HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Fonti rinnovabili, la regione Basilicata modifica la disciplina

12/08/2017



Al fine di assicurare la tutela dei beni paesaggistici presenti nel territorio regionale, nonché per conciliare le politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio con quelle di sviluppo e valorizzazione delle energie rinnovabili la Regione Basilicata sta provvedendo a modificare le leggi regionali disciplinanti il corretto inserimento nel territorio regionale degli impianti alimentati da fonti rinnovabili.
Lo fa sapere l’assessore all’Ambiente, Francesco Pietrantuono.
Nel sottolineare la necessità di garantire una corretta applicazione delle norme regionali vigenti emanate per tutelare l’ambiente, per soddisfare gli obiettivi delle politiche energetiche regionali e nazionali e per assicurare l’approvvigionamento energetico, l’esponente della Giunta Pittella tiene ad evidenziare che la Regione ha esercitato e vuole continuare ad esercitare tutti i poteri conferiti dalle leggi nazionali per lo sviluppo delle fonti rinnovabili senza omettere di tutelare l’ambiente, i cittadini e il paesaggio.
Infatti già con la legge regionale n. 1/2010 ha approvato il PIEAR, unico strumento di programmazione teso alla individuazione delle aree idonee e non idonee, che seppure redatto prima dell’emanazione delle linee guida nazionali anticipava le previsioni ivi indicate, integrato con le successive leggi regionali da ultimo la n. 54/2015.
La Regione - aggiunge Pietrantuono - ha mostrato sempre particolare attenzione alla salvaguardia del territorio e dei cittadini assumendo atti e provvedimenti amministrativi tesi allo sviluppo sostenibile che purtroppo talvolta non hanno conseguito i risultati auspicati.
Nonostante ciò è intenzione di questa Amministrazione regionale - dice Pietrantuono -continuare a tutelare e proteggere il proprio territorio e i suoi abitanti con l’attività legislativa ed amministrativa che si sta apprestando a fare modificando al legge regionale n. 8/2012 restringendo l’estensione dell’utilizzo della procedura abilitativa semplificata (P.A.S. ) agli impianti alimentati da fonti rinnovabili fino a 200kW e dettando ulteriori prescrizioni, già contenute nel PIEAR , approvato con la L.r. n. 1/2010 e integrato con la L.R. n. 54/2015. Prescrizioni che si sostanziano nella individuazione della possibile ubicazione degli impianti delle caratteristiche dimensionali che devono avere gli stessi per utilizzare la PAS che nell’ipotesi di mancato rispetto delle condizioni stabilite per l’ utilizzo della PAS troverebbe applicazione della procedura di autorizzazione Unica ( AU) sancita dall’art. 6 comma 9 del Dlgs 28/2011.
Con la modifica della legge regionale n. 8/2012 si è voluto disciplinare anche il corretto inserimento nel territorio regionale degli impianti aventi potenza nominale inferiore ai limiti stabiliti dalla tabella A) dell’art. 12 comma 5 del D.lgs 387/2003 per i quali è prevista la sola procedura abilitativa semplificata ai sensi dell’art. 6 del D.lgs 28/2011.
Per le stesse finalità si è proceduto a modificare la legge regionale n. 1/2010 in particolare l’appendice A) e la legge regionale n. 54/2015 sottolineando che gli allegati della L.R. 54/2015 relative alle aree e siti non idonei costituisco parte integrante e sostanziale del PIAER.



ALTRE NEWS

CRONACA

20/07/2018 - Riesame: "Pittella resta ai domiciliari"
20/07/2018 - Lavori mai eseguiti ma pagati,3 indagati
20/07/2018 - Riunito Comitato Provinciale MT per Ordine e Sicurezza su abusivismo Commerciale
19/07/2018 - Matera,arrestato 35enne per rapina,spaccio droga e ricettazione

SPORT

20/07/2018 - San Gerardo C5: arriva il fuoriclasse portoghese GRAçA!
19/07/2018 - G. Siviglia: L’ORSA non giocherà in B
19/07/2018 - Eccellenza: Pioggia e Nicolao passano al Real Metapontino
19/07/2018 - Rinascita Lagonegro:ufficializzati i calendari della prossima stagione di A2

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/07/2018 Con un coltello minaccia datore lavoro, denunciato a Matera

Per aver minacciato con un coltello il titolare del bar in cui lavora, a Matera, un uomo di 40 anni è stato denunciato dai Carabinieri in stato di libertà alla magistratura. La lite tra i due era cominciata - secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma - per motivi banali. (ANSA).

19/07/2018 Sospensioni idriche 19 luglio 2018

Pisticci: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 14:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nell'abitato, nelle zone rurali, nelle contrade San Leonardo e San Pietro e zone limitrofe.
Melfi: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile dalle ore 22:00 di oggi alle ore 08:00 di domani mattina potrebbe essere sospesa o subire cali di pressione, nelle seguenti zone: Valleverde, contrade Cardinale e Bicocca, frazione Leonessa.

18/07/2018 Lavello. Ha un coltello lungo 27 cm, denunciato cittadino marocchino

Trovato in possesso di un coltello a serramanico lungo 27 centimetri, a Lavello (Potenza), un cittadino marocchino di 36 anni è stato denunciato dai Carabinieri. L'uomo - accusato di porto illegale di armi e/o oggetti atti ad offendere - è stato fermato durante un controllo effettuato dai militari dell'Arma lungo la strada statale 655.

Dice che era un bel torrente ma non andava più al mare
di Mariapaola Vergallito

“Dice che era un bel progetto e serviva a creare/ la deviazione di un torrente per distrarlo dal mare; ma dall’idea alla realizzazione passarono 40 anni, giusto il tempo di essere deviata e l’acqua cominciò a far danni”.

Scusate, non ho resistito. E’ 4 marzo, del resto, e chiedo scusa a Lucio Dalla per questa scapestrata citazione. C’è qualcun altro, però, che dovrebbe chiedere scusa, oggi. Proprio oggi che il torrente Sarmento, deviato in parte dal...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo