere comunale di maggioranza. Domenico Cavaliere l’ha immediatamente accolta, mettendo su un gruppo di lavoro che si è avvalso dei colori gentilmente offerti da FDTecnologie di Irene D’Avanzo.
“Ho parlato con Vito e Mariagiulia (la vicesindaca De Cristofaro, ndr) che mi hanno chiesto se conoscevo qualcuno in grado di ‘trasformare’ i dissuasori, dandogli un tocco di colore e fantasia. Dopodiché ho informato della proposta alcuni ragazzi che ne sono stati subito entusiasti”, ci spiega Domenico. “C’è stato solo chiesto – aggiunge – di pensare a qualcosa che rappresentasse un richiamo di quanto di bello abbiamo a Rotonda, e abbiamo deciso di dipingere i dissuasori raffigurando qualcosa a tema con ciò che è prossimo alla loro collocazione”. Per cui – prosegue –, su quello in prossimità del museo, dato che ne ospita i resti, è stato dipinto un mammut; nei pressi della villa comunale, dove sono collocati i giochi per bambini, troviamo ‘Picachu’; mentre vicino alla ‘Pitu’ (simbolo del rito arboreo per la festa patronale, ndr), è stato raffigurato lo stemma del Comune”. “Ma poi – conclude Domenico – ce ne sono molti altri nei quali abbiamo lasciato libero sfogo alla fantasia dei ragazzi. Di cui, quello che mi ha colpito maggiormente, è stata la felicità impressa sui volti mentre dipingevano e nel momento in cui avevano finito”.
Abbiamo parlato del progetto con Angelo e Serena, due dei protagonisti dell’iniziativa. “Farlo è stato importante – osserva Angelo – e ci ha permesso di dare una mano a rendere più bello il nostro paese. Per riuscirci è necessario il contributo di noi giovani, che però partecipiamo poco”.
“I giovani dovrebbero essere molto più partecipi alla vita del Comune – continua Serena –. E in questo senso abbiamo cercato di abbellire il nostro paese per renderlo migliore magari anche agli occhi dei turisti”. Entrambi sono stati spinti dalla passione perché non faranno questo nella vita, ma sono stati d’accordo comunque su come comportarsi in ottica di un’eventuale replica. “Lo rifaremmo sicuramente”, ci hanno risposto all’unisono.

Gianfranco Aurilio
lasiritide.it

Tutti i protagonisti dell’iniziativa “The Good Guys of Street Art”
Serena Di Sanzo
Morena De Cristofaro
Francesco Milione
Gianrocco Di Tomaso
Manuela Capuano
Angelo La Gamma
Rosalba Di Giano
Gianmario Di Giano
Elisabetta Maria Fedele (di Voghera)
Fabrizio De Marco
Alessia Di Giano



ALTRE NEWS

CRONACA

21/02/2019 - Da 10 giorni Sinnica chiusa per frana e ancora nessun intervento
20/02/2019 - Trerotola candidato alle Regionali per il centrosinistra
20/02/2019 - Francavilla: revocato sgombero per diversi edifici non in zona rossa
20/02/2019 - Il Papa benedice la Madonna del Pantano di San Giorgio Lucano

SPORT

20/02/2019 - Calvello amara per il Castelluccio, l'Anzi si impone 2-0
20/02/2019 - E' morto Maurizio Clerici. Il canottaggio (anche a Senise) a lutto
20/02/2019 - Campionato bocce: la C scende in campo per le semifinali
20/02/2019 - Hockey su pista serie B – girone e, la HP Matera ospita il Giovinazzo

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/02/2019 Pallavolo maschile serie D, rinviata la gara tra Volley Academy Matera e Venosa

A causa della indisponibilità della squadra ospite, è stata rinviata la gara casalinga della Volley Academy Matera contro il Venosa valida per il recupero della prima giornata di ritorno del campionato di pallavolo maschile di serie D ed in programma nella serata di mercoledì alle 19:30. L’incontro è stato rinviato al prossimo 19 marzo alle 20:30.

20/02/2019 Conferito incarico di Direttore Sanitario F.F. dell’AOR San Carlo

Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza, Dottor. Massimo Barresi, ha affidato in via temporanea le funzioni di Direttore Sanitario F.F., alla Dottoressa Angela Bellettieri, Dirigente medico della stessa Direzione. Tali funzioni saranno esercitate fino alla nomina del nuovo Direttore Sanitario.
La Dottoressa Bellettieri subentra al Dottor Antonio Picerno, che ha rassegnato le dimissioni dall’incarico per motivi personali.
L’Azienda lo ringrazia per il contributo dato negli anni in cui ha ricoperto l’incarico di Direttore Sanitario.

20/02/2019 Unicef:presentazione Report del Piano d’Azione 2018 e del Piano in Progress 2019

L’Unicef Basilicata, Presidente Angela Granata, venerdì 22 Febbraio 2019, dalle ore 10.00 alle ore 11.30, nell’ Aula Magna “Filomena Pepe” del Liceo Scientifico “P.P. Pasolini” di Potenza, terrà una Conferenza Stampa di presentazione del Report del Piano d’Azione 2018 e del Piano in Progress 2019.

Parteciperanno i rappresentanti Istituzionali, i Dirigenti delle Scuole della Città di Potenza, il Gruppo Interistituzionale, i Presidenti delle Associazioni che collaborano con l’UNICEF Basilicata.

In occasione della conferenza stampa, che sarà coordinata dall’Addetta stampa Unicef Basilicata, Lorenza Colicigno, la Presidente Granata intende ribadire l’impostazione del suo lavoro, impostazione già collaudata nel 2018, come condivisione della politica e delle Azioni dell’UNICEF con la “Rete”, ciò al fine di collaborare nel promuovere e realizzare sull’intero territorio regionale interventi a sostegno dei bambini e delle bambine.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo