HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Fu aggredito nel 2011, condannati in due

17/07/2017



Aveva subito un’aggressione da parte di due giovani del suo paese che adesso sono stati ritenuti colpevoli dal giudice del Tribunale di Lagonegro Antonio Bellusci e condannati uno a due mesi e tre giorni e l’altro a due mesi (pena sospesa ed esclusa l’aggravante della minaccia) più il pagamento delle spese processuali. I fatti avvennero a Senise nella notte tra il 2 e il 3 aprile del 2011. La vittima, Antonio Rovitto, (all’epoca 26enne) dopo essere tornato da una festa, aveva incontrato prima uno solo dei due aggressori, (che lo aveva colpito, come racconterà ai carabinieri, anche con un bastone dopo averlo insultato). Solo grazie all’intervento di altre persone Rovitto era riuscito a raggiungere la sua auto e andare via. Poco dopo, però, come la vittima aveva raccontato ai carabinieri, Rovitto aveva contattato un altro ragazzo che, con la richiesta di chiarimento, aveva dato appuntamento alla vittima in un bar del paese. Lì, però, Rovitto aveva trovato entrambi i ragazzi che hanno continuato a colpirlo senza apparente motivo e senza che la vittima riuscisse a difendersi. Rovitto era riuscito a tornare in auto ma, a causa delle ferite riportate, non era però riuscito a raggiungere la sua abitazione; non riuscendo a continuare a guidare, infatti, aveva fermato la sua auto per strada ed era stato soccorso da un amico che, dopo aver avvertito la sua famiglia lo aveva accompagnato al pronto soccorso. Da lì, in ambulanza, era stato trasportato all’ospedale di Lagonegro, dove gli erano state riscontrate escoriazioni al ginocchio, al gomito sinistro, alla coscia, una ecchimosi alla scapola e una tumefazione all’avanbraccio, con una prognosi inizialmente di 5 giorni e di ulteriori 15 nei giorni successivi dal suo medico curante.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

20/07/2017 - Un anno fa ci lasciava Domenico Sacco. A Cosenza una messa a suffragio
20/07/2017 - A Laino Borgo ricordato Paolo Borsellino
20/07/2017 - Polizia,salvato un uomo dal suicidio postato su facebook
20/07/2017 - Montescaglioso,arrestato dalla polizia un rumeno,PV 1984

SPORT

20/07/2017 - Eccellenza: la Fides si assicura D'Amico
20/07/2017 - Fc Senise si prepara per la stagione in C1
20/07/2017 - Rinascita Lagonegro.Falabella: " squadra esperta e di livello internazionale"
20/07/2017 - Serie D: Francavilla preso il bomber di razza Evacuo

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/07/2017 Sospensioni idriche

San Fele: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nel centro abitato e in contrada Difesa.
Ruvo del Monte: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nelle seguenti contrade: Cerrutolo, Fontanelle, Serra del Salice, Bosco Bucito, Piano Monticchio e S. Elia.

20/07/2017 Per motivi organizzativi la sede dell'Adiconsum di Policoro non è più operativa

In attesa di una riorganizzazione della stessa i cittadini della fascia Jonica possono rivolgersi gratuitamente presso la sede Provinciale di Matera, Via Ettore Maiorana 31, telefonando al numero 0835330538 o inviando una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: matera@adiconsum.it.

20/07/2017 Sospensione idrica in Basilicata il 20-07-2017

Baragiano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 15:00 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

Bernalda: per consentire l'esecuzione di lavori su condotte e/o impianti, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa fino al termine dei lavori.

San Mauro Forte: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica nella zona Pip 167 resterà sospesa fino alle ore 17:00 di oggi, salvo imprevisti.

Di incidenti di percorso, provincialismi e fake news
di Mariapaola Vergallito

Quando a Viggiano, poche settimane fa, arrivò il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonio Gentile (invitato ad un incontro in tempi non sospetti e, quindi, prima che la Regione Basilicata deliberasse la sospensione del Cova), in riferimento a ciò che stava accadendo in Val D’Agri parlò più volte di ‘incidente di percorso’. “Cose che possono capitare in venti anni di produzione” disse.

Non una parola sull’attenzione che pure un Governo central...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo