HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Teana: 'Disgrazia indescrivibile, non ci sono parole'

4/10/2017



E' un paese atterrito, Teana, dopo una notte senza sonno per una digrazia "indescrivibile, inspiegabile". Nelle parole del primo cittadino Vincenzo Fiorenza e soprattutto nei suoi silenzi, c'è tutto intero lo sgomento per la tragedia che ieri sera ha sconvolto la comunità e la famiglia della donna, 67enne, morta a causa di un colpo di fucile sparato accidentalmente dal nipote. Il fucile apparteneva al padre del ragazzo ed era regolarmente dichiarato. "Ora è il momento di restare accanto alla famiglia e, soprattutto, al bambino- ha detto Fiorenza- si tratta di una tragedia immane per la comunità e la famiglia. Siamo scossi tutti. Non ci sono parole. Una tragedia inaspettata. Difficile da comprendere e da capire.
Il Comune farà di tutto per garantire assistenza". La notte è trascorsa insonne, tra il lavoro dei carabinieri della Compagnia di Senise che hanno agito e continuano ad agire, come è giusto che sia visto il coinvolgimento di un minore, nella riservatezza più assoluta e l'intervento degli uomini del Nucleo Investigativo di Potenza che hanno svolto i rilievi tecnici che saranno poi analizzati dai reparti per le investigazioni scientifiche. Il corpo della donna si trova ora nella camera mortuaria di Lagonegro, a disposizione del magistrato. Probabilmente sarà effettuato l'esame autoptico.Le indagini sono coordinate dal pm di Lagonegro (Potenza) Rossella Colella, mentre un fascicolo sarà aperto anche dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Potenza.




Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

24/06/2019 - Potenza. Minaccia di morte l'ex moglie, arrestato
24/06/2019 - Fca: a Melfi stop produzione in 30 turni
24/06/2019 - Carenze personale medico UOC Neonatologia e TIN al San Carlo
24/06/2019 - Incidente Sinnica con cinghiale: da venerdì la carcassa dell'animale è ancora lì

SPORT

24/06/2019 - Presentata a Policoro la ''Academy Picerno''
24/06/2019 -  US Castelluccio: si riparte con il gioiellino Mecca fra i pali
24/06/2019 - Serie C, Picerno: nominati direttore sportivo e responsabile area tecnica
24/06/2019 - Risultati sportivi cittadini montesi

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

24/06/2019 Ortofrutta in crisi, firmato un accordo

Per affrontare le conseguenze della "grave crisi commerciale" del settore dell'ortofrutta, Coldiretti Basilicata e Spesì hanno concluso a Policoro (Matera) il "primo accordo di filiera". Lo ha annunciato Coldiretti Basilicata, ricordando che il settore ortofrutticolo ha anche "subito ingenti danni dalle ultime dannose ed eccezionali attività atmosferiche". Il progetto promosso da Coldiretti è denominato "Io sono lucano".

24/06/2019 Sospensione idrica a Pisticci

Pisticci: a causa di un guasto, dalle ore 07:30 di domani mattina fino al termine dei lavori di riparazione nelle località San Basilio, lido 48 e San Teodoro si potrebbero verificare cali di pressione o la sospensione dell'erogazione idrica.

22/06/2019 Castelluccio Inferiore: martedì, work conference sul Pollino

A Castelluccio Inferiore, nella Sala Consiliare di Largo Marconi, alle ore 18 di mercoledì 26 giugno, si svolgerà una work conference intitolata: “Territori e Sviluppo Sociale nel Pollino”, “Aspetti nutraceutici e sociali delle piante officinali”. L’incontro è organizzato da A’Naca Basilicata, orizzonti sostenibili.
Interverranno: il sindaco di Castelluccio Inferiore Paolo Francesco Campanella, per i saluti istituzionali; Francesco Forte (di A’Naca Basilicata, la sfida sociale per la sostenibilità) e Francesca Scannone (di e-nutrition, piante officinali), entrambi della Fondazione Eni Enrico Mattei; Aldo Aufierro (Masseria Meldoro 2.0, la fattoria del benessere), di Masseria Meldoro Coop. Sociale; Egidia Salomone (la filiera delle erbe officinali), di Evra; Domenico Cerbino (le piante officinali del Pollino), di Alsia.

Buttate le quote rosa come i reggiseni negli anni Settanta
di Mariapaola Vergallito

Puttane. Sante. Streghe. Oche. Chi lo ha detto che alla donna, nei secoli, non sia stato ritagliato un ruolo, riservato un posto incasellato nell’angolino di un mosaico quasi tutto maschile? E non parlo solo del mondo cattolico, come la citazione iniziale farebbe pensare (Guy Bechtel, Le quattro donne di Dio). La donna non è mai veramente stata ‘donna’ e basta. Puttane. Sante. Streghe. Oche. E quote rosa. Nel 2018, in occasione del settantesimo anniversari...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo