HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

La guarigione di Antonietta a Lourdes 'fu scientificamente inspiegabile'

12/09/2017



Basilicata. Il Bureau Medical di Lourdes, l’organismo che discute dei casi clinici sottoposti per valutare se possa trattarsi di miracolo, si è definitivamente espresso sul caso di Antonietta Raco, la donna di Francavilla in Sinni, ammalata di sla che, nel luglio del 2009, durante un pellegrinaggio della sezione lucana dell’Unitalsi, guarì dopo aver fatto il bagno in piscina. La comunità di Francavilla si stringe con gioia attorno alla famiglia di Antonietta e lo fa con le parole del sindaco Francesco CUPPARO, a nome di tutta l'amministrazione. "Accolgo con grande gioia la notizia- ci ha detto al telefono- l'auspicio è che la signora Raco continui nella sua quotidiana attività di volontariato e di sostegno ai più deboli, simbolo concreto di speranza è di altruismo, oltre che di grande fede".
Originaria di Francavilla in Sinni, malata di Sla, nel 2009 guarì improvvisamente. “Sentii un forte dolore alle gambe, uguale a quello avvertito per la prima volta quando si presentò la malattia” aveva raccontato. Si trovava a Lourdes, accompagnata dai volontari del Treno Bianco. ''Non e' spiegabile con i mezzi di cui scientificamente dispongo''. Cosi' il neurologo Adriano Chio' delle Molinette di Torino, aveva subito commentato l'improvviso miglioramento delle condizioni di Antonietta. Oggi, a distanza di cinque anni da quell’estate, Antonietta vive la sua quotidianità di Fede e cerca (“nel suo piccolo” come ripete spesso) di aiutare gli altri come gli altri hanno aiutato lei.
“Dopo aver ricevuto il dono della guarigione la mia vita è ritornata quella di un tempo, prima della malattia. Vivo normalmente la mia quotidianità, mi occupo della casa, della mia famiglia e soprattutto degli ammalati. Al primo posto c’è sempre la preghiera. La Fede che era in me adesso la avverto più forte che mai. Siamo strumento nelle mani del Signore e per questo sento di non poter fare nulla se prima non mi rivolgo a Lui”.
Quando si diffuse la notizia della sua improvvisa guarigione dopo il viaggio a Lourdes, Antonietta aveva pudore di mostrarsi in pubblico perché continuava a chiedersi perché il Signore avesse scelto Lei e non qualcun altro. “Ancora provo quel pudore. Quando incontro gli ammalati mi chiedono sempre di raccontare loro nei dettagli quello che è accaduto e così riescono a vedere la speranza nel mio racconto. Da questo punto di vista spero, nel mio piccolo, di essere capace di comunicare con le parole il grande dono che ho ricevuto e di essere utile a chi soffre”.
“Ogni anno vado a Lourdes, con il Treno Bianco, da volonatria dell’Unitalsi; spero di riuscire a dare conforto e speranza a chi è colpito dai mali che ti cambiano nel fisico e da quelli, forse peggiori, che nemmeno si vedono”.
(dichiarazioni del febbraio 2014)


Mariapaola Vergallito




ALTRE NEWS

CRONACA

19/09/2017 - 'A Marcello, organizzatore di felicità e allegria'
19/09/2017 - Inquinamento sito itrec: Pietrantuono chiede una conferenza di servizi
19/09/2017 - Furto all' Istituto Comprensivo di Montescaglioso
19/09/2017 - Vis, l'Eni anticipa conferenza ma a Potenza. Cicala:'qui vengono solo a scavare'

SPORT

19/09/2017 - La CorrerePollino sostiene la doMos sez. di Potenza
19/09/2017 - Marathon del Vulture, meno di un mese al via
19/09/2017 - Eccellenza: un duo al comando, ma a punteggio pieno sono in quattro
18/09/2017 -  Nazionale Italiana maschile di Sitting Volley,due lucani convocati

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/09/2017 Pisticci: chiusa al traffico la galleria San Rocco

Il Comune di Pisticci ha comunicato la chiusura al traffico della Galleria San Rocco per permettere il ripristino del normale funzionamento dell'impianto all'interno della stessa.
I lavori avranno inizio alle ore 7 del giorno 20 settembre e la galleria resterà chiusa fino al termine dei lavori, previsto per il giorno 23 settembre 2017.

19/09/2017 Melfi:per motivi di eredità minaccia parenti con un'ascia,arrestato

Durante una lite per motivi di eredità, un uomo di 61 anni di Melfi (Potenza), con precedenti penali, ha cercato di aggredire con un'ascia la sorella, un nipote e i Carabinieri intervenuti in seguito a una telefonata fatta al 112 dallo stesso uomo per denunciare che i due parenti si erano impossessati illegalmente di alcuni mobili e suppellettili presenti nella casa un tempo proprietà dei defunti genitori. L'uomo è stato arrestato e ora si trova ai domiciliari.
ANSA

19/09/2017 Il 21 settembre 2017, XXIV Giornata Mondiale dell’Alzheimer

Il Nucleo Alzheimer, struttura pubblica della Azienda Sanitaria di Potenza, sita presso il Presidio Ospedaliero di Venosa in Via Appia, aderisce alla giornata evento e proporrà una serie di iniziative, dedicate a tutti coloro che siano interessati, volte a far meglio conoscere la malattia, le attuali possibilità di cura per i pz e di aiuto alle famiglie.
Durante l’intera giornata il personale dell’Equipe sarà a disposizione per far visitare la struttura e per rispondere alle domande di quanti interverranno.
Gli orari sono i sgg: la mattina dalle ore 8.30 alle ore 12.00 e nel pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00
Nel pomeriggio, è stato organizzato uno Spazio di discussione all’interno del giardino della struttura
Alzheimer…. “Parliamone Apertamente”.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo