HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Fu aggredito nel 2011, condannati in due

17/07/2017



Aveva subito un’aggressione da parte di due giovani del suo paese che adesso sono stati ritenuti colpevoli dal giudice del Tribunale di Lagonegro Antonio Bellusci e condannati uno a due mesi e tre giorni e l’altro a due mesi (pena sospesa ed esclusa l’aggravante della minaccia) più il pagamento delle spese processuali. I fatti avvennero a Senise nella notte tra il 2 e il 3 aprile del 2011. La vittima, Antonio Rovitto, (all’epoca 26enne) dopo essere tornato da una festa, aveva incontrato prima uno solo dei due aggressori, (che lo aveva colpito, come racconterà ai carabinieri, anche con un bastone dopo averlo insultato). Solo grazie all’intervento di altre persone Rovitto era riuscito a raggiungere la sua auto e andare via. Poco dopo, però, come la vittima aveva raccontato ai carabinieri, Rovitto aveva contattato un altro ragazzo che, con la richiesta di chiarimento, aveva dato appuntamento alla vittima in un bar del paese. Lì, però, Rovitto aveva trovato entrambi i ragazzi che hanno continuato a colpirlo senza apparente motivo e senza che la vittima riuscisse a difendersi. Rovitto era riuscito a tornare in auto ma, a causa delle ferite riportate, non era però riuscito a raggiungere la sua abitazione; non riuscendo a continuare a guidare, infatti, aveva fermato la sua auto per strada ed era stato soccorso da un amico che, dopo aver avvertito la sua famiglia lo aveva accompagnato al pronto soccorso. Da lì, in ambulanza, era stato trasportato all’ospedale di Lagonegro, dove gli erano state riscontrate escoriazioni al ginocchio, al gomito sinistro, alla coscia, una ecchimosi alla scapola e una tumefazione all’avanbraccio, con una prognosi inizialmente di 5 giorni e di ulteriori 15 nei giorni successivi dal suo medico curante.

Mariapaola Vergallito



ALTRE NEWS

CRONACA

23/02/2018 - Caiata indagato per riciclaggio
23/02/2018 - Melfi: truffa agli anziani, una denuncia
23/02/2018 - Lavoratori Eipli senza stipendio, sindacati: 'pronti a bloccare gli impianti'
22/02/2018 - Energia. Federconsumatori su ipotesi di addebito in bolletta

SPORT

23/02/2018 - Basket Serie B, l’Olimpia va a Ortona e pensa alla zona playoff
22/02/2018 - Seconda Ctg/C: un trio al comando
22/02/2018 - Prima Ctg/B: l’Atletico Lauria resta al comando
22/02/2018 - A San Severino lucano ritorna la coppa delle nevi

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

23/02/2018 Sospensione idrica in Basilicata 23 Febbario 2018

Lavello: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pescarello sarà sospesa dalle ore 08:30 di oggi fino al termine dei lavori.
Brienza: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Montecalvario e via Sasso sarà sospesa dalle ore 14:00 alle ore 18:00 di oggi salvo imprevisti.

22/02/2018 Sospensioni Erogazioni Idriche

San Fele: per portare a termine i lavori di riparazione delle perdite idriche, , l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa e strada comunale Pergola.

Grassano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via Pirrone sarà sospesa dalle ore 19:00 di oggi fino al termine dei lavori.

22/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 22-02-2018

Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo