HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Mobilità 'insostenibile', due lucani su tre scelgono l'auto

27/05/2018



Si chiama “mobilità sostenibile”, sostanzialmente serve a limitare le emissioni inquinanti nell’atmosfera riducendo anche i problemi del traffico, ma in Basilicata è conosciuta quanto la ricetta della bagna càuda. I dati registrati dall’Isfort, l’istituto superiore di formazione e di ricerca per i trasporti, hanno relegato la Basilicata agli ultimi posti della graduatoria nazionale che ha misurato proprio l’attitudine al rispetto ambientale in fatto di spostamenti. Un trend nazionale che ha un valore assoluto anche quando si parla degli spostamenti casa-lavoro, misurati questa volta dall’Istat, in cui la Basilicata è seconda nell’utilizzo dell’automobile solo alle Marche. L’82,9% dei lucani usa l’auto anche quando il lavoro dista meno di 15 chilometri.

Dietro l’apparente pigrizia dei lucani, che potrebbe essere letta anche come scarso senso ambientale, c’è in realtà un sistema di trasporti antiquato che spesso non permette alcuna alternativa all’auto, soprattutto per i pendolari. Chi non vive in città fa fatica a conciliare gli orari lavorativi con quelli di treni e pullman. Ma anche quando tratte e orari coincidono, l’auto è comunque il mezzo più comodo se paragonata ai treni superaffollati o ai pullman vetusti che avanzano lungo le problematiche strade lucane con l’insicurezza di chi rischia il guasto da un momento all’altro. Il peggiore, secondo le rilevazioni dell’Istat relative al 2016, è il valore legato all’utilizzo del treno: solo lo 0,9% dei lucani percorre le strade ferrate per coprire la tratta casa-lavoro. Un dato che è tra i più bassi d’Italia e su cui occorre fare una riflessione sfatando alcuni luoghi comuni assai diffusi. In Basilicata vivere senz’auto è quasi eroico, ci sono poche scuse, è mancanza di cultura e organizzazione. Sono appena 4.558 i viaggiatori che ogni giorno attraversano la nostra Regione utilizzando il treno, molti di questi sono pendolari che lo utilizzano per motivi di studio o di lavoro. Rispondere alle esigenze di tanti cittadini e rendere il trasporto ferroviario una reale opzione per un numero sempre maggiore di persone, è un obiettivo che la Regione Basilicata deve perseguire, mettendo in campo una serie di importanti e concrete misure per migliorare le condizioni del sistema ferroviario e quelle di utenti e pendolari, come ad esempio il rinnovo del materiale rotabile, con l'immissione di nuovi treni e la sostituzioni di quelli più vecchi, la realizzazione di una variante di tracciato per migliorare il collegamento con l'area industriale di Melfi (Già stanziati 60 milioni) e la riqualificazione delle stazioni ferroviarie. Tutelare gli utenti è doveroso e significa anche incentivarli ad usare sempre di più il treno e sempre meno la macchina.


Davide Mecca



ALTRE NEWS

CRONACA

15/10/2018 - Cisl e Uil su incidente alla Ageco
15/10/2018 - Le offre stanza poi la violenta, arrestato 41enne originario di Melfi
15/10/2018 - Elezioni in Basilicata forse il 20 gennaio
15/10/2018 - Basilicata. Nove ristoranti su 13 irregolari

SPORT

15/10/2018 - San Gerardo C5 PZ, Goldoni segna e bacia la maglia: 'La onorerò per sempre'
15/10/2018 - Matera Calcio:Lamberti nuovo socio di maggioranza.Colucci dg
15/10/2018 - 5^ giornata campionati regionali U17 e U15
15/10/2018 - Fine settimana negativo per il settore giovanile del Matera Calcio

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

15/10/2018 16 ottobre 2018: riapertura studio medico Salam c/o Ce.St.Ri.M. Potenza

Lo studio medico Salam – Salute e Pace, attivo presso il Ce.St.Ri.M di Potenza dall’aprile 2017, grazie alla collaborazione di diverse figure professionali volontarie (medici, infermieri, ostetriche, psicologi…) ha avviato un’attività di medicina sociale, indirizzata primariamente (ma non esclusivamente) all’assistenza dei migranti irregolari. Dopo la chiusura estiva l'Ambulatorio riapre domani 16 Ottobre con nuove modalità operative. È possibile prenotare una visita specialistica gratuita chiamando il numero 324 89 69 439 dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16.00 alle 20.00 e consultando il sito Internet www.cestrim.org e la pagina Facebook del Ce.St.Ri.M. sui quali saranno pubblicate le date e i nomi degli specialisti disponibili. Le visite di medicina generale, al contrario, non richiederanno alcuna prenotazione. Per il mese di ottobre il calendario degli appuntamenti è il seguente: Visite specialistiche (richiesta prenotazione) Martedì 16 Otorinolaringoiatria – dott.ssa Langone Martedì 23 Odontoiatria – dott. Di Trana Mercoledì 24 Neurologia – dott.ssa Acquistapace Visite di medicina generale (senza prenotazione) Giovedì 18 Medicina Interna – dott. Pennacchio ore 11.00-13.0 Venerdì 26 Medicina Generale – dott. Buchicchio ore 16.00-18.00

15/10/2018 Sospensione idrica a Ginestra

Ginestra: a causa di un guasto improvviso, nell'intero abitato potrebbe verificarsi cali di pressione e o mancanza di erogazione idrica dalle ore 09:30 alle ore 16:00 circa di oggi, salvo imprevisti.

14/10/2018 Calcio 1^ Ctg./B:risultati 3^ giornata

Elettra Marconia – Città Dei Sassi Matera 2-1
L.Montescaglioso – Tursi 1-3
Montemurro – VR Episcopia Calcio 2-6
Salandra – Irsina 1-3
Tramutola – Peppino Campagna Bernalda 0-1
Tricarico Pozzo Sicar – Castelsaraceno 2-0
Viggianello – A.Montalbano 0-2

L'eredità di Angela
di Mariapaola Vergallito

Angela Ferrara viveva in un paese, Cersosimo, che siamo abituati a raccontare soltanto spulciando le colonnine infinite dei dati sullo spopolamento. Un paese incastonato tra le montagne del Pollino, in una valle bellissima; uno di quei borghi che non vedi da lontano, ma solo quando esci dalla statale per aggrapparti nei tornanti che collegano l’entroterra lucano a quello calabrese. Negli anni saranno stati tanti i giovani che hanno guardato questo paese con...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo