HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Sindaco di Senise a processo per diffamazione

20/03/2017



Era il mese di agosto del 2014. Un mese caldo per Senise e non solo climaticamente. La comunità senisese era nel pieno della discussione, a tratti accesa, sulla possibilità di realizzare, in contrada Santa Lucia, un impianto per il trattamento dei rifiuti. Furono tanti gli incontri e le manifestazioni organizzate, sul tema, dal mese di maggio di quell’anno. Il 20 agosto del 2014 il sindaco di Senise Giuseppe Castronuovo, tenne, in piazza Vittorio Emanuele, un comizio, alla presenza dell’intera maggioranza. Proprio per alcune frasi pronunciate durante quel comizio, ora, il sindaco è a giudizio, riportiamo la notizia apparsa oggi sulla Gazzetta del Mezzogiorno, “al Tribunale di Lagonegro con l'accusa di diffamazione recata con mezzo di pubblicità, 1 comma dell'articolo di legge che aggrava proprio nel caso dei reati a mezzo stampa le pene previste in ragione della maggiore diffusione dell' offesa. Nel corso del comizio il sindaco Giuseppe Castronuovo prese di mira un'azienda, facendo per l'accusa chiaro riferimento alla società Auxilium. In particolare il primo cittadino avrebbe pronunciato le seguenti espressioni: “siamo tornati al medioevo.. ti minacciano che ti licenziano.. se non fai questo, anche se non fumi devi fumare il sigaro”. Frasi che il PM Francesco Greco ha ritenuto offensive della reputazione del presidente della Auxilium, Pietro Chiorazzo, citando a giudizio il sindaco”. La contestazione come spiega la Gazzetta, non è quella semplice di diffamazione ma quella che, in virtù della maggiore pubblicità, eleva le pene alla reclusione da sei mesi a tre anni.

lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

21/10/2017 - San Chirico Raparo: divieto di uso di acqua potabile
20/10/2017 - Marconia: 33enne denunciato per furto in azienda agricola
20/10/2017 - Al: guasto su condotta maestra del Frida, disagi in 23 comuni
20/10/2017 - Assostampa: da rifare il bando del concorso per giornalisti all’Asm e San Carlo

SPORT

20/10/2017 - Prima Cat/B: a Lauria si gioca la partitissima
20/10/2017 - Trasferta a Triggiano per la PM Volley Potenza contro la Fides
20/10/2017 - Calcio a 5,inizia la stagione ufficiale dell’Under 19 bernaldese
20/10/2017 - FCI Basilicata: news da ciclismo giovanile e ciclocross

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/10/2017 Claudio Buono è il nuovo addetto stampa del Picerno

La Società Polisportiva Az Picerno e il presidente Donato Curcio ringraziamo il sig. Federico Pellegrino, che per tre anni ha ricoperto l’incarico di addetto stampa egregiamente, con puntualità, serietà e professionalità. A lui la società e il presidente augurano le migliori fortune professionali. Contestualmente, in data odierna, la Società e il presidente Donato Curcio rendono noto di aver affidato il ruolo di addetto stampa al sig. Claudio Buono. 30 anni, da dodici impegnato nel campo della comunicazione con varie testate giornalistiche e siti web, inizia il suo incarico da domani 21 ottobre. Al sig. Buono i migliori auguri di buon lavoro dalla Società e dal presidente Donato Curcio.

20/10/2017 Sospensioni idriche comunicazioni del 20 ottobre 2017

-Matera: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica in via del Corso sarà sospesa dalle ore 10:00 alle ore 14:00 di oggi salvo imprevisti.
-Montescaglioso: per consentire l'esecuzione di lavori su condotte e/o impianti, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 09:00 alle ore 17:00 del giorno 23-10-2017, salvo imprevisti, in via Lippolis.

20/10/2017 Materi presidente sezione Corte Appello

Il giudice Pasquale Materi è stato nominato dal Consiglio Superiore della Magistratura presidente della sezione penale della Corte di Appello di Potenza. Il plenum dell’organo di autogoverno dei giudici ha deliberato, dopo la proposta unanime della quinta commissione, formalizzata il 5 ottobre scorso. Pasquale Materi in magistratura dal 1981: è stato giudice istruttore e poi giudice delle indagini preliminari a Potenza, presidente della seconda sezione penale del Tribunale di Foggia; infine, come consigliere, giudice della sezione penale della Corte di Appello del capoluogo lucano.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo