HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Villa d'Agri, asportato un raro tumore neurologico del massiccio facciale

13/03/2018



E' stato operato con successo nell'Ospedale di Villa d'Agri un raro caso di tumore del simpatico cervicale dello spazio parafaringeo. A rimuovere lo schwannoma, un tumore benigno dei nervi periferici, l'equipe di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Oncologica Maxillo-Facciale, diretta da Marco Manola e composta da Cesare Marte, Antonella Ferrara e Vincenzo Fortino. La paziente, una 72enne del Lagonegrese da circa 3 anni presentava in regione tonsillare destra una voluminosa formazione (oltre 5 centimetri di diametro) che, occupando spazio, causava un'evidente dislocazione tonsillare e difficoltà di deglutizione.
"L'Angio-Tac e l'esame citologico effettuati a Villa d'Agri - spiega il dottor Manola - ha confermato la diagnosi istologica di schwannoma dello spazio parafaringeo, evidente nella Risonanza Magnetica con cui la paziente è arrivata in ospedale. L'intervento chirurgico è stato realizzato con una cervicotomia attraverso la mandibola. Il tumore è stato completamente asportato salvaguardando tutti i nervi cranici. La paziente nel decorso post operatorio non ha evidenziato alcun deficit dei nervi cranici né del simpatico cervicale".
"I tumori primitivi dello spazio parafaringeo - precisa il direttore sanitario di Villa d'Agri, Bruno Masino - rappresentano lo 0.5 % delle neoplasie cervico-facciali, e costituiscono una sfida per il chirurgo, sia per le difficoltà di definirne lo stadio prima dell'operazione, sia la scelta del corretto approccio in uno spazio difficilmente aggredibile perché attraversato da numerose strutture anatomiche. I più frequenti tumori benigni sono gli adenomi pleomorfi provenienti dal polo profondo della parotide seguiti dagli schwannomi del vago, meno frequentemente si possono trovare i schwannomi del simpatico cervicale. Dal punto di vista sintomatologico presentano scarsi segni: talora una massa cervicale, ma più spesso unicamente una tumefazione del palato molle che medializza la regione tonsillare. L'intervento è stato eseguito grazie alla collaborazione degli anestesisti guidati da Nicola Scaccuto, e all'assistenza offerta dal personale infermieristico dei reparti di Terapia Intensiva e Chirurgia e della sala operatoria".





ALTRE NEWS

CRONACA

19/10/2018 - Isde Italia: ‘No agli incentivi sulle biomasse per scopi industriali’
19/10/2018 - Matera: revocata ordinanza su divieto uso acqua potabile
19/10/2018 - Marconia.Polizia arresta 20enne per detenzione stupefacenti ai fini di spaccio
19/10/2018 - Basilicata.Non osserva obblighi sorveglianza speciale arrestato a Pietragalla

SPORT

19/10/2018 - Serie D, le lucane: due arrivi in casa Rotonda. Bene Picerno e Francavilla
19/10/2018 - Matera Calcio:terza giornata campionato nazionale Berretti
19/10/2018 - Coppa Divisione.Bernalda Futsal:cuore e grinta non bastano con il Prestito CMB
18/10/2018 - Potenza vs Reggina,analisi del tecnico Raffaele

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/10/2018 Sospensione idrica a Tito

Tito: a causa di uno scoppio improvviso sulla condotta idrica distributrice, l'erogazione idrica sarà sospesa oggi dalle ore 11:00 alle ore 17.00 circa, salvo imprevisti, nelle seguenti vie: San Vito, Enrico Berlinguer e Madonna delle Grazie

19/10/2018 Sospensione idrica a Senise in via Bastanzio

Senise: a causa di un guasto improvviso su condotta, l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:30 di oggi fino al termine dei lavori di riparazione in via Bastanzio.

19/10/2018 Comunicazione acquedotto lucano

Matera: Acquedotto Lucano informa che con ordinanza del sindaco di Matera è stato vietato l'uso dell'acqua a fini potabili. Acquedotto Lucano ha già provveduto ad effettuare nuovi campionamenti per verificare la conformità dell'acqua ai parametri di legge. Seguiranno nuove comunicazioni.

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo