HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Forestazione: la 'rivoluzione' che tarda a concretizzarsi

11/07/2018



Doveva essere la ‘’rivoluzione’’ del settore della forestazione. E potrebbe anche esserlo. Solo che, fino ad ora, non sono pochi ad aver dimostrato malcontento nei confronti di una organizzazione che, nei fatti, non sta dando i frutti sperati. Un comparto che, oggi, fa contare oltre 800 addetti solo nell’area del Lagonegrese Pollino perché ai circa 600 lavoratori che facevano capo al settore forestazione dell’area programma oggi si aggiungono quelli del progetto ‘Parco Fruibile’ dell’Ente Pollino, gli addetti per il verde pubblico di alcuni Comuni e le Vie Blu. Tutti insieme sotto l’egida del Consorzio di Bonifica in una riforma che l’assessore regionale al ramo Luca Braia ha definito, nei vari incontri delle scorse settimane, una vera rivoluzione che risolve problemi antichi di questo comparto. Problemi quali la differenza nelle date di partenza dei cantieri, un trattamento avvertito come diversificato tra lavoratori, i ritardi nei pagamenti e le difficoltà burocratiche che dovrebbero essere superate con l’avvento di un contenitore istituzionale unico per tutti i lavoratori.

Solo che, a sentire una rappresentanza di lavoratori che ha contattato la nostra redazione e che fanno capo al progetto del parco Pollino, “non solo l’auspicata puntualità nei pagamenti non c’è stata (le attività sono cominciate il 1 giugno scorso ma ancora, come spiegano, non è arrivato il mensile, ndr) ma non abbiamo più un interlocutore”. “Non sappiamo a chi rivolgere le nostre domande, le nostre preoccupazioni e le nostre richieste- ci dicono- e se fino ad ora siamo riusciti ad operare è stato non tanto grazie a chi dovrebbe coordinare il nostro lavoro, quanto per l’esperienza pregressa”. Il Consorzio di Bonifica dovrebbe occuparsi dell’aspetto amministrativo, mente l’ente Parco dovrebbe mantenere le attività di coordinamento delle attività.
Ma i lavoratori del progetto parco fruibile non sono i soli ad aver espresso malcontento. L’assessore Giuseppe Guarino del comune di Fardella lamenta che nonostante la maggiore efficienza, auspicata con l’istituzione del consorzio di bonifica , notevoli sono i disagi a carico dei Comuni.Basti pensare che per il funzionamento dei mezzi utilizzati per la pulizia ''siamo costretti ad utilizzare soldi delle case comunali per l’acquisto del carburante, e materiale vario.
L’auspicio che in tempi brevi i responsabili della gestione dei Cantieri Forestali , prendano atto della situazione citata, rendendo più efficace e proficua l’azione posta in essere''.

MpVerg
lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

16/07/2018 - Potenza:rapina in centro storico,arrestati 4 cittadini spagnoli
16/07/2018 - Concorsopoli: Quinto e Benedetto passano dal carcere ai domiciliari
16/07/2018 - Marsicovetere:Un 22enne è stato posto ai domiciliari dai Carabinieri per droga
16/07/2018 - Vigili del Fuoco: ancora niente convenzione con la Regione Basilicata

SPORT

16/07/2018 - I Kings di Rivello hanno partecipato al camp dei Rays Lights
16/07/2018 - SCALDAFERRI: dal nuoto al Triathlon e ritorno (in Coppa del Mondo FINA!)
16/07/2018 - Tim Cup di Serie A: il Picerno tra le 9 squadre della Serie D
16/07/2018 - Eccellenza: Lavello e Policoro sugli scudi

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

16/07/2018 Sospensione idrica a Filiano

Filiano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile nel centro abitato e in contrada Dragonetti sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina, salvo imprevisti.

16/07/2018 Sospensione idrica a Lauria

Lauria: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 09:00 di oggi fino al termine dei lavori, nelle seguenti località: Santa Maria, Oliveto, Piano Focaia, Timpa D'Elce, Tronomanco e 4^ traversa provinciale Melara

16/07/2018 Sospensione idrica Tricarico

Tricarico: per consentire il recupero del livello del serbatoio, l'erogazione idrica resterà sospesa fino alle ore 7,30 di domani mattina, salvo imprevisti.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo