HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Sindaco di Senise a processo per diffamazione

20/03/2017



Era il mese di agosto del 2014. Un mese caldo per Senise e non solo climaticamente. La comunità senisese era nel pieno della discussione, a tratti accesa, sulla possibilità di realizzare, in contrada Santa Lucia, un impianto per il trattamento dei rifiuti. Furono tanti gli incontri e le manifestazioni organizzate, sul tema, dal mese di maggio di quell’anno. Il 20 agosto del 2014 il sindaco di Senise Giuseppe Castronuovo, tenne, in piazza Vittorio Emanuele, un comizio, alla presenza dell’intera maggioranza. Proprio per alcune frasi pronunciate durante quel comizio, ora, il sindaco è a giudizio, riportiamo la notizia apparsa oggi sulla Gazzetta del Mezzogiorno, “al Tribunale di Lagonegro con l'accusa di diffamazione recata con mezzo di pubblicità, 1 comma dell'articolo di legge che aggrava proprio nel caso dei reati a mezzo stampa le pene previste in ragione della maggiore diffusione dell' offesa. Nel corso del comizio il sindaco Giuseppe Castronuovo prese di mira un'azienda, facendo per l'accusa chiaro riferimento alla società Auxilium. In particolare il primo cittadino avrebbe pronunciato le seguenti espressioni: “siamo tornati al medioevo.. ti minacciano che ti licenziano.. se non fai questo, anche se non fumi devi fumare il sigaro”. Frasi che il PM Francesco Greco ha ritenuto offensive della reputazione del presidente della Auxilium, Pietro Chiorazzo, citando a giudizio il sindaco”. La contestazione come spiega la Gazzetta, non è quella semplice di diffamazione ma quella che, in virtù della maggiore pubblicità, eleva le pene alla reclusione da sei mesi a tre anni.

lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

20/02/2018 - Anas: 1,3 milioni per 7 viadotti lucani
20/02/2018 - Centrale del Mercure: Enel promette 10 assunzioni entro marzo?
20/02/2018 - Continuità assistenziale, compenso forfettario per i medici
20/02/2018 - Sigla protocollo tra Commissione Pari Opportunità e Cia

SPORT

20/02/2018 - Futsal B: l'Or.Sa. sconfitta a Salerno ma resta terz'ultima
20/02/2018 - Sci Club Montenero vince la 23^ coppa Terranova - memorial Riccardi
20/02/2018 - Anno nuovo,squadra nuova per Domenico Pozzovivo
20/02/2018 - Promozione: il Ferrandina aggancia la vetta

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

20/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 20-2-2018

San Fele: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobis, corso Umberto I, via Nocicchio, via Canosa, strada comunale Pergola.
Oppido Lucano: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 13:00 di oggi e fino al termine dei lavori nelle seguenti contrade: S. Francesco, Ripa D'Api, Forno e c.da Trigneto.
Bella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 06:00 di domani mattina salvo imprevisti.

19/02/2018 "Operazione coriandolo",20 lavoratori irregolari

"Ben 20" lavoratori "completamente in nero" sono stati scoperti dall'Ispettorato del lavoro durante controlli effettuati negli ultimi giorni di carnevale e in occasione di San Valentino in ristoranti, pub e locali notturni, in diversi centri della Basilicata. Funzionari dell'Ispettorato e Carabinieri hanno controllato 18 attività, 13 in provincia di Potenza e cinque in quella di Matera: solo quattro sono risultate regolari.Ansa

19/02/2018 Sospensione idrica Basilicata 19 Febbraio

San Fele: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 21:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina, salvo imprevisti, nelle seguenti zone: via Faggella, via De Jacobs, corso Umberto I , via Nocicchio, via Canosa, strada comunale Pergola.

Se la tecnologia aumenta il baratro tra le generazioni
di Mariapaola Vergallito

Poco tempo fa mi ha fatto riflettere lo slogan usato a chiosa di una pubblicità della Samsung sulla realtà virtuale. Per intenderci: quello spot (molto bello, per la verità) in cui si vedono alcuni studenti correre su una pianura in mezzo ai dinosauri ma, in realtà, sono nella loro classe. Alla fine di quello spot lo slogan recitava più o meno così: quello che per la generazione precedente era impossibile, la generazione successiva lo ha già realizzato. Vero...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo