HOMEContattiDirettoreWebTvNewsNews SportCultura ed Eventi

 

 

Sindaco di Senise a processo per diffamazione

20/03/2017



Era il mese di agosto del 2014. Un mese caldo per Senise e non solo climaticamente. La comunità senisese era nel pieno della discussione, a tratti accesa, sulla possibilità di realizzare, in contrada Santa Lucia, un impianto per il trattamento dei rifiuti. Furono tanti gli incontri e le manifestazioni organizzate, sul tema, dal mese di maggio di quell’anno. Il 20 agosto del 2014 il sindaco di Senise Giuseppe Castronuovo, tenne, in piazza Vittorio Emanuele, un comizio, alla presenza dell’intera maggioranza. Proprio per alcune frasi pronunciate durante quel comizio, ora, il sindaco è a giudizio, riportiamo la notizia apparsa oggi sulla Gazzetta del Mezzogiorno, “al Tribunale di Lagonegro con l'accusa di diffamazione recata con mezzo di pubblicità, 1 comma dell'articolo di legge che aggrava proprio nel caso dei reati a mezzo stampa le pene previste in ragione della maggiore diffusione dell' offesa. Nel corso del comizio il sindaco Giuseppe Castronuovo prese di mira un'azienda, facendo per l'accusa chiaro riferimento alla società Auxilium. In particolare il primo cittadino avrebbe pronunciato le seguenti espressioni: “siamo tornati al medioevo.. ti minacciano che ti licenziano.. se non fai questo, anche se non fumi devi fumare il sigaro”. Frasi che il PM Francesco Greco ha ritenuto offensive della reputazione del presidente della Auxilium, Pietro Chiorazzo, citando a giudizio il sindaco”. La contestazione come spiega la Gazzetta, non è quella semplice di diffamazione ma quella che, in virtù della maggiore pubblicità, eleva le pene alla reclusione da sei mesi a tre anni.

lasiritide.it



ALTRE NEWS

CRONACA

19/08/2017 - Attentato Barcellona,morta una 80enne originaria di Potenza
18/08/2017 - Un 31enne arrestato per droga a Novasiri
18/08/2017 - GdF Potenza: prevenzione e contrasto ai traffici Illeciti nel periodo di estivo
17/08/2017 - Il business delle biomasse dietro gli incendi in Calabria e Basilicata?

SPORT

19/08/2017 - Massimiliano Acito, volto nuovo per il Rasulo Edilizia Bernalda
19/08/2017 - Rinascita Lagonegro, da ieri in gruppo l'opposto bulgaro Milushev
19/08/2017 - FCI Basilicata: a Lagonegro il Gran Premio Monte Sirino Sci
18/08/2017 - Serie D: Rabbeni non è più un calciatore del Potenza

Sommario Cronaca                                  Sommario Sport

NEWS BREVI

19/08/2017 Sospensioni Erogazioni Idriche

Carbone: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 21:30 di oggi alle ore 07:30 di domani mattina salvo imprevisti.

Fardella: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 18:30 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti.

19/08/2017 Sospensione Erogazione Idrica

Brindisi Montagna: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 19:30 di oggi alle ore 06:30 di domani mattina salvo imprevisti.

19/08/2017 Sospensioni idriche comunicazioni del 19 agosto 2017

Miglionico, Oliveto Lucano: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 20:00 di oggi alle ore 07:00 di domani mattina salvo imprevisti.
-San Chirico Nuovo: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 10:00 alle ore 17:00 di domani mattina salvo imprevisti.
-San Chirico Raparo: per consentire il ripristino del livello dei serbatoi, l'erogazione dell'acqua potabile sarà sospesa dalle ore 10:00 alle ore 17:00 del giorno 20-08-2017salvo imprevisti.
-Marsicovetere: a causa di un guasto improvviso l'erogazione idrica sarà sospesa dalle ore 10:00 alle ore 13:00 salvo imprevisti.

Frana di Senise, 31 anni fa. Non crollò solo una collina
di Mariapaola Vergallito

Un anno fa, in occasione del trentesimo anniversario della frana di collina Timpone, a monte dell’abitato di Senise, la parrocchia intese commemorare le 8 vittime, tra queste 4 bambini, con una semplice e significativa immagine: ai piedi dell’altare della chiesa di San Francesco, dove anche oggi si commemoreranno le vittime, un telo bianco posto a più livelli e 8 candele, accese nei punti in cui vivevano, sulla collina, le persone che non ci sono più. Quelle...-->continua



 



Agoraut - Associazione culturale di informazione territoriale - P.Iva: 01673320766 - Copyright© lasiritide.it - Webmaster: Armando Arleo