HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Senise: la vicenda dell'asilo in largo Donnaperna finisce a processo

19/10/2017



La vicenda della scuola materna gestita dall'Associazione Sacro Cuore di largo Donnaperna a Senise, finirà sotto processo. Il gup del tribunale di Lagonegro Rosamaria De Lellis ha infatti emesso provvedimento di rinvio a giudizio per due funzionari del comune di Senise, il responsabile dell'ufficio tecnico e il responsabile del settore amministrativo. I reati contestati a loro carico, come preannunciato da Pino Perciante sulla Gazzetta del Mezzogiorno, sono abuso e omissione di atti di ufficio. Secondo l'accusa tutto era calcolato in maniera intenzionale dai due imputati che con le loro condotte illecite avrebbero causato un danno ingiusto all'associazione del Sacro Cuore che ora ha chiesto un risarcimento di un milione di euro. Ricordiamo, come abbiamo più volte ricostruito, che la scuola materna in questione fondata nel 1924 era stata sempre gestita dall' Opera Nazionale per il Mezzogiorno. Nel 2009 l'associazione Sacro Cuore aveva presentato una richiesta per subentrare nella gestione ma uno dei due imputati, il responsabile del settore amministrativo, non avrebbe avviato la pratica per il subentro ma quella per nuova attività. Secondo l'accusa, come riportato dalla Gazzetta, questo atto sarebbe stato fatto di proposito per mettere in difficoltà la nuova associazione. Stessa condotta contestata al responsabile dell'ufficio tecnico che, secondo l'accusa, avviava arbitrariamente un'anomala procedura per il rilascio del certificato di agibilità, non richiesto dall'Associazione e non previsto in caso di subentro in attività già esistenti. Su richiesta dello stesso responsabile tecnico l'associazione avrebbe fatto eseguire anche dei lavori di adeguamento dell'edificio per circa 70mila euro, ma l'edificio venne chiuso su ordinanza dell'allora sindaco Giuseppe Castronuovo. Per il difensore di uno dei due imputati il processo farà emergere l'innocenza del suo assistito. “E’ impensabile- ha dichiarato alla Gazzetta l'avvocato Giovanni leonasi , difensore del responsabile del settore amministrativo- che sulla scorta di una semplice autorizzazione sanitaria del ‘93 si potesse bypassare il rigoroso meccanismo di accreditamento voluto dal regolamento comunitario nel 2004 e dalla legislazione regionale di quello stesso anno”.

lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

9/12/2018 - Rotonda: oltre 260 mila euro per cinema e asilo nido
8/12/2018 - Lavello. Un arresto dei Carabinieri per evasione
8/12/2018 - Minacce ai giornalisti. A Potenza un incontro promosso dal Prefetto
8/12/2018 - Educazione Ambientale, pubblicato bando da 1,3 milioni di euro

SPORT

9/12/2018 - Bernalda futsal:il nuovo tecnico e' Do Amaral, ingaggiati Caetano e Muro
9/12/2018 - Cavese vs Potenza Calcio, gara spigolosa che si chiude in parità
9/12/2018 - Meritata vittoria del Matera contro il Rende
9/12/2018 - Serie D – G/H: il Francavilla vince dopo un grande secondo tempo

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

9/12/2018 Serie D-g/H: risultati 14^ giornata

Granata – Taranto 0-2 giocata ieri
Nardò – Cerignola 0-0 giocata ieri
Francavilla – Pomigliano 3-1
Gelbison – Bitonto 0-2
Altamura – Savoia 0-0
Az.Picerno – Sorrento 5-0
Fidelis Andria – Nola 0-0
Sarnese – Città di Fasano 0-1
Gravina – Città di Gragnano 0-0

9/12/2018 Eccellenza: risultati 14^ giornata

Avigliano – Pomarico 0-1
Latronico – Real Senise 1-2
Lavello – Vultur 1-1
Moliterno – Ferrandina 3-7
Montescaglioso – Melfi 0-1
Murese – Policoro 3-1
Real Metapontino – Grumentum Val D’Agri 0-1
Ripacandida – Real Tolve 2-1

9/12/2018 Promozione: risultati 13^ giornata

A.Lauria – Brienza Calcio 0-0
San Cataldo – Miglionico 5-0
Lu Tito – Virtus Bella 5-2
Oppido – Anzi 1-1
Possidente – Castelluccio 0-3
RAF Vejanum – Paternicum 0-5
Santarcangiolese – Oraziana Venosa 2-0

La vita raccolta in due ore e divisa in dieci scatoloni
di Mariapaola Vergallito

Chissà in che misura le nostre case sono fatte di oggetti accumulati che non guardiamo più e dei quali, forse, ci ricordiamo soltanto quando dobbiamo spolverare. Eppure c’è stato un momento, vicino o lontano non importa ma preciso, in cui la nostra mano ha posato quell’oggetto su quella mensola, nel cassetto, in un armadio, su un comò. Ci pensavo in queste ultime ore, guardandomi intorno nella casa in cui vivo appena da quattro anni; ma guardando anche i par...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo