HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Da bollette a sanità, spese obbligate 7300 euro a testa

10/08/2018





Dall'energia elettrica ai ticket sanitari, passando per le assicurazioni, le quota di "spese obbligate" nel 2018 si attesta al 40,7% sul totale dei consumi, in calo di circa un punto rispetto al 2014 ma ancora con "un'elevata incidenza", che arriva a pesare "quasi 7.300 euro l'anno pro capite". E tra le uscite vincolate, per le quali il cittadino "ha poca, o nessuna, libertà di scelta", la voce abitazione è quella più rilevante: tra affitti, manutenzioni, bollette e utenze assorbe "quasi 4.200 euro". E' quanto stima l'ufficio studi della Confcommercio.

Cala la quota di spesa destinata agli alimentari. Per la spesa alimentare in Italia, a testa, si spendono 2.681 euro annui, un valore in crescita solo in termini assoluti. Sul totale dei consumi la quota assorbita dai prodotti della tavola risulta infatti in calo, attestandosi al 15,0% nel 2018 dal 15,2% del 2014, quando già era in riduzione rispetto al 2007.



ALTRE NEWS

CRONACA

21/02/2019 - Da 10 giorni Sinnica chiusa per frana e ancora nessun intervento
20/02/2019 - Trerotola candidato alle Regionali per il centrosinistra
20/02/2019 - Francavilla: revocato sgombero per diversi edifici non in zona rossa
20/02/2019 - Il Papa benedice la Madonna del Pantano di San Giorgio Lucano

SPORT

20/02/2019 - Calvello amara per il Castelluccio, l'Anzi si impone 2-0
20/02/2019 - E' morto Maurizio Clerici. Il canottaggio (anche a Senise) a lutto
20/02/2019 - Campionato bocce: la C scende in campo per le semifinali
20/02/2019 - Hockey su pista serie B – girone e, la HP Matera ospita il Giovinazzo

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/02/2019 Pallavolo maschile serie D, rinviata la gara tra Volley Academy Matera e Venosa

A causa della indisponibilità della squadra ospite, è stata rinviata la gara casalinga della Volley Academy Matera contro il Venosa valida per il recupero della prima giornata di ritorno del campionato di pallavolo maschile di serie D ed in programma nella serata di mercoledì alle 19:30. L’incontro è stato rinviato al prossimo 19 marzo alle 20:30.

20/02/2019 Conferito incarico di Direttore Sanitario F.F. dell’AOR San Carlo

Il Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo di Potenza, Dottor. Massimo Barresi, ha affidato in via temporanea le funzioni di Direttore Sanitario F.F., alla Dottoressa Angela Bellettieri, Dirigente medico della stessa Direzione. Tali funzioni saranno esercitate fino alla nomina del nuovo Direttore Sanitario.
La Dottoressa Bellettieri subentra al Dottor Antonio Picerno, che ha rassegnato le dimissioni dall’incarico per motivi personali.
L’Azienda lo ringrazia per il contributo dato negli anni in cui ha ricoperto l’incarico di Direttore Sanitario.

20/02/2019 Unicef:presentazione Report del Piano d’Azione 2018 e del Piano in Progress 2019

L’Unicef Basilicata, Presidente Angela Granata, venerdì 22 Febbraio 2019, dalle ore 10.00 alle ore 11.30, nell’ Aula Magna “Filomena Pepe” del Liceo Scientifico “P.P. Pasolini” di Potenza, terrà una Conferenza Stampa di presentazione del Report del Piano d’Azione 2018 e del Piano in Progress 2019.

Parteciperanno i rappresentanti Istituzionali, i Dirigenti delle Scuole della Città di Potenza, il Gruppo Interistituzionale, i Presidenti delle Associazioni che collaborano con l’UNICEF Basilicata.

In occasione della conferenza stampa, che sarà coordinata dall’Addetta stampa Unicef Basilicata, Lorenza Colicigno, la Presidente Granata intende ribadire l’impostazione del suo lavoro, impostazione già collaudata nel 2018, come condivisione della politica e delle Azioni dell’UNICEF con la “Rete”, ciò al fine di collaborare nel promuovere e realizzare sull’intero territorio regionale interventi a sostegno dei bambini e delle bambine.

Noi e quella sacrosanta ''cultura del territorio''
di Mariapaola Vergallito

“I lucani conoscono la frana. I contadini lucani sono vissuti da sempre con la frana, l’orecchio teso a quel fremito oscuro, l’occhio attento a scrutare le rughe della terra. Ma un tempo nessuno la violentava la terra. La temevano, la rispettavano. Istintivamente si tramandavano quella che modernamente si è poi chiamata “cultura del territorio”. Oggi, nell’era della scienza, è proprio quella cultura che è venuta meno. Dalle paure ancestrali si è passati al s...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo